Tutti pazzi per amore 3 – Settima puntata del 06/12/2011 – Anticipazioni episodi.

Doppio appuntamento questa settimana con Tutti pazzi per amore e i suoi protagonisti. Nonostante due settimane fa la puntata infrasettimanale, trasmessa anch’essa di martedì, fece registrare un calo vertiginoso degli ascolti, se confrontati ai già mediocri risultati domenicali, anche questa sera va in onda una nuova puntata con due nuovi episodi. Lentamente la linea temporale, che avanza di un giorno a puntata, si avvicina al Natale ed alle festività che gravitano intorno ad esso. I protagonisti diverranno più buoni, grazie all’atmosfera del Natale, o continueranno a combianarne di tutti i colori? Scopriamolo leggendo le anticipazioni dei due episodi odierni.

Primo episodio: Lunedì, 19 dicembre – Cristina e Raoul hanno deciso di dire a Claudia del bambino. Per farlo hanno però bisogno del sostegno di tutta la famiglia ed è per questo che organizzano una colazione a Casa Giorgi – Del Fiore. Appena Paolo vede Claudia la riconosce: vent’anni prima, hanno passato una notte di follie insieme. Lui la ricorda con entusiasmo, mentre lei non ricorda proprio nulla. Eva cerca di rassicurarlo, ma l’autostima di Paolo è messa a dura prova! Eva, intanto, è incuriosita dai racconti di Paolo, sembra che questa Claudia abbia davvero un fascino speciale. Laura in redazione è alle prese con… lo sconforto di Monica, dopo la dichiarazione fatta a Giampaolo, la donna infatti è a pezzi. Non può immaginare che il pediatra non riesce a smettere di pensare alle sue parole. Mentre fa volantinaggio davanti all’università, Cristina vede Martina entrare in facoltà. L’iniziale delusione per il comportamento dell’amica, si trasforma ben presto in frustrazione: Martina ha deciso di tornare a studiare perché forse così potrà ottenere qualcosa nella vita. Cristina non solo si sente tradita, ma anche destinata a fallire. Viola, intanto, è l’unica a non mostrare nessun entusiasmo per l’arrivo della madre: il loro rapporto è da sempre conflittuale. Ema fraintende il nervosismo della ragazza e pensa  sia legato all’arrivo di Jean Claude. La guerra in casa Pierantoni sembra ben lontana da una tregua. Stefania non ha pagato la prima rata del finanziamento e Giulio ne approfitta per far pignorare alla moglie tutti i mobili e i soprammobili di design. In redazione intanto Maya continua a lottare con gli scompensi portati dalla sua astinenza, mentre Rosa, succube ormai di Anna, discute ancora con Teo.

Secondo episodio: Martedì, 20 dicembre – Paolo racconta a Cristina di aver deciso di aspettare prima di avere un bambino da Laura. Cristina non è d’accordo: non vuole essere la causa di questa decisione che, secondo lei, non ha alcun senso. Appena ne ha occasione, decide di parlarne anche con Laura. Claudia, intanto, ha elaborato che se suo figlio sta per diventare padre, allora lei sta per diventare nonna. Il pensiero la ossessiona e la terrorizza al punto da farla correre al vivaio in preda alla disperazione per parlarne con Paolo, che invece non vede l’ora di occuparsi del suo piccolo nipotino. È proprio al vivaio che Eva conosce finalmente Claudia e ne rimane profondamente colpita. Il momento dell’arrivo di Jean Claude è giunto ed è ben peggiore di come se lo aspettava Emanuele. Non solo l’amico della sua fidanzata è bellissimo, ma sembra che sappia fare bene qualsiasi cosa, oltre a conoscere Viola meglio di lui. Cristina, intanto, è ancora furibonda con Martina, ma una chiacchierata con Raoul le fa capire che per essere amici, non è necessario seguire la stessa strada. A casa Pierantoni, Stefania decide di vendicarsi con Giulio, lasciandolo chiuso in bagno per un’intera giornata. Ormai tra loro è guerra aperta. Monica ha, invece, deciso di chiudere con Giampaolo: anche se si è predestinati, per far nascere un amore bisogna essere in due. Giampaolo intanto comincia anche lui ad avere le visioni del passato. Il pediatra ne è sconvolto e decide di parlarne con Laura. Intanto le cose tra Rosa e Teo sembrano peggiorare: Rosa confessa a Teo di essere molto infastidita dalla sua decisione di partire per Amsterdam, mentre lui non sopporta di essere continuamente considerato un ragazzino. Maya, invece, cerca di combattere le crisi d’astinenza sessuale osservando i granelli di sabbia che scorrono di ora in ora in una clessidra.