La prova del cuoco – Puntata del 22/11/2011 – ‘Chi batterà lo chef?’, il dolce della pasticceria casalinga di Anna Moroni e altre ricette.

Mezzogiorno in punto, è l’ora della pasta asciutta! A servirla sulle vostre tavole, anche quest’oggi, è Antonella Clerici, che irrompe in studio in ‘tenuta west’. Antonella si dice contenta dei risultati record (lei, di ‘risultati record‘, ne sa qualcosa…) registrati da Fiorello, qui nel dettaglio. Canzoncina d’auguri a Simonetta, la regista, l’occasione offre ad Antonella lo spunto per chiarire: “io ho deciso che mi fermo a 40…“, furba lei!

Si comincia con Chi batterà lo chef?, Maria Montrone e Vito Lombardi, moglie e marito, proveranno a vincere l’imbattibile Marco Parizzi, da 5 puntata campione. Gli sfidanti, della provincia di Bari, hanno portato: cipolle di Acquaviva, lievito istantaneo, pomodori, olive, grana, zucchero, peperoncino, farina e ricotta forte. Prepareranno dei panzerotti di cipolla e ricotta forte.

L’ingrediente segreto che ciascuno dovrà introdurre nella propria ricetta, indicato dal giudice Heinz Beck, è la melanzana. Marco proporrà  la parmigiana alla pugliese, mentre le sfidanti i panzerotti ripieni di cipolle e ricotta forte. Si parla, con gli sfidanti che si raccontano e parlano del loro matrimonio, del loro lavoro e dei loro due figli grandi. Si arriva così al termine della gara, e ora i piatti vengono sistemati in modo che sian pronti per essere assaggiati da Heinz, che non sa chi li ha cucinati.

Heinz entra, osserva e inizia ad assaggiare e decide che… a vincere è il piatto n.2, quello degli sfidanti. Nel piatto di Marco dice si sentiva un po’ troppo l’olio, in quello dei concorrenti ha molto aprezzato la qualità della pasta dei panzerotti che è stupenda e perfetta.

Ed ora il ballo della casalinga introduce Anna Moroni, pronta con la sua pasticceria casalinga. Oggi prepara le coccole.  Ecco gli ingredienti.

In una ciotola si mettono 150 gr di ricotta, si gira per bene, si aggiungono 7 cucchiai di latte, 80 gr di zucchero, 7 cucchiai di olio, una bustina di vanillina  e infine la farina e il lievito. Si amalgama bene tutto e poi si lascia riposare. Poi si divide l’impasto in due parti, si stende su della carta forno, si spennella con ilbianco di un uovo, si cosparge sopra di cioccolato fondente tritato e di mandorle tritate. Si arrotola il tutto abbastanza stretto e poi si taglia formando i biscotti a forma di girelle e si inforna il tutto a 180° per 20-25 minuti. Si spolverano di zucchero a velo e…buon appetito!

Ed ora è il momento del maestro in cucina Sergio Barzetti. Oggi prepara come sempre una ricetta semplice, ma non banale, che ha una storia, e sono le pipe rigate con polpette di tacchino. Ecco gli ingredienti.

La prima cosa fondamentale è quella di mettere a cuocere  il broccolo una volta lavato, pulito e tagliato a mazzettini, si aggiunge anche una foglia di alloro e un filo di olio affinchè rimanga la clorofilla nel broccolo, poi si sala e si aggiunge anche la pasta a cuocere.

Si passa adesso a preparare le polpette mettendo nel mixer la polpa di tacchino, delle carote a pezzetti, sedano a pezzetti, erbe aromatiche come il timo, poi sale, pepe, il pane togliendo la crosta e ammollato nel latte, il parmigiano e si frulla il tutto, si formano poi con le mani delle polpettine e si fanno cuocere per due-tre minuti in padella con un filo di olio. Una volta cotta la pasta e i broccoli, si scolano e si aggiungono nella padella delle polpette, si fa saltare il tutto, si spolvera di grana e …buon appetito!

Si passa adesso a parlare di olive con Carlo Cambi. Sottolinea l’importanza dell’olio, che viene consumato poco e male.  Inoltre l’olio va sul mercato a prezzi troppo bassi e non remunerativi per i prodttori. Un olio buono ci vogliono 6 kg di olive raccolte a mano, per cui l’olio buono costa, a differenza di quelli in commercio che molte volte costano poco e non sono di qualità Si sottolinea anche l’importanza dell’olio, che tra le altre cose fa molto bene al cuore, e si passano in rassegna vari tipi di olive e di conseguenza di oli.

Gioco della lotteria: vengono assegnati 5 mila euro con il cucchiaio e  4 mila euro con la mezzaluna. Alla ruota della fortuna esce la forchetta, quindi nessun premio aggiuntivo.

Infine la gara dei cuochi che vede oggi nel pomodoro Gilberto Rossi  e nel peperone Natale Giunta. Con loro ci sono i due concorrenti in gara da ieri e per tutta la settimana, ossia Luisa Spotti e Simone Passiatore.

Natale ricorda la puntata di sabato quando ha cucinato con Justine Mattera, dicendo che poi l’ha vista anche in aeroporto. Racconta poi che domani andrà per lavoro in Brasile, beato lui e ci starà ben cinque giorni per un convegno. Antonella gli dice di fare delle foto e poi di mandarle. Simone parla del fatto che molti gli dicono che somiglia a Lucio Battisti, Luisa invece dice che in caso di vittoria dei 5 mila euro del venerdì andrebbe in una beauty farm, ovviamente senza suo marito con cui tra fidanzamento e matrimonio sta da 60 anni.

Si arriva così a fine gara e a vincere questa volta, con il 55% di preferenze del pubblico, è la squadra del pomodoro.

A domani con La prova del cuoco.

———————————————————————————————————————–
UnDueTre.com è anche su Facebook!
Se vuoi essere sempre informato sul mondo dello spettacolo clicca Mi piace su questa pagina
———————————————————————————————————————–