La prova del cuoco – Puntata del 26/12/2011 – Antonella Clerici sfida Anna Moroni in ‘Anna contro tutti’ sul vitel tonnè.

Nonostante il giorno di festa e le abbuffate dei giorni scorsi, Antonella continua a ‘spadellare‘ tra i fornelli de La prova del cuoco, proponendo puntate inedite ma registrate in precedenza.

Sigla ed ecco Antonella che disdegna Anna durante la sigla perchè dice essere già con la testa nella sfida. Qualche battuta con il maestro Andrea (‘Amore perchè mi hai regalato le carte da gioco? Eh, mi hai detto che volevi il solitario…’) e si inizia come ogni lunedì con  la consueta rubrica con Anna Moroni, ‘Anna contro tutti’ in cui a sfidare l’abile cuoca c’è proprio Antonella.

Il piatto del contendere è il vitel tonnè, cavallo di battaglia di Antonella che ripropone la ricetta della sua mamma, mentre Annina presenta la versione piemontese. In veste di conduttore, oltre che di giurato,essendo Antonella impegnata in cucina c’è oggi Lippi.

Entrambe propongono la loro ricetta, che è simile ma con qualche varienta visto che Anto nella salsa mette anche le carote, Annina invece mette la carne a macerare per ben 24 ore , e si prendono simpaticamente in giro a vicenda. L’uovo sodo usa Annina per la salsa, e Antonella contesta che così diventa pesante il piatto, mentre Antonella usa la maionese già pronta. ‘Guai’ urla Annina, mentre Claudio, dividendosi tra le due, non capisce letteralmente più nulla.

Arriviamo così al termine della sfida, Lippi assaggia le due proposte e dice che obiettivamente sono due modi e sapori quasi diversi. Più tradizionale quello di Anna, più grumè piuttosto che tonnè quello di Antonella. Per cui decide di votare per entrambe, e in via eccezionale vincono quindi entrambe. Perfetta parità tra le due agguerrite concorrenti.

Ed ora è il… momento di ballare la mazurka che introduce Alessandra Spisni, la maestra in cucina di oggi. Questa volta prepara un dolce fantastico, la cui ricetta è di sua suocera, che è siciliana ma che ora vive a Bologna. Si tratta dei cannoli di donna Calì. Un piatto che Alessandra prepara sempre per il compleanno di suo marito, a Natale, Capodanno e nelle occasioni speciali in cui tutta la famiglia si riunisce.  Ecco gli ingredienti.

Si inizia con il fare l’impasto e nella spianatoia  si mette la farina, il burro, lo zucchero, si amalgama bene tutto poi si aggiunge il succo di arancia e un uovo e si impasta bene con le mani (mentre si ballano le tagliatelle di nonna Pina)  fino ad ottenere un panetto che poi si mette in frigorifero a riposare un’oretta.

Adesso nel mixer si mettono tutti i canditi (cedro, buccia dell’arancia, i canditi misti, le mandorle sgusciate) e si frulla bene il tutto, mentre si balla la canzoncina del frullallero. Aggiungiamo poi la ricotta, lo zucchero e il liquore di amaretto e si frulla ancora tutto.

Adesso Alessandra stende l’impasto fatto per i cannoli, ne ricaviamo dei cannoli con gli strumenti necessari e si mettono a friggere nello strutto ben caldo. Una volta fritti si scolano, si lasciano raffreddare, si riempiono con il composto messo nel sacco a poche e si decorano con ciliegie rosse e verdi. E buon appetito!

Adesso Antonella raggiunge Anna Moroni che vuole insegnare sia a lei sia a Marco Di Buono a fare prima di tutto la maionese e poi anche l‘insalata russa. Ecco gli ingredienti.

Iniziamo a fare la maionese mettendo nel mixer un uovo intero e un rosso, un pizzico di sale e si inizia a frullare il tutto, mettendo a filo mentre si frulla l’olio di mais e si continua finchè non cambia il rumore del mixer.  E Antonella e Marco sono un po’ un disastro e la maionese impazzisce e Anna si arrabbia. Anna dice quindi che nel caso la maionese impazzisce, per rimediare bisogna  agiungere subito un rosso d’uovo oppure si emulsiona velocemente con un pochino di acqua.

Passiamo quindi a fare l’insalata russa, con le verdure che vanno lessate tutte separatamente in acqua salata e un goccio di aceto (patate, carote, fagiolini e piselli). Una volta lessate mettiamo tutte le verdure in una ciotola, aggiungiamo la giardiniera tagliata a pezzetti, si aggiunge la maionese a cui si aggiunge un pochino di aceto e qualche goccia di limone, si mescola bene il tutto e si guarnisce con qualche cetriolino e carota tagliata a rondelle. Buon appetito!

Tocca adesso ad Antonella cucinare, nel suo consueto spazio di Casa Clerici.  Prepara, sempre tratto dal suo nuovo libro, i filetti di sogliola con prosecco e tartufo nero. Ecco gli ingredienti.

Passiamo i filetti di sogliola nella farina e poi le mettiamo a rosolare in una padella antiaderente dove abbiamo fuso il burro, e una volta rosolate le sfumiamo con il prosecco. Lasciamo evaporare e nel frattempo in una ciotolina mettiamo la crema di tartufo, la panna e un pochino di dado in granuli.

Mischiamo il tutto e lo aggiungiamo nella padella una volta sfumato bene il prosecco e lasciamo cuocere un po’. Poi si spegne il fuoco, si grattugia sopra il tartufo, si mette il prezzemolo tritato e un goccio di olio tartufato. Si accompagna con delle patate lesse o fatte a purea.  E…buon appetito!

Infine la gara dei cuochi che vede oggi nel pomodoro Gilberto Rossi  e nel peperone Cristian Bertol. Con loro due nuovi concorrenti che a suon di padelle da qui a venerdì si contenderanno i 5 mila euro in palio, e questa volta sono Luciana Nardi e Chiara Costantini.

Luciana è di Roma, fa l’astrologa per diletto, è sposata da quasi 40 anni e ha due figli, Sonia ed Alessio ed è nonna di un bambino di 5 anni e di una bambina appena un mese fa. Ha fatto la commessa presso  la Upim. Chiara è di Chieti ma è nata a Rovigo e i suoi genitori sono pugliesi, ha 21 anni e studia lingue, il suo sogno è quello di diventare una pasticcera. E’ fidanzata con Stefano,che è tra il pubblico.

Arriviamo così al termine della gara, che vede la vittoria con il 51% di preferenze, la squadra del pomodoro.

A domani con La prova del cuoco.

———————————————————————————————————————–

UnDueTre.com è anche su Facebook e su Twitter!

Se vuoi essere sempre informato sul mondo dello spettacolo clicca Mi piace su questa pagina e seguici su Twitter.

———————————————————————————————————————–