Resto Umile World Show – Zalone ‘non è Fiorello’, per fortuna. Le foto della prima puntata.

Il “Checco uomo”  si “è mostrato all’Italia intera” nel suo nuovo show “Resto umile world show“. In realtà, Checco, di umile, ha conservato poco, stando a quanto racconta con squisito sarcasmo: “già lo so cosa succederà: una di voi busserà al camerino, io la farò entrare e mi proporrà di fare l’amore, ma a chi l’ha chiesto? All’artista famoso o all’uomo rimasto umile? Io, ogni volta, sono costretto a darle due botte, una per l’artista e una per l’uomo…“. Provando a condensare le nostre impressioni ‘a caldo’ sulla nuova creatura ‘catodica’ di Checco, potremmo affermare, parafrasando quanto detto dai dirigenti Mediaset in merito alle aspettative d’ascolto dello show: Checco non è Fiorello… e meno male! Se la comicità dello showman siciliano, ad alcuni (pochi, in verità, gli altri si sono uniti al coro unanime che reclama la beatificazione), è parsa stanca e per nulla ficcante, Checco ha saputo sorprendere per sarcasmo ed originalità, oltre che per spregiudicatezza (roba che, al confronto, il ‘ciao, ciao Brambilla‘ sembrava il canto di introduzione alla Santa Messa). A Canale 5, forse, saranno stati più parsimoniosi, come la conversazione tra Checco e PierSilvio Berlusconi ha rivelato, ma Checco ha saputo colmare le lacune di budget con un il suo ‘genio‘. Mediaset “non è la Rai” e Checco non è Fiorello, per fortuna.

La fotogallery della prima puntata che ha visto tra gli ospitiLaura Pausini, Claudio Bisio e Kekko dei Modà.