Magazine – Il Papa bacia l’Imam per Benetton; Biondi le canta alla Ventura e a Morgan; le foto della Ferilli e il menù di Mentana.

  • Se il Papa bacia l’Imam – Curiosità da AdnKronos

E’ partita la nuova campagna chock di Benetton, e a Milano e a Roma è ‘guerriglia marketing’. Nella Capitale, poco dopo le 8 di questa mattina, è stato srotolato su Ponte dell’Angelo, a pochi passi dal Vaticano, un manifesto con l’immagine del Papa che si bacia con l’Imam de Il Cairo. Molti turisti e passanti si sono fermati per fotografare il fotomontaggio che non mancherà di far discutere […] La nuova campagna ‘politically uncorret’ di Benetton vuole essere un invito “ai leader e gli abitanti del mondo a combattere la ‘cultura dell’odio’ e dà vita alla Fondazione Unhate”, si legge in una nota del gruppo di Ponzano dove si ricorda che “gli odi non cessano mai grazie all’odio, cessano grazie al non-odio”.

  • Mario Biondi le canta alla Ventura, a Morgan ed ai cantanti con l’x Factor – Spettacolo da Repubblica

Con questi programmi ci stiamo mettendo in ridicolo, il nostro è un lavoro da professionisti, non da hobby: qualcuno mi spieghi a quale titolo Simona Ventura viene chiamata a gudicare un’intonazione quando dovrebbe giudicare al massimo solo il mezzo televisivo. Per non dire di Morgan che invita i concorrenti a concentrarsi sulle vendite, e detto da uno che non vende nemmeno una copia… Comunque i telespettatori si sono stancati e aX Factor ci vanno ormai i matti, quelli che cantano nella piazza come i lupi.

  • Enrico Mentana si dà alla cucina – Spettacolo da TgLa7

12:35 – Enrico Mentana conduce lo Speciale del TgLa7 sul nuovo governo, tornando dal ‘nero’: “Scusate, magari vi sintonizzate solo ora e pensate questo sia il menu di Benedetta…”.

  • Le foto osè della Ferilli non sono reato – Gossip da AdnKronos

Le foto osè di Sabrina Ferilli, pubblicate sulla rivista ‘Scandali 2000’, anche se ritraggono l’attrice senza veli, non costituiscono reato di diffamazione. Ecco perché la quinta sezione penale della Cassazione ha bocciato il ricorso di Sabrina Ferilli che si era costituita parte civile contro l’assoluzione accordata dalla Corte d’Appello di Salerno, nel gennaio 2010, al direttore della rivista in questione. Come ricostruisce la sentenza 42130, gli scatti incriminati non avevano alcun carattere di oscenità, tanto meno pornografico o di erotismo tanto che la foto che ritrae la Ferilli a mezzo busto era stata riprodotta anche sulla copertina del settimanale Max. Ciononostante l’attrice ha fatto ricorso in Cassazione sentendosi diffamata dagli scatti pubblicati su ‘Scandali 2000’. Piazza Cavour ha respinto il ricorso