La prova del cuoco – Puntata del 07/11/2011 – Anna Moroni vs le sorelle Landra. La ricetta di Alessandra Spisni e ‘Casa Clerici’. Settimana dedicata all’AIRC.

Ad aprire la settimana e la consueta anteprima è Annina che risponde alle mail dei telespettatori, quest’oggi parla della cottura a microonde delle mele corre, levando il torsolo e mettendo dentro del miele, gherigli di nozi zucchero e scorza di limone, mettendole poi nel microonde per 10 minuti a 500 di potenza. Ma ecco dopo la reclam la sigla e Antonella che entra in studio portando la sua allegria e la sua solarità.  Qualche battuta col maestro, saluti al pubblico composto anche da stranieri, e Anto coglie l’occasione per dire che il cuoco ha oltre 200milioni di spettatori nel mondo e poi sensibilizza sulla settimana della ricerca dell’AIRC, invitando a donare per la ricerca. Va quindi ad estrarre le palleche compongono il nuemro del biglietto della lotteria che vince 100mila euro, di cui vi rendiamo conto con la foto a inizio post.

Si inizia subito con una donna combattente, la nostra Anna Moroni, protagonista della sfida di ‘Anna contro tutti. Oggi sfida niente di meno che le sorelle Laura e Margherta Landra. Anna mette però le mani avanti, perchè il piatto oggetto del contendere non è delle sue tradizioni visto che è milanese, si tratta della casola.

Le Landra danno gli ingredienti di quella della loro mamma che la faceva come tradizione sempre nel giorno dei morti. Serve la verza e gli scarti del maiale, le salsicce, il codino o il piedino, costine di maiale, sedano, carota, cipolla, sale, pochissimo vino e un pochino di passata di pomodoro. Iniziano a scottare in una padella di rame la cotenna e gli scarti del maiale (Annina invece non fa niente di tutto ciò ma inizia facendo rosolare le salsicce, in un’altra… pentola mette sedano carota e cipolla a pezzettini), mentre le sorella Landra le salsicce le bucherellano e aggiungono costine e cotenne dopo un’ora che il resto è cotto a parte aggiungendoci anche la verza bollita a parte. Criticano Annina, la sua versione leggera dicono vola via, e dicono non sa nemmeno pronunciare bene il nome del piatto.

I due piatti sono diversi, le LAndra dicono che quello di Annina è un’altra cosa e non la casola. Dello stesso parere è il giurato Claudio Lippi che, evitando di assaggiare, assegna la vittoria alle sorelle Landra.

Ed ora la mazurka introduce Alessandra Spisni, che oggi prepara un dolce della tradizione bolognese: la pinza. Ecco gli ingredienti.

Si inizia impastando  per bene tutti gli ingredienti in polvere, quindi si ggiungono le uova ed un goccio di latte e ottenendo così la base per la pinza , si prosegue  facendo  la mostarda tagliando le mele cotogne, pere cotogne, prugne secce denocciole, uvetta,cannella, scorza di limone, zucchero,qualche cucchiaio di aceto, cucchiaio di grani di senape e facendo cuocere il tutto  per qualche ora e passando poi il composto ottenuto con il tritacarne.

Adesso stendiamo l’impasto, lo riempiamo con la mostarda e lo arrotoliamo formando la pinza. Inforniamo a 180° per 20 minuti e buon  appetito!

E’ il momento di Antonella di cucinare, a Casa Clerici. Oggi prepara il tacchino tonnato. Ecco gli ingredienti: 1 tacchino, una scatola di tonno, sedano, carota e cipolla maionese, pasta di acciughe e capperi. Si inizia legando il pezzo di tacchino con lo spago e mettendolo a cuocere in acqua salata con il sedano, la carota e la cipolla. Dopo 45 minuti di cottura ci aggiungiamo anche le carote precedentemente lessate. Intanto nel frullatore mettiamo il tonno, la maionese e un po’ di pasta di acciughe e i capperi e frulliamo il tutto. Si impiatta tagliando il tacchino a fette e mettendoci sopra questa salsina. Buonn appetito!

Infine la gara dei cuochi che vede oggi nel pomodoro Natale Giunta e nel peperone Michele Farru. Con loro come ogni inizio settimana, ci sono due nuovi concorrenti  che sono la signora Susanna e il neo laureato Michele.

Come ogni lunedì la gara è caratterizzata più che altro dal conoscere i due nuovi concorrenti che restano in gara fino a venerdì quando uno dei due si vede assegnare e quindi vincere i 5 mila euro in palio. Entrambi parlano di loro,della loro vita e della loro famiglia. Michele racconta inoltre della sua laurea in lettere e della tesi che ha portato. Si arriva così celermente al termine. E il pubblico, convittoria schiacciante, ben l’88% di preferenze, decreta che a vincere la gara è la squadra del peperone.

Da notare che la grafica riporta il 13% di voti per la squadra avversaria, presumibilmente si tratta di un errore grafico, visto che la somma dei due voti supera il 100%.

A domani con La prova del cuoco.