La prova del cuoco – Puntata del 04/01/2012 – Con Claudio Lippi. Ricette d’Italia, maestre in cucina e tanto altro.

Puntualissimi, anche quest’oggi, con la sigla e l’ingresso in studio di Claudio Lippi, che conduce il programma sostituendo Antonella, impegnata con la piccola Maelle, tornerà il prossimo 6 gennaio, come la Befana! Saluta il pubblico e si entra nel vivo con Anna Moroni, introdotta da ‘Com’è bello far la casalinga da Trieste in giù‘ e pronta per interpretare le ricette d’Italia.

A proporre la sua ricetta è la signora Cinzia di Palermo, che è al telefono, pronta a preparare dei deliziosi krapfen a sorpresa. Qualche battuta tra Cluadio e Anna circa la sua somiglianze con un bombolone ed Annina ordina a Claudio di togliere la giacca, mettere il grembiule e lavarsi per bene le mani. Si inizia con l’impasto, facendo una fontana con la farina e aggiungendo le patate lessate e schiacciate, la ricotta, lo zucchero, il burro morbid, aggiungiamo anche il lievito liofilizzato, un uovo e si inizia ad impastare, con Anna che vuole vedere Claudio come riesce e lo sgrida in continuazione.

Per ultimo si aggiunge il latte e si continua ad impastare. Una volta impastato bene tutto si lascia riposare il composto affinchè lieviti bene. Una volta riposato ‘Claudio ora lo tira fuori e lo stende‘. E la faccia di Claudio è tutto un programma tanto che tutti scoppiano a ridere. Claudio non sa nemmeno da che parte si inizi, e si continua a ridere. Una volta steso con un coppapasta se ne ricavano dei dischetti. In una cotola mettiamo gli spinaci lessati e asciugati e tagliati finemente, si aggiunge un pochino di pepe e dei pomodori secchi, mettiamo un pochino del composto dui dischetti aggiungendoci anche una fettina di mozzaella, si chiudono poi con altri dischetti di impasto sopra e poi si friggono in abbondante olio. Si asciugano con carta assorbente e… buon appetito!

E adesso tutti a ballare la mazurka con la mitica Alessandra Spisni. Claudio la raggiunge, si fa mettere il grembiule da una signora del pubblico, che lo accarezza per bene e gli chiede se si ricorda di lei, il che dà spazio ad alcune battute maliziose, e poi tocca ad Alessandra con la sua ricetta, che oggi è una meravigliosa torta di mele.

Per prima cosa si fa fondere il burro in un pentolino e intanto in una ciotola mettiamo lo zucchero con un pizzico di sale, la scorza grattugiata di un limone, aggiungiamo quattro uova intere e amalgamiamo bene il tutto con la frusta elettrica (e questo lo fa Claudio tra le risate di tutti e con Alessandra che gli dice che deve montare tutto finchè non viene bello duro, e si ride).

Adesso Alessandra sbuccia le mele e le taglia a fettine sottili, e intanto si balla il ciupy ciu. In un’altra ciotola si mette la farina, il lievito, in un’altra ciotola mettiamo le mele tagliate con il burro fuso, aggiungiamo il lievito e la farina e si amalgama tutto.

A questo punto incorporiamo tutto il composto fatto prima e che Claudio ha montato in questo dove abbiamo il composto di mele e si malagama bene tutto. Foderiamo una tortiera con carta forno, la riempiamo con tutto il composto e inforniamo a 180° per 40-50 minuti.  Si spolvera con lo zucchero a velo quando è ancora calda e… buon appetito!

Adesso è il momento del macellaio di fiducia Simone Fracassi, che oggi parla di involtini e bocconcini, lavorando sulla parte posteriore dell’animale, la  fesa o la pezza lunga, ossia il pezzo di muscolo più lungo dell’animale. Come sempre tutta la carne deve essere certificata da un documento apposito contenente tutte le informazioni obbligatorie per legge che il macellaio è obbligato ad esporre. Si taglia la carne a fette rifilandola e gli involtini si fanno alla romana con sedano, carota e cipolla, si sala leggermente, si aggiunge un pochino di prosciutto e si arrotola, poi si chiude con stuzzicadenti  e si fanno cuocere in un soffritto dove mettiamo il grasso del prosciutto, cipolla, asilico, prezzemolo, alio,  olio extravergine, pomodoro.

L’altro tipo, invece, si fa con all’interno della verza e si fa cuocere con del burro sciolto, si sfuma col vino bianco e si mettono gli involtini a rosolare dopo averli passati in farina.

Si parla ora di api e di miele e di tutte le sue proprietà con Carlo Cambi. Le api operaie per i primi giorni producono la cera per le cellette poi iniziano a produrre la pappa reale, un nutrimento molto importante e che apporta molto nutrimento. Quando poi le api vanno in giro ad impollinare dal fiore si ricava il miele, ricchissimo di vitamine, con due componenti di zucchero ossia il glucosio e fruttosio.

Il miele è un antibiotico naturale. E’ ideale da usare al posto dello zucchero, essendo meno dolcificante. La propoli poi ha una elevata capacità antibatterica. In Italia abbiamo primato di miele e di api. Da ogni pianta l’apicoltore estrae un tipo di miele, da qui tutte le varie varietà.

Infine la gara dei cuochi, che vede nel pomodoro Gilberto Rossi e nel peperone Renato Salvatori. Con loro ci sono sempre i due concorrenti Andrea Chiardello e Giuliana Salfa.

Andrea viveva a Verbania, figlio di padre ligure e madre svizzera e ha conseguito il diploma di ragioniere programmatore per poi lavorare nell’azienda di famiglia, ma poco prima di iniziare ha comunicato ai genitori la sua intenzione di trasferirsi a Milano, dove abita da dieci anni, per intraprendere la professione di truccatore. E parla di questa sua avventura. Giuliana invece parla del suo fatto di casalinga e del fatto che finchè c’era sua mamma non capiva cosa significasse questo grande lavoro, molte volte non remunerato.

Si arriva così al termine della gara e Andrea accorcia le distanze rispetto allla rivale, visto che vince il peperone con il 53% di voti.

A domani con La prova del cuoco.

———————————————————————————————————————–

UnDueTre.com è anche su Facebook e su Twitter!

Se vuoi essere sempre informato sul mondo dello spettacolo clicca Mi piace su questa pagina e seguici su Twitter.

———————————————————————————————————————–