Distretto di polizia 11 – Nona puntata del 27/11/2011 – Anticipazioni

Le avventure al cardiopalma raccontate da Alberto Ferrari nell’undicesima serie di Distretto di polizia tornano ad appassionare il pubblico, il quale si prepara a salutare i protagonisti della serie Taodue, ormai prossima all’epilogo. Prima di anticiparvi quanto accadrà nell’ottavo e nel nono appuntamento, vediamo quant’è accaduto nella scorsa puntata. Una donna in preda ad una crisi finisce in un folto bosco, cerca aiuto chiamando gli agenti del Decimo, ma non è in grado di comunicare le coordinate del luogo in cui si trova, resta poco tempo per ritrovarla: la inseguono. Al distretto, solo nella mattinata seguente riescono a rintracciare la chiamata e si dirigono nei pressi di Ciampino, ma la donna è stata freddata. L’autopsia rivela le cause della morte: un’overdose di un acido prodotto in Cina; l’indagato in un primo momento è l’uomo con cui è stata la sera precedente, ma presto i sospetti si rivolgono al suo fidanzato. L’uomo è omosessuale ed aveva chiesto al suo amante cinese di procurargli un prodotto che calmasse la fidanzata, un prodotto che, invece, le è stato fatale. Intanto, Brandi confessa a Valentina il suo interesse, il “capo” della donna li osserva e riconosce nell’uomo il responsabile dell’omicidio del figlio, avvenuto nel corso di un blitz in Germania, al quale l’uomo è riuscito a fuggire. Nel secondo episodio, “l’acrobata” viene ritrovato senza vita nella sua abitazione. Gli amici della band nella quale la vittima suonava il sax, interrogati,  non riconoscono il sax trovato sulla scena del crimine: quello della vittima è stato rubato dall’assassino. Si pensa ad un regolamento di conti, il ragazzo, infatti, veniva appellato “acrobata” proprio perché era abile ad ‘arrampicarsi‘ per poi compiere piccoli furti. Ai suoi “soci” dava noie, ma ne dava soprattutto al suo vicino di casa che, esasperato dalle prove al sax che il ragazzo concentrava nelle ore di sonno del vicino, lo ha ucciso con lo stesso strumento che ha anche rubato e rivenduto. Brandi viene invitato a cena da Valentina e il suo capo, questa cena però insospettisce Pietro che lo segue, facendo tenere sottocontrollo, dalla collega Rostagno, il cellulare di Valentina. I sospetti di Pietro Esposito sono fondati, infatti, Corallo non si è ancora presentato alla cena perchè sta tentando di uccidere il Vice Questore Aggiunto.

Nella puntata in onda questa sera, nel primo episodio dal titolo “Il sangue di Luca“, il piano ha funzionato e Corallo tiene finalmente Leo sotto tiro. Gli uomini del X Tuscolano tentano una disperata corsa contro il tempo per sventare l’attentato, ma questa volta la bilancia della fortuna sembra pendere dalla parte di Corallo. Nel secondo episodio, dal titolo “La cattiva strada“, l’assassino di Luca ha ufficialmente un volto, quello di Antonio Corallo. E per gli uomini del X Tuscolano, finalmente, si apre la caccia.

Nella nona puntata in onda domenica 27 novembre, dopo la morte di Cayard, Valentina e Mara si precipitano al cantiere navale ma si rendono conto, con sorpresa, che la barca di Corallo è sparita. Nel secondo episodio, Leo e Gallo hanno avvertito tutte le capitanerie di porto del Mediterraneo, ma la barca di Corallo non si trova ancora. Leo decide allora di ripartire nelle indagini e di interrogare Mara.