Il Tredicesimo Apostolo – Seconda puntata dell’11 gennaio 2012 – Anticipazioni

Indossa l’abito talare, ma non è Don Matteo. Claudio Gioè, in un’intervista a La stampa, chiarisce: “Non è solo il tono generale ad essere diverso. Anche il protagonista. No, non è don Matteo“. D’altronde, i teaser, prima, ed i trailer, dopo, non lasciamo dubbi: le atmosfere cupe, l’atmosfera tensiva, il paranormale, gli inquietanti interrogativi sospesi tra ragione e fede; decisamente no, non si tratta di Don Matteo. Gabriel, il curato interpretato da Gioè, è “un prete giovane, molto umano, molto immerso nella vita. Lo dimostrerà nel suo rapporto e nell’attrazione che proverà per la psicologa interpretata da Claudia“. Ancora: “lavora per una congregazione detta ‘della Verità’ e che, in nome della Chiesa, indaga su fatti paranormali e soprannaturali. Gabriel è un uomo colto, un teologo, un uomo di fede, non è vittima di pregiudizi e ciò che vuole è comprendere i fenomeni apparentemente inspiegabili di fronte ai quali si trova“. Tuttavia, l’attore non nasconde le sue perplessità riguardanti la risposta del pubblico:

Non so se e fino a che punto piacerà al grande pubblico italiano che segue Don Matteo e Che Dio ci aiuti. Tuttavia siamo consapevoli che è un tentativo coraggioso e controcorrente, e che il grande pubblico italiano, pur tradizionalista, è anche capace di appassionarsi a storie nuove. I giovani soprattutto.

Se, solo poche ore fa, vi abbiamo anticipato trama e dettagli sulla prima puntata, adesso veniamo al secondo appuntamento de Il Tredicesimo Apostolo, che vedrà Claudio Gioè e Claudia Pandolfi, con un viaggio ‘di scoperta‘, soprattutto di se stessi. Cosa accadrà? Scopriamolo:

Primo episodio: Presagi di morte – Sconvolta dal modo in cui Gabriel ha salvato Agata, e non potendo darsi risposte razionali, Claudia decide di indagare sul suo passato. Demetrio, invece, decide di non credere al nipote.

Secondo episodio: Un’altra vita – Gabriel e Claudia indagano su un ragazzino che, in seguito ad un trauma, ha iniziato ad avere ricordi che appartengono ad un soldato nazista. Giorno dopo giorno, quei ricordi si sostituiscono ai suoi rubandogli la personalità.