La prova del cuoco – Puntata del 12/11/2011 – Ricetta della domenica di Anna Moroni, pizza con Gabriele Bonci, merenda con Lorenzo Branchetti e il dolce.. E Facchinetti e Pani ai fornelli!

Dopo la brevissima anteprima in cui Anna Moroni da sola svela i segreti per fare un ottimo caramello, svelando che non bisogna mai girarlo mentre cuoce altrimenti impazzisce e che non vanno mai aggiunti i liquidi freddi, ecco la sigla che introduce Antonella che saluta il pubblico, come ogni sabato composto da bambini. Si ricorda anche l’appuntamento a stasera con Ti lascio una canzone (QUI il post).

Subito si inizia con Anna Moroni alle prese con la ricetta della domenica. Questa volta cucinano dalle cucine dei cuochi, non nella solita perchè lì ci sono problemi di corrente, ma per fortuna non manca lo spazio e quindi non c’è problema. Annina oggi prepara la polenta con stracchino e ragù al prosciutto. Ecco gli ingredienti.

Subito Antonella deve occuparsi di fare la polenta, Annnina dice che siccome è del nord deve pensarci lei, e svela un segreto, la polenta non va messa nell’acqua quando bolle altrimenti si formano i grumi, si mette a scaldare dell’acqua, si sala e quando è calda, ma non bolle, si versa a pioggia la farina di polenta, il rapporto è uno a tre, ossia ogni 100 gr di polenta si usano 300 gr di acqua. La polenta cuoce in circa 40 minuti e poi si stende su un tagliere facendola raffreddare. Annina intanto taglia sedano, carota e cipolla grossolanamente e le fa rosolare per fare il ragù, si aggiunge il prosciutto tagliato a pezzetti,i pomodori a pezzi, olio sale e pepe, qualche foglia di basilico, un po’ di prezzemolo tritato e si fa cuocere per mezzora e poi si passa nel passino.

Una volta raffreddata la polenta si taglia… come se fossero tagliatelle (e a tal proposito si ballano le tagliatelle di nonna Pina e altre canzoncine). Adesso in una teglia si mette alla base un po’ di sugo passato nel passino, si mette uno strato di polenta tagliata a fettine come fossero tagliatelle, lo stracchino tagliato a pezzetti, si riparte da uno strato di polenta, stracchino, sugo e infine si spolvera per bene col parmigiano e si inforna per 20 minuti a 180-190°.

Si serve bella calda a porzioni come se fosse una lasagna  e…buon appetito!

E adesso è il momento della merenda di Lorenzo Branchetti. Introdotto dal ciupy ciu, Lorenzo oggi prepara le barrette ai cereali. Si inizia facendo sciogliere in una padella, a fuoco basso, 200 gr di burro  e una volta sciolto si aggiungono 200 gr di zucchero di canna, 4 cucchiai di miele e si mescola bene il tutto.

Adesso si prendono due ciotolone: in ognuna si mettono 200 gr di fiocchi di avena e in ognuna si mette metà del composto appena fatto col burro. 50 gr di cornflaikes in ognuna delle due ciotole, si amalgama e in una ciotola si aggiunge l’uvetta, mentre nell’altra i frutti di bosco. Si mescola ogni composto delle ciotole, si fodera una teglia con carta forno e si mette da una parte il composto di una ciotola e dall’altra quello dell’altra, oppure si utilizzano due teglie.

Si inforna a 180° per 10 minuti, e poi si taglia formando le barrette. E buon appetito!

Andiamo ora tutti da Gabriele Bonci, che prepara la pizza con burrata acciughe e  puntarelle, una pizza che si mangia addirittura fredda. Per l’impasto si usano 800 gr di farina, 200 gr di grano duro, 10% di lievito naturale oppure 7 gr di lievito di birra secco, si aggiungono 600 gr di acqua e un filo di olio extravergine di oliva e si amalgama il tutto, si tira l’impasto sulla tavola e si fanno delle pieghe di rinforzo e poi si mette a lievitare in frigorifero per 24 ore.

Sis tende quindi l’impasto sulla teglia e si mette sopra il pomodoro (usa il datterino passato nel passino) e si inforna a 250° nella parte alta per qualche minuto e poi si sposta al centro. Una volta cotta si lascia raffreddare, si mette sopra la burrata, le acciughe sotto sale e infine sopra le puntarelle condite con un pochino di aglio. Un filo di olio sopra e buon appetito!

Ed ora è il momento di un bel dolce fatto da Guido Castagna. Prepara una torta con le mele e cioccolato.  Si montano 5 uova con 50 gr di zucchero, si aggiungo 170 gr di cioccolato sciolto, go gr di burro  si amalgama tutto, si mette su una teglia da forno e si inforna a 170° per 15 minuti, ottenendo così un biscotto.

Adesso si prepara lo zabaione, mettendo in una ciotola 125 gr di marsala, 125 gr di panna, un po’ di zucchero, si mescola il tutto, si mette in uno stampino e si inforna a 90° per 15 minuti. Adesso si prepara la base per fare il cioccolato sciogliendo 125 gr di cioccolato, si aggiungono 125 gr di latte caldo e si mescola bene, si aggiungono due foglie di colla di pesce ammollata nell’acqua, si mescola tutto e si mette inn frigorifero a raffreddare, dopo di che si alleggerisce il tutto con la panna montata non zuccherata , amalgamando poi dal basso verso l’alto.

Adesso si mette in uno stampo come base il biscotto precedentemente preparato, si mette sopra il composto appena fatto e si aggiunge lo zabaione fatto prima. Si mette in freezer. Adesso si tagliano due mele a cubetti e si passano in padella con un pochino di burro e poi si mettono sopra al nostro semifreddo. Si decora con cioccolato e mele caramellate al forno e…buon appetito!

Infine la gara dei cuochi che vede oggi nel pomodoro Cristian Bertol e nel peperone Mauro Improta. La gara oggi è a favore dell’AIRC e vede quindi in qualità di concorrenti nel pomodoro Francesco Facchinetti e nel peperone Massimiliano Pani.

La gara prende il via, Francesco parla di come prima non conoscesse Massimiliano ma solo sua sorella. Intanto c’è Anna Moroni, il giurato della gara, che sta osservando tutto visto che poi deve votare decidendo quale squadra vince la puntata. Si parla ovviamente di Ti lascio una canzone, (QUI il post) ricordando l’appuntamento per stasera con la nuova puntata. Francesco parla poi della sua bambina e di come il diventare padre l’abbia cambiato. Sia Francesco che Massimiliano parlano della loro famiglia, Francesco dice nella sua sono addirittura cinque figli, quindi suo padre si è dato da fare.

E parlano anche della loro carriera e di come se la cavano in cucina. Arriva il momento di Anna di assaggiare e giudicare, e Annina dice come le impressioni iniziali si sono capovolte, di come a volte ciò che è bello non balla. Difatti i piatti del peperone sono bellissimi ma non sanno di nulla, al contrario del pomodoro che non sono stupendi ma molto buoni.

A vincere quindi è il pomodoro. I mille euro vanno ovviamente all’AIRC.

A lunedì con La prova del cuoco, a stasera con Ti lascio una canzone (QUI il post)