SANREMO 2010 – E’ polemica sul (presunto) plagio di MARCO MENGONI (Il VIDEO dell’intervista a MORGAN), mentre il CODACONS chiede il sequestro del TELEVOTO

_Ernest Ev_

Pubblicità

Il festival è finito, ma le polemiche sembrano iniziare solo adesso. I protagonisti sono il trio Pupo-Emanuele Filiberto di Savoia-Canonici ed il duo Morgan-Marco Mengoni.

Riguardo al “glorioso” trio tutto è cominciato già pochi minuti dopo la chiusura del festival, il secondo posto sancito dal televoto, oltre ad avere provocato la reazione smisurata (?) dell’orchestra, che come vi abbiamo documentato nella lunga diretta del sabato, ha lanciato in aria gli spartiti, significando, con questo gesto, l’esclusione dal festival della (vera) musica con l’eliminazione, dalla triade dei finalisti, della talentuosa Malika Ayane, il secondo posto del principe ha, anche provocato la violenta reazione del pubblico in sala, che ha reagito con cori da stadio (“venduti!”) e sonori fischi, ed è notizia di poche ore fa, l’intervento del Codacons, che ha chiesto il sequestro dei documenti comprovanti il televoto, al fine di accertare la provenienza dei voti, quindi, il rispetto delle modalità di votazione previste dal regolamento.

Ma la polemica, che infiamma l’etere, è quella rigurdante il presunto plagio operato da Marco Mengoni e dal suo entourage, rigurdante il pezzo classificatosi terzo a Sanremo, “Credimi ancora”. Morgan, suo coach a Xfactor, ha dichiarato… …ai microfoni della nuova web tv di Simona Ventura, che:

La parte del ritornello, Forse sì forse no, è quella. E’ mia. [...] l’avevo proposto per Marco durante X Factor, a Roberto Rossi che è il discografico che cura questa operazione.

Ospite da Pippo Baudo a Domenica In, Marco Mengoni risponde orgosliosamente:

[...] la canzone è stata scritta da questo pugno qua. Dopo X Factor non ho più rivisto Morgan. Sono contento che la canzone gli sia piaciuta talmente tanto, che pensa di averla scritta lui.

Risposta ironica di un giovane allievo, allo sfogo, forse rancoroso, del maestro. In attesa di prossimi sviluppi sulla vicenda, vi chiediamo le vostre impressioni.

Ernest Ev

Televisione
Pubblicità

Lascia un commento

*