Sabina Guzzanti da marzo, in prima serata, su La7: “dopo Berlusconi, la satira torna in televisione”.

La storia di un amore negato“. Con queste parole, Maria De Filippi, spiegherebbe agli spettatori la travagliata vicenda professionale di Sabina Guzzanti, riferendosi all’idillio, barbaramente interrotto dall’onnipotente (‘na volta…) Silvio Berlusconi, con l’ex direttore di Raitre, Paolo Ruffini. Oggi, tolto di mezzo l’Innominato, Sabina e Paolo convolano a nozze, generando un nuovo, attesissimo progetto. “Cosa farà la satira dopo berlusconi?… be’, per esempio torna in televisione“, la Guzzanti mette a tacere quanti, con piglio malinconico e con demenziale sarcasmo, rimpiangono l’ex Premier, proclamando la morte della satira. In realtà (se ne facciano una ragione!), la satira, rinasce a nuova vita, trovando ne La7 l’amorevole balia. Il successo di Maurizio Crozza, l’arrivo di Serena Dandini e della sua strampalata banda di comici, il ritorno di Sabina Guzzanti, epurata dalla Rai dopo la prima, seguitissima puntata di Raiot, ne sono la testimonianza più fulgida. Ma, forse, a tornare non è la Guzzanti. Sabina, infatti, sul suo blog annuncia:

esiste un quarto fratello guzzanti comico illegittimo che fa ancora più ridere degli altri 3! […] ma quando lo/a potremo conoscere? ebbene questo quarto guzzanti ha appena firmato un contratto con la7.

Chiarisce, inoltre:

la7 ha preteso che l’artista si impegnasse ad assumere posizioni controcorrente, nel timore che quest’ultimo si potesse assopire nella pax montiana. queste le ragioni fondamentali della lunghezza della trattativa durata più di sette mesi.

L’attrice, inoltre, rivela la data di messa in onda del suo nuovo show:

La messa in onda, che consentirà a tutti di conoscere questo nuovo volto della comicità, è prevista per marzo. Primi di marzo o metà marzo.

Lo show occuperà la prima serata del mercoledì. Dopo l’era oscurantista, che prosegue in Rai, la satira torna, finalmente, a raccontare il paese e “l’Italia torna a tremare“.