Michele Santoro ‘sale sulla gru’ e spara a zero su Berlusconi (“meglio come barzellettiere”) e Garimberti (“presieda un circolo di Tennis”).Sulla Costamagna…

Pronto a ‘scassare‘, questa sera, avviluppato su una gru (d’altronde, Servizio Pubblico è “una tv che sale sulla gru come hanno fatto tanti per far sentire loro voce”), Michele Santoro ospite, ieri sera, alla trasmissione radiofonica di Radio24, La Zanzara, ha snocciolato una serie di ‘massime‘, o meglio, ha assestato delle ‘sberle‘ (di ‘Bossiana memoria‘) a politici, dirigenti e colleghi. Nulla di nuovo, insomma… Cominciamo da colui che il giornalista, nel corso della conferenza stampa di presentazione del nuovo progetto, ha definito “un fenomeno morto“, Silvio Berlusconi:

“Berlusconi? Una persona straordinariamente intelligente, non e’ una persona comune, ora pero’ e’ un po’ vecchio, ha perso la testa per la f..”.

Certo, per la ‘f…inanziaria‘, come non comprenderlo… il giornalista ha continuato:

”Passera’ certamente sui libri di storia anche se e’ piu’ interessante come barzellettiere che come personaggio storico”.

C’è posto anche sui libretti di barzellette di Totti, oltre che sui libri di storia… Santoro, inoltre, riferendosi alle ultime, infelici affermazioni del Presidente Rai Paolo Garimberti, ha invitato quest’ultimo a ripensare al suo ruolo:

”Garimberti? Potrebbe presidere un circolo del tennis piuttosto che la Rai”.

Come dagli torto… infine, sottolineando la sua distanza dalla condotta del ‘collegaBruno Vespa, sempre più impegnato a fabbricare plastici e prescrivere diete per rialzare gli ascolti dell’agonizzante Porta a Porta, Santoro dice la sua sull’allontanamento di Luisella Costamagna da In Onda, il programma de La7 che le ha visto subentrare alla conduzione il vicedirettore de Il Giornale, Nicola Porro, con effetti funesti sugli ascolti:

“Non sono come Vespa che stila classifiche di chi lavora meglio, pero’ posso dire che la sostituzione della Costamagna non si comprende. E’ una cosa strana, e’ la linea che hanno gli editori oggi di contrapporre uno di destra con uno di sinistra. Anche se Telese non mi sembra proprio di sinistra”.