La prova del cuoco – Puntata del 07/12/2011 – Le ricette di Alessandra Spisni e di Anna Moroni per le ‘ricette d’Italia’ e tanto altro.

Putualissima alle 12 ecco la sigla, con il ritorno della PastaAsciutta dopo i due giorni scorsi in cui c’erano le canzoncine natalizie, ed ecco Antonella che la canta mentre percorre tutto lo studio salutando il pubblico. Raggiunge il maestro Andrea, parla con lui del suo compleanno di ieri, e a tal proposito ringrazia i telespettatori per il regalo con cui l’hanno festeggiata, ossia seguendo così in tanti il cuoco.

Come è bello far la cuoca da Trieste in giù‘ è la canzoncina che introduce Annina che balla anche scatenata con tanto di caschè, pronta come ogni mercoledì per le ricette d’Italia. La ricetta di oggi la mandano Antonella ed Esmeralda, zia e nipote dalla provincia di Lecce, che sono al telefono per assistere Anna nella preparazione. La ricetta è la lasagna al forno salentina. Ecco gli ingredienti.

Si inizia impastando la farina e le uova per fare la sfoglia, che poi si stende formando la pasta delle lasagne. In una ciotola adesso si mette il macinato di manzo, due uova, il pangrattato, prezzemolo, sale e il formaggio gavoi grattugiato (o in alternativa uno stagionato e salato), si impasta tutto e poi si formano delle polpette piccole che si friggono in una padella antiaderente con abbondante olio.

Una volta fritte, si scolano e si asciugano e si mettono in un’altra padella dove si è preparato il sugo mettendo la passata di pomodoro, cipolla e basilico e… si malgama il tutto facendo cuocere per qualche minuto. Adesso si tagliano a pezzetti la mozzarella, le uova sode e la mortadella.

Si sbollentano le lasagne e si inizia a prepararle: si unge una teglia alla base e si inizia mettendo uno strato di lasagna, si mette uno strato di pomodoro con le polpette, poi la mozzarella, mortadella e uova a pezzetti e del formaggio grattugiato, si riparte con un altro strato di lasagna e così via per 4 strati, terminando solo con polpette e sugo di pomodoro. Si inforna a 180° per 30-40 minuti e….buon appetito!

Adesso si balla la mazurka, visto che è il momento di Alessandra Spisni. Prepara oggi le tigelle con mortadella squacquerone e pesto di lardo. Prima di iniziare con la ricetta, Antonella fa vedere la rivista del cuoco dicendo è appena uscito il nuovo numero di Natale, dove in copertina c’è lei con il cappello di babbo natale.

E ci tiene a precisare una cosa, visto che nessuno dice mai niente o qualcuno parla a vanvera. Precisa come la rivista mensile del programma sia la rivista di cucina più venduta in Italia, così come La prova del cuoco è la trasmissione di cucina più vista in Italia. Ecco gli ingredienti.

Per prima cosa in una ciotola si mischia lo strutto con lo zucchero , il lievito e il lardo, poi si aggiunge  un pizzico di sale, un gocio di latte, il vino, si inizia a mischiare bene tutto e poi si mette il composto nella farina e si impasta tutto mentre si sentono un po’ di canzoncine natalizie, contenute nel cd natalizio del programma. Una volta ottenuto il panetto dell’impasto si lascia riposare almeno un’oretta fino a quando non raddoppia di volume. Poi si tira l’impasto dello spessore di mezzo dito, con dei coppapasta se ne ricavano dei cerchi che saranno le tigelle.

Si lasciano riposare ancora 20 minuti affinchè lievitino ancora, e poi si fanno cuocere o in un particolare attrezzo apposta, oppure in padella antiaderente. Poi si tagliano  ametà e si riempiono a piacere, loro questa volta con mortadella e squacquerone, ma va bene con qualsiasi cosa. Buon appetito!

Adesso è il momento del macellaio di fiducia Simone Fracassi, che oggi parla di brasato. Brasato, o girello di spalla, si trova nell’anteriore dell’animale, a fianco del classico cappello del prete. Oggi lo prepara come stracotto, ossia in padella si rosola fino a sigillare l’arrosto con poco olio, poi si aggiungono sedano, carota e cipolla, un po’ di prezzemolo e poi si aggiunge del brodo fretto o acqua fredda.

Si lascia bollire a fuoco basso per almeno tre ore, tre ore e mezza, fino a quando non si asciuga. Si passano le verdure e si taglia la carne a fette. L’ideale è accompagnarlo o con un purè o con patate lesse. Stesso tagliodi carne  anche per il brasato, il tempo di cottura è lo stesso, le verdure le stesse ma tagliate un po’ più spesse e poi si copre con del vino rosso.

Carlo Cambi è adesso pronto per parlare del tipico dolce di Natale, il panettone. Lo usa in maniera diversa, usandolo come base di dolce per degli stuzzichini salati. Si usa ad esempio le briciole del panettone come panatura per la carne, oppure preprando stuzzichini con panettone e taleggio, o panettone, rucola e salame.

Parlando poi del panettone tradiizonale come dolce, uno buono deve avere tre caratteristiche fondamentali: almeno il  20% tra uvetta e canditi, deve essere rigorosamente fatto con lievito madre e a lunga lievitazione, quindi non va fatto in casa, e per ultimo va usato esclusivamente solo il burro e non l’olio.

Gioco della lotteria: vengono assegnati 30 mila euro con il cucchiaio e 5 mila euro con la mezzaluna. Alla ruota della fortuna esceil cucchiaio, quindi la concorrente col simbolo abbinato va al gioco degli scolapasta. Ma non indovina dove ci sono gli scolapasta, per cui vince i 30mila euro, ma non i 15 mila del jackpot che vanno così ad accumularsi per i prossimi giorni.

Infine la gara dei cuochi che vede oggi protagonisti Felice Sgarra  nel pomodoro e GiamPiero Fava nel peperone. Con loro ci sono le concorrenti Adele e Gabriella, al loro terzo giorno di gara e finora a pari merito. Subito Antonella chiede a GiamPiero se ci sono novità, ancora nulla dice lui, dicendo che il termine della gravidanza della moglie sia il 25 dicembre. Antonella spera che non nasca a Natale, altrimenti avrebbe un solo regalo.

E parlando e scherzando con le concorrenti si arriva al termine della gara, e il pubblico decreta che con il 65% di voti, vince la squadra del peperone.

A domani con La prova del cuoco.

———————————————————————————————————————–
UnDueTre.com è anche su Facebook!
Se vuoi essere sempre informato sul mondo dello spettacolo clicca Mi piace su questa pagina
———————————————————————————————————————–