LA PROVA DEL CUOCO del 22/01/2011 live su UnDueTre. Tra Anna Moroni e il coniglio fritto e i dolci di Maurizio Santin tanto divertimento. Auguri Edmondo!

_Marco Magnani_

Pubblicità

UnDueTre vi accompagna anche quest’oggi tra gli affollatissimi fornelli del Nomentano, pronti a cimentarvi nelle più spericolate acrobazie culinarie?

Cari amici buongiorno, oggi parliamo di cioccolata e in particolare di come si possa fare dolce o salata. Gianfranco Vissani ci consiglia oggi di usare il cioccolato anche per un primo piatto. Strano a sentirsi, ma sicuramente buono da farsi.

Sulle note delle mitiche “Tagliatelle di nonna Pina“, ecco Antonella che entra in studio circondata dagli applausi e dall’allegria dei bambini, che come ogni sabato compongono il pubblico in studio.

Iniziamo subito con la ricetta della domenica di Anna Moroni, oggi intenta a preparare il coniglio fritto in cestino di patate. Iniziamo dagli ingredienti.

Antonella sottolinea subito come non sia il coniglietto Tippy della canzoncina, ma un altro coniglio. Prima di tutto va marinato il coniglio affinchè si insapori per bene, prima va lavato, poi lo mettiamo a bagno con acqua, aceto, qualche foglia di salvia, due spicchi di aglio, qualche grana di pepe e sale e lo lasciamo così circa un’ora . Intanto Annina spiega come in Umbria fanno tipicamente il coniglio in porchetta, ossia ripieno di patatine fritte profumate col finocchio e con la salsiccia, e poi arrotolato nella pancetta. Ma torniamo alla nostra di oggi e, mentre che si balla per l’appunto il coniglietto Tippy e il coccodrillo, Antonella taglia i pomodorini in quattro parti. Adesso Annina salta il coniglio tolto dalla marinatura in padella con un po’ di olio, in modo che diventi bello croccante, in un’altra padella mettiamo poi dlel’olio e i pomodorini tagliati. Adesso si sbucciano le patate e le grattugiamo con una grattugia dai buchi grandi e poi la mettiamo in una padella con dell’olio, un pizzico di sale , facciamo andare e poi giriamo come se fosse una crepe. Questa è anche l’occasione per ballare la patatina. Adesso nei pomodorini aggiungiamo un po’ di aceto aromatico balsamico. Adesso impiattiamo mettendo i rosty di patate (che ne facciamo più di uno) ai lati, il coniglio fritto al centro (e si balla il ciuppy ciu) e sopra ci mettiamo i pomodorini. E nel frattempo Antonella fa gli auguri di compleanno al produttore Endemol Edmondo Conti, che oggi compie 40 anni.

E il piatto è pronto. Buon appetito!

Adesso da Antonella va a tavola da dei personaggi… da favola, raggiungendo dapprima Lorenzo Branchetti, introdotto dal ciuppy ciu e vestito per l’occasione da Tonio Cartonio della Melevisione. Con lui tutti i personaggi del Fantabosco. I bambini del pubblico guardano incantati.

Con loro adesso preparano i bon bon delle fate. Occorrono: 300 gr burro, 1 bicchiere di zucchero di canna. Amalgamiamo bene, aggiungiamo un uovo, poi mettiamo il tuorlo di un altro uovo, continuiamo a mescolare e poi mettiamo una bustina di lievito per dolci, 4 bicchieri di farina, 100 gr di cacao in polvere, 250 gr di cioccolato fondente tagliato a scaglie.

Lasciamo poi riposare l’impasto per un po’, poi lo facciamo a pezzettini facendone delle palline e le mettiamo in forno, su una teglia con carta da forno, a 200° per 10 minuti. Spolveriamo poi di cacao e i dolci sono pronti!

E adesso un altro dolce, stavolta con un vero pasticcere, Maurizio Santin, che oggi prepara un cannolo aperto, questa volta con pere, cioccolato e ricotta.

Cuociamo le pere con due cucchiai di zucchero e burro, le facciamo caramellare e poi mettiamo o un goccio di grappa o di acqua. Intanto facciamo la chantilly al cioccolato., mettendo nel cioccolato sciolto la panna e girando per bene con la frusta. E’ l’unica mousse per la quale va usata la frusta. Per fare l’impasto per i cannoli o si usa il mattarello o la macchina, usando 300gr farina, 1 cucchiaino da te di caffè, 1 di cacao, 2 di zucchero e poi si aggiunge o vino bianco secco, o rosso non dolce. Loro usano quello rosso. Impastiamo bene e tiriamo col mattarello, tagliamo a quadrati e friggiamo in abbondante olio di semi. Annina osserva come sembrino delle frappe. Adesso in una ciotola lavoriamo un pochino la ricotta con la spatola, ci aggiungiamo un po’ di zucchero a velo. Iniziamo a comporre il piatto: alla base, ma è facoltativo, possiamo mettere una crema inglese profumata alla cannella, poi mettiamo un po’ di ricotta, la frappa o il cannolo come lo si voglia chiamare, e sopra ricotta, chantilly di cioccolato, sopra ancora una frappa e poi le pere a pezzettini. E buon appetito!

Antonella, ma anche Annina e Natale assaggiano.

E adesso Casa Clerici. Antonella fa oggi una ricetta, tratta dal suo libro, che le ricorda molto sua madre e che la fa commuovere ogni volta che la fa.

Siccome oggi c’è sinergia tra le varie rubriche, Santin raggiunge Antonella per farle compagnia mentre cucina. E’ una ricetta tipica lombarda, di Busto Arsizio, ed è bruscitt con polenta. Ecco gli ingredienti.

Facciamo sciogliere in padella il burro e ci mettiamo l’alloro, i chiodi di garofano e uno spicchio d’aglio, epoi ci mettiamo la carne e facciamo rosolare per cinque minuti. Ci aggiungiamo poi i pomodori tagliati grossolanamente, poi un po’ di vino rosso (circa mezza bottiglia per 1kg di carne) e lasciamo cuocere pian piano per circa un’ora. Poi una volta cotta si mette su un piatto da portata dove rigorosamente sotto si mette la polenta all’onda (ossia bella molle). E il piatto è pronto.

Gara dei cuochi: come ogni sabato una sfida in famiglia che questa volta vede coinvolti padre e figlio. Abbiamo nel peperone Corrado Tedeschi con Marco Bottega, il figlio pubblicitario Jacopo nel pomodoro con Natale Giunta.

Entra anche il giudice del sabato, Claudio Lippi, guarito dall’influenza, che saluta caramenrte Tedeschi con il quale ha lavorato sulle reti commerciali. Via alla gara e si ride e si cherza con loro. Jacopo parla del rapporto col padre, di come non abbia voluto seguire le sue orme, della passione di entrambi per la Sampdoria e del fatto che vivono insieme a Genova. Corrado dice che ha preso una casa più grande e ha chiesto al figlio così senza impegni, visto che viveva con un amico, se voleva andare a vivere con lui e lui subito ha accettato. Antonella allora chiede al figlio se si trova bene col padre, se vanno d’accordo, e lui dice di sì, perchè il padre non c’è mai a casa.

Claudio, girando per le due cucine, nota il disordine di Corrado. A vincere la gara è il figlio, quindi il pomodoro. Claudio dice è già tanto si sappia destreggiare in cucina visto che il padre non distingue nemmeno il locale cucina, e dice nota solo che a differenza del bagno lì non ci sia il water. Ovviamente scherza.

A lunedì con La prova del cuoco.

Non è consentito riportare il post, e nemmeno parte di esso in altri blog e/o forum, pena provvedienti giudiziari.

Senza categoria
Pubblicità

Lascia un commento

*