La prova del cuoco – Puntata del 21/12/2011 – Tante ricette e idee natalizie con Anna Moroni, maestre in cucina e tanto altro.

Dopo la brevissima anteprima in cui Alessandra Spisni consigliava come fare la sfoglia colorata, ossia inserendo nell’impasto un pochino di spinaci o di ortica per farla verde oppure passata di pomodoro per farla rossa, ecco la sigla e l’ingresso di Antonella che ricorda l’appuntamento con Ti lascio una canzone di Natale per venerdì sera. Il maestro Andrea fa la sua battuta del giorno : “Marito alla moglie: ‘ cara ma è vero che a Natale diventano tutti più buoni?’ Sì, risponde lei. E allora perchè questi spaghetti sono così cattivi?”.

Il macellaio di fiducia Simone Fracassi oggi parla degli antipasti di Natale. Del maiale non si butta niente quindi si fanno tanti salumi: partendo dal prosicutto, si passa al capocollo o coppa paicentina, la spalla, il salame, la pancetta rigatino avvolta, la finocchiona, mentre i rimasugli si passano nel mixer con del rosmarino e si fa una mousse da mettere su dei crostini.

  Si pò fare poi la soppressata, mettendo in padella a rosolare il musetto fatto a pezzetti. Un consiglio che dà è quello di conservare i salumi a temperatura ambiente. Altro consiglio, quello principe, è che i salumi vanno mangiati con le mani.

Adesso Carlo Cambi parla dei dolci natalizi: il più moderno è il pandoro, un dolce dagli ingredienti semplici ma dalla difficile lavorazione visto che ci vogliono quattro giorni per farlo. Un grande errrore è quello di mangiarlo freddo, va portato in tavola tiepido. Passiamo ora al dolce più antico, la frustenga, un dolce tipico umbro marchigiano fatto con impasto di frutta (pere, mele, fichi, e altri), poi c’è il panforte, la cassata siciliana e il classico panettone, ma anche altri come la paciugata.

Come sempre la musichetta del… ‘come è bello far la cuoca da Trieste in giù‘ introduce Anna Moroni alle prese con le ricette d’Italia. Antonella non vuole vederla mentre balla e fa il caschè perchè ha paura che per Natale poi sia incriccata. Ovvio che no, risponde Annina dicendo che anche nel caso fosse almeno si riposerebbe senza far nulla. Ma non è così come sottolinea Antonella visto che Annina fa sempre mille cose ed è sempre in giro. Antonella racconta poi che stamattina alle 11 sua figlia aveva la recita di Natale all’asilo ma lei lavorando non ha potuto vederla, ma il papà ha prontamente filmato tutto. Torniamo alla ricetta di oggi, che la manda la signora Pamela di Guidonia che è al telefono e propone la terrina di salmone, branzino e pistacchi. Ecco gli ingredienti.

Per prima di tutto si taglia il branzino a fettine e si mette in una terrina a marinare con il vino bianco per circa mezzoretta. Intanto si mette nel mixer il salmone a pezzi, la rimanenza del branzino pulito e tagliato, un cipollotto a pezzi, due albumi, un po’ di aneto, un bicchiere di panna fresca e si frulla il tutto ottenendo una mousse.

In una teglia da forno, tipo quella per i pluncake, foderata con carta forno mettiamo uno strato di questa mousse, poi sopra delle fette di salmone affumicato, i pistacchi interi e i filetti di branzino marinato e si ricomincia con un altro strato degli stessi prodotti. Infine concludiamo con un ultimo strato di mousse con sopra i pistacchi. Questa terrina si cuoce in forno a bagnomaria (mettendola dentro ad una pentola capiente con dentro l’acqua) a 180° per un’ora. Poi una volta cotta si lascia raffreddare e poi si mette in frigorifero. Si taglia a fette, si impiatta accompagnandola con radicchio e insalata verde, pezzetti di carota e melagrana e …buon appetito!

Ed ora è il momento della maestra in cucina ‘ballante’, così come l’ha definita Antonella, ossia Alessandra Spisni, pronta a danzare la mazurka. Oggi prepara un piatto dalla pochissima spesa, ma dalla grande resa, ossia i fagottini di cappone al burro aromatico. Ecco gli ingredienti.

In una terrina si mette la carne di cappone macinata, si aaggiunge il pane raffermo ammollato nel brodo fatto con gli scarti del cappone e sedano, carota e cipolla, poi si aggiunge sale, pepe e noce moscata, un uovo, il formaggio grattugiato e si amalgama il tutto ottenendo così il ripieno per i fagottini.

Intanto che si balla il ciupy ciu, Alessandra stende la sfoglia che ha già pronta ed è stata fatta nel classico modo, mentre Antonella prepara il sugo mettendo in una terrina il burro, qualche ago di rosmarino, qualche foglia di salvia e un pizzico di sale. Una volta tagliata la sfoglia che deve essere bella sottile, si ricavano i fagottini che si riempiono con il composto preparato e poi si mettono a cuocere nel brodo di cappone.

Intanto Antonella ricorda l’appuntamento per il 6 gennaio con il prime time del cuoco e quello di venerdì con Ti lascio una canzone di Natale, l’originale dice, sottolineando come sia sempre perseguitata e qualsiasi cosa faccia lei prontamente la copia (citofonare Cenci). Giusto un attimo e poi si scolano e si mettono nella terrina dove c’è il burro. Si amalgama bene tutto e …buon appetito!

Gioco della lotteria: vengono assegnati 4 mila euro con la forchetta e 30 mila euro con la tazza. Alla ruota della fortuna esce il cucchiaio, quindi nessun premio aggiuntivo.

Infine la gara dei cuochi che vede oggi nel pomodoro Natale Giunta e nel peperone Mauro Improta. Con loro ci sono i due concorrenti al loro terzo giorno di sfida, ossia Stefano BanfiClotilde Altobelli.

I due concorrenti si raccontano, con Stefano che parla del suo lavoro di rappresentante di giocattoli e racconta della gioia di tutti i vari bambini quando ogni volta vedono tutti quei giochi, parla poi della sua famiglia e dei suoi due figli, mentre Clotilde racconta del suo ‘lavoro’ di nonna, e parla delle sue vacanze e delle feste che adora fare, essendo una persona che adora il chiasso. Si arriva così al termine della gara, i contatori elettronici non vanno, quindi dopo due votazioni si torna anche classiche e più semplici  palette. E a vincere è la squadra del peperone.

A domani con La prova del cuoco.

———————————————————————————————————————–

UnDueTre.com è anche su Facebook e su Twitter!

Se vuoi essere sempre informato sul mondo dello spettacolo clicca Mi piace su questa pagina e seguici su Twitter.

———————————————————————————————————————–