La prova del cuoco – Puntata del 14/12/2011 – Ricette, rubriche, consigli di piatti natalizi e tanto divertimento.

Dopo la brevissima anteprima in cui Annina e Marco Di Buono parlano di colla di pesce e del suo uso sia a caldo che a freddo a seconda dei casi, e dopo la reclam ecco la sigla e l’ingresso di Antonella, che saluta il pubblico e come sempre scambia qualche battuta con Andrea.

Come è bello far la cuoca da Trieste in giù‘, è sempre questa la musichetta con conseguente balletto scatenato di Annina Moroni che introduce le ‘ricette d’Italia‘ che interpreta. La ricetta di oggi l’ha mandata Adriana di Gualdotadino, provincia di Perugia, vicino a Gubbio sottolinea Anna, che è al telefono proponendo i quadrotti in brodo.  Ecco gli ingredienti.

Si inizia preparando il ripieno mettendo nel mixer il burro, il petto di pollo già cotto a pezzetti, un pochino di grana e si frulla amalgamando il tutto, aggiungendo un pochino di brodo se dovesse occorrere, poi si mette un pochino di pepe e di noce moscata. Per fare il brodo si usa… un pezzo di vitella o di gallina, con ovviamente sedano, carota, cipolla, una foglia di alloro e un chiodino di garofano, che poi dopo ore di cottura, si filtra. Adesso si stende la sfoglia dei quadrotti (fatta nel classico modo) che deve essere morbida ed elastica, poi sopra con la spatolina si spalma per bene il ripieno e sopra si mette l’altro strato di sfoglia coprendo bene e poi si tagliano i quadrotti che per farli in brodo devono essere piccoli.

Se invece li facciamo asciutti con burro e salvia si fanno più grossi. Si mettono a cuocere quando il brodo bolle e in un attimo sono cotti. Si impiatta e …buon appetito!

La ‘mazurka‘ come sempre inroduce Alessandra Spisni, che oggi propone l’arrosto di cappone con patate al rosmarino.  Ecco gli ingredienti.

Si mette il cappone a bollire in acqua con sedano, carota e cipolla, un pochino di sale grosso e un goccio di olio e si lascia cuocere per due ore. Adesso si sbucciano e tagliano a pezzetti le patate grossolanamente e si friggono in una padella antiaderente con abbondante strutto. Adesso si fa un trito mettendo un pochino di sale grosso, qualche foglia di salvia, uno spicchio di aglio e qualche aghetto di rosmarino e si trita tutto bene.

Con questo trito di aromi si massaggia il capone una volta che è cotto e raffreddato e dentro si riempie con delle fette di limone impanate nel trito di aromi, poi si mette in una teglia da forno e si inforna a 180/200° per un’ora, trascorso il tempo si sfuma con il vino bianco e poi si rimette in forno lasciandolo cuocere un’altra mezzora. Si impiatta accompagnandolo con le patate fritte e …buon appetito!

Dopo il cappone si parla di arista di maiale, col macellaio Simone Fracassi. Prendiamo il pezzo di carne, si mette sopra un pochino di olio massaggiandolo con le mani e poi sopra si mettono vari aromi. Si copre con carta argentata e si mette  in forno a cuocere per circa 15 minuti a 200°, poi si toglie la carta argentata e si lascia cuocere per altro tempo abbassando a 180°. Una volta cotto si lascia riposare qualche minuto, poi si taglia a fette o a pezzi e si serve accompagnando con spinaci croccanti.

Adesso Antonella raggiunge Carlo Cambi,m che oggi parla di un dolce tipico natalizio, ossia il torrone. Per fare un leccalecca al torrone basta tritarlo, farlo sciogliere e caramellare in un pentolino, si lascia raffreddare, si mette in stampini con uno stecchino, in freezer a raffreddare ed ecco un leccalecca per i bambini.

In generale comunque del torrone sbriciolato e sciolto a bagnomaria è utile per preparare tanti dolci, come una cremina da mettere sul pandoro, o anche per fare il gelato al torrone. Si parla poi dei vari tipi di torrone, che è uuale in tutta Italia, ma cambia la percentuale di zucchero e il tempo di cottura che varia anche, a seconda dei casi, di diverse ore.

Gioco della lotteria: vengono assegnati 4 mila euro con il cucchiaio e 5 mila euro con la frusta. Alla ruota della fortuna esce il cucchiaio,  quindi la concorrente col simbolo abbinato va agli scolapasta, ma non indovina dove sono nascoste le tagliatelle, quindi nessun premio aggiuntivo.

La gara dei cuochi vede oggi Cristian Bertol nel pomodoro e Gilberto Rossi nel peperone. Con loro i concorrenti, al loro terzo giorno in gara e finora in assoluta parità, Martina Bovini e Fabio Bellando. Entrambi parlano di cosa farebbero in caso di vittoria del montepremi: Martina lo userebbe per continuare a realizzare il suo sogno di lavoro come arbitro, mentre Fabio lo userebbe per andare alla festa di Sant’Agata a Catania, dove abita il suo testimone di nozze. Racconta poi di come ha conosciuto la sua dolce metà, parla del suo lavoro come operaio in un’impresa che produce vetro e parla dei quattro gatti e due cani che hanno lui e sua moglie. Martina parla invece del suo fidanzato calciatore, di sua sorella e della sua famiglia.

Si arriva così al temine della gara che vede vincere, con il 67% di voti del pubblico, la squadra del  peperone.

A domani con La prova del cuoco.

———————————————————————————————————————–

UnDueTre.com è anche su Facebook e su Twitter!

Se vuoi essere sempre informato sul mondo dello spettacolo clicca Mi piace su questa pagina e seguici su Twitter.

———————————————————————————————————————–