Servizio Pubblico in diretta su Cielo. Michele Santoro porta avanti il suo progetto rivoluzionario.

Prossimo al rientro in Rai, ma solo in veste di ospite del salotto ‘amico‘ di Fazio Fazio, Michele Santoro si appresta a proseguire nel suo ambizioso progetto che intende ‘rifondare il Servizio Pubblico televisivo‘. Dopo lo stop dovuto alle festività natalizie, l’avventura della squadra di Annozero continua, avvalendosi di un ulteriore, preziosissima collaborazione, quella del network di Rupert Murdoch, che, dopo aver messo a disposizione il canale satellitare riservato agli eventi, Sky Tg24eventi, adesso offre a Santoro l’opportunità di trasmettere anche su Cielo, il canale gratuito del digitale terrestre visibile su scala nazionale, protagonista della stagione televisiva appena conclusasi con MasterChef e X Factor. Annuncia Santoro:

Con tutti i dubbi sui dati Auditel che ci riguardano, non era tuttavia mai accaduto in precedenza che un programma televisivo riuscisse a raccogliere un ascolto da televisione generalista, e in maniera non episodica, senza essere trasmesso da Rai, Mediaset o da La7. Questo risultato è stato reso possibile dalla straordinaria mobilitazione dei nostri 100mila sostenitori che ogni settimana continuano a crescere. Grazie agli introiti pubblicitari, le loro donazioni costituiscono un patrimonio ancora sostanzialmente intatto e rappresentano un’assicurazione sulla vita di Servizio Pubblico. Siamo perciò felici di annunciare che da giovedì 12 gennaio torneremo in onda con rinnovato vigore, e con una nuova opportunità per chi vorrà seguirci: Servizio Pubblico sarà visibile non solo sulle televisioni regionali, su internet e dagli abbonati Sky ma anche su Cielo al canale 26 del digitale terrestre. L’avventura continua.

Le ospitate previste a Che tempo che fa, domani, e a Quelli che il calcio, domenica (in questo caso si tratta del sodale Marco Travaglio), dunque, assumono i connotati di presenze promozionali, volgarmente definite markette, ed è curioso che ciò avvenga proprio in Rai, la stessa azienda che ha rinunciato ad ascolti esorbitanti pur di fare cosa gradita “all’azionista politico di maggioranza“, è risaputo e non serve chiarire chi fosse (ci auguriamo di poter usare il passato, oramai). Ora Santoro conquista i cieli di Sky pronto a spiccare con convinzione il volo.