Italialand – La quinta puntata del 25/11/2011 – Video e ospiti: Guido Crosetto e Nichi Vendola “nelle fauci di Marzullo”.

A volte la satira ti aiuta a capire più di mille ragionamenti“, è questa la conclusione a cui Gad Lerner è approdato al termine della quarta puntata di Italialand, a cui il giornalista ha assistito dalla platea. “Ieri sera a Italialand il formidabile Bossi-Crozza sulla panchina veniva interrogato da un gruppo di giovani. ‘Lei cosa faceva?’. ‘Il ministro’. ‘Davvero, il ministro, e di che cosa?’. ‘Facevo il ministro delle riforme’. ‘E che riforme ha fatto?’. Risate del pubblico“. Divertito e nel contempo amareggiato, lo spettatore e, prima ancora, il cittadino, riflette sulle anomalie di un sistema che, non a caso, Crozza racconta come un parco giochi nel quale sperimentare le emozioni più diverse: la sorpresa, l’ilarità, l’angoscia e, talvolta, il terrore. Questo è Italialand, “un paese dove al governo non c’è neanche un politico e siamo tutti contenti“, “come se un tifoso del Milan va allo stadio e si trova 11 tennisti…“,  l’unico parco giochi al mondo dove i “‘calci in culo’ ti vengono a trovare loro”. Questa sera, Italialand riapre proponendo nuove, mirabolanti attrazioni: Ghedinello, un Ghedini in salsa futurista, ispirato al personaggio di Petrolini, la Gelmini, ‘tunnella‘ per il trio Medusa, Montezemolo, fondatore dell’”Italia dei carini“, un malinconico Vasco Rossi e… qui potrete leggere nel dettaglio le novità della seconda edizione di Italialand.

Pierluigi [Crozza] Bersani

Siam mica qui ad insegnare la macarena alle anguille Morte […] ti posso chiedere un piacere da uomo a morte? Se incontri Berlinguer digli che non mi hai incontrato… […] Siam mica qui a pulire il palazzo dell’Onu col Vetril.

Maurizio Crozza

Quando è arrivato Attila, i romani non si sono mica salvati mettendo l’Ici… […] Ieri Monti ha raccontato alla Merkel le misure che intende prendere, la Merkel ha visto le misure ed ha detto: ‘grosse’… s’è eccitata…

Forrest Bossi

Le banche sono come una scatola di cioccolatini, se ne mangi troppi ti viene lo Spread. […] Noi della Lega avevamo un sogno: riempire l’Italia di gazebi, ma già montati, perchè se dovevamo montarli noi…






Italialand è su UnDueTre.com