Uomini e donne – Puntata del 16/12/2011 – Video ed anticipazioni

Non sono il prototipo del tamarro“, rimarcava fiero, nel corso della scorsa puntata di Uomini e Donne, Giuseppe, nel tentativo di smarcarsi dall’immagine del partecipante (che sia tronista o corteggiatore poco cambia) al people show di Maria De Filippi che, come osservavamo in precedenza, sembra non riuscire a sfuggire alla tentazione di esibire maglie logore, girocolli estrosi e sopracciglia affinate. Ma se Giuseppe, poi, ha dovuto fare i conti con quelle ‘iene‘ dei suoi colleghi di seggiola, gesticolando ed urlando come un forsennato, uno che del tamarro ha la parvenza, si è reso protagonista di momenti dal contenuto emotivo prezioso, dando dimostrazione di compostezza e sensibilità, Alessio. Al tronista è giunta una lettera della madre (la De Filippi ha già nostalgia di C’è posta per te), “la prima lettera“, ha specificato la madre, la quale ha scritto per ‘spiegare’ al pubblico le emozioni del figlio: “non riescono a leggere dentro di te, dentro al tuo cuore, perchè tu non glielo permetti“. Le lacrime di Alessio hanno suggellato il dolce momento.

Il ‘vero‘ tamarro (Giuseppe, perchè l’abito, caro il mio corteggiatore, non fa il monaco), nella nuova puntata di Uomini e Donne, si ‘esibirà‘ in un’altra delle sue sceneggiate. Giorgia, infatti, la scorsa puntata ha manifestato il suo disappunto sul rapporto d’amicizia che il corteggiatore avrebbe instaurato con Manfredi, ignorando le voci che vogliono Giuseppe fidanzatissimo… quest’ultimo, quindi, cercherà ancora una volta di convincere la tronista della veridicità del suo interesse. Manfredi, invece, ‘farà il prezioso‘, e non si presenterà all’esterna, suscitando la reazione di Giorgia, la quale lo raggiungerà al telefono chiedendogli di incontrarlo. Ma insomma, se l’alternativa è Giuseppe, cosa mai aspetterà Giorgia a scegliere Manfredi?

Capitolo Alessio: Carlotta è infastidita, non essendo tra le preferite del tronista. In studio, sia le signore del pubblico che le altre corteggiatrici, continuano a biasimare Elisa per la sua condotta.