Le previsioni per il 2012 di Zia Assunta: Saviano ‘indignados miliardario’, Mentana dimissionario, Piersilvio tocca Ferro e…

2012 l’anno della fine del mondo o inizio di un mondo grigio? I Maya hanno previsto il 2012 la fine del mondo, per fortuna a dicembre, così potremo fare le ferie. In Italia, invece, il diktat di questo nuovo corso prevede rigore, frugalità e tasse per tutti (o quasi) fino al 3000 D.C.

Io non amo la sobrietà, sono sempre stata sopra le righe, eccessiva, urticante… ma la crisi economica, dopo aver rovinato le feste a Silvio Berlusconi, ha cambiato anche me, da quest’anno sarò sobria e composta e con me molte star della tv e i nuovi politici.

Napolitano dopo aver fatto un colpo di stato in assoluta scioltezza, e molti l’hanno anche ringraziato (per cosa?), vivrà il nuovo anno con la moglie Clio, dovesse fallire l’Italia qualche banca estera lo assumerà di certo… Il Cavaliere sarà così sobrio da trasferire i Bunga Bunga e i processi in Svizzera. Mario Monti farà dei corsi per professori che vogliono diventare politici e su come spalmare la vasellina prima di metterlo nel culo ai concittadini. Papa Ratzinger indosserà sotto l’abito talare delle tacco 12 color carne (il rosso è troppo volgare) sempre della sobria Prada.

Il ministro Passera per evitare volgarità, cambierà cognome in Genitali esterni. Il ministro Fornero piangerà sangue e diventerà la nuova conduttrice di “Falsissimo“. Le pensioni saranno così sobrie da trasformarci in ladri… prenderemo finalmente il posto dei politici. Di Pietro tornerà magistrato… a Forum.

Roberto Saviano rimarrà in America a fare l’indignados miliardario. Enrico Mentana si dimetterà da La7 una volta ogni quindici giorni. Marco Travaglio diventerà talmente brutto che perderà tutte le fidanzate comuniste e diventerà un idolo delle vecchie padane.

L’energia sarà così verde che la benzina costerà quasi 2 euro (scusate…..mi dicono che è già così adesso). L’euro si vergognerà così tanto dei danni prodotti che diventerà carta igienica. L’Ici sarà così diffusa che si pagherà anche per il posto letto sotto i ponti. Crederemo allo spread e all’euro… vabbè saremo tutti un po’ più coglioni.