Laura Pausini a C’è posta per te 2011 – Foto e storia

La storia di un regalo“, le note di Io canto, celebre brano di Riccardo Cocciante, reinterpretato daLaura Pausini, introducono l’interprete romagnola in studio. Radiosa, emozionata dall’accoglienza entusiasta del pubblico, Laura siede sul pouf, su invito di Maria che comprende l’emozione dell’amica, lasciando spazio alla storia di Giorgio. “Il 30 settembre dell’anno scorso mia moglie è diventata un angelo“, racconta l’uomo, “il cuore fa ancora male“, aggiunge, rivolgendo il suo pensiero alle figlie che da quel ‘maledettissimo‘ giorno assistono il padre, il quale, però, scrive a C’è posta per te perchè “loro sono giovani, devono uscire, devono divertirsi“. Laura dovrà aiutare Giorgio ad indurre le figlie a formulare la promessa di vivere liberamente la loro esistenza.

Lui mi ha detto una cosa che mi ha fatto uno strano effetto“, racconta Maria con la voce rotta dall’emozione, “ho bisogno di scrivere a mia moglie e le scrivo su Facebook, in posta privata, ogni giorno…“. Un’immagine dolcissima che racconta d’un amore senza tempo.

S’è spezzato in due il mio cuore. Una notte mamma mi è venuta in sogno e mi ha detto: ‘fai l’albero Giorgio’ […] quest’anno non avrò bisogno di sognare la mamma, perchè è sempre con noi. Noi dobbiamo fare una cosa adesso, rialzarci e prendere la nostra vita in mano.

Giorgio conclude il suo intervento, affidando il racconto del suo amore a Maria.Vorrei che le vostre anime possano volare libere e in alto“, è questo l’anelito del padre. Ma “la vita ogni tanto può regalare qualche gioia“, stasera la vita regala l’incontro con Laura Pausini alle due ragazze. Commossa, Laura siede tra le ragazze: “lui è lì e vi chiede di aiutarlo a stare più sereno, vivendo la vostra vita… tanto i ricordi non vanno via, rimangono […] io sono qui perchè ho saputo che mi ascoltate e voglio farvi una sorpresa“. Due regali per le ragazze: un viaggio per l’una, le spese di un corso universitario in fisioterapia per l’altra. Per entrambe un posto al primo concerto all’Arena di Verona di Laura.

Non dovete preoccuparmi per me. Ho bisogno di riflettere, restare da solo… non dovete aver paura, io sarò sempre con voi, in qualsiasi istante della vostra vita.

Un abbraccio conclude questo straordinario momento. Laura, infine, interpreta Non ho mai smesso, dal suo nuovo album Inedito, in vetta alle classifiche di vendita. Arrivederci alla prossima edizione.