Resto Umile World Show – Seconda ed ultima puntata del 9/12/2011 – Anticipazioni e ospiti: Daniele Silvestri, Albano e Rocco Papaleo.

Buona la prima. Checco, ‘umile‘ ma ambizioso, è riuscito a confezionare uno show brillante, a tratti feroce, certamente migliore, e lo notammo (con coraggio; d’altronde andare controcorrente richiede sempre una buona dose di temerarietà) già dopo pochi minuti dal termine della premiére, del sopravvalutato varietà di @sarofiorello su Raiuno, anche se, forse, come suggerisce Aldo Grasso sul Corriere, il parallelo è solo una “fastidiosa invenzione giornalistica“: “come se si potessero davvero comparare due universi totalmente differenti. Quelli di Checco Zalone sono numeri, siparietti, lampi quasi incuranti della cornice che li contiene, caratterizzati da una qualità rara nel mondo dello spettacolo: non cattiveria, come qualcuno intende, ma una sorta di rottura della probità“. Grasso, infine, indica anche i limiti dello show: “Invece di abbagliare lo spettatore con fari e faretti, bisognerebbe stare più attenti al ritmo, al racconto, a scalettare con intelligenza i vari pezzi: il programma ne guadagnerebbe non poco“. Osservazioni condivise da Checco in un’intervista allo stesso quotidiano: “Sono sincero: non avrei fatto due puntate. È stato un errore, se ne poteva fare una ma più forte“. Innumerevoli le difficoltà incontrate nella realizzazione dello show: “Gli ospiti che hanno detto no. Il governo: doveva cadere ora? Avevo tanti pezzi. E Fiorello? È stato a casa a grattarsi per anni sto… – ride -. Mi ha chiamato per leggere i commenti su di me. Solo quelli positivi: è un bravo ragazzo, proprio da Rai1“.

Nella seconda ed ultima puntata di Resto umile world show, Checco Zalone, coadiuvato da Duccio Forzano alla regia, l’inseparabile band dei Mitili Ignoti (arricchita dai fiati dei Fiatellas), la “gnocca intelligente” Youma Diakite, l’attrice Claudia Potenza e il corpo di ballo le Seconda Chance, “scelto più per il corpo che per il ballo” tornerà a proporre i suoi cavalli di battaglia, interagendo con numerosi ospiti: Daniele Silvestri, Albano, Al Jarreau, Rocco Papaleo e Giorgio Albertazzi.