Quelli che il calcio – Puntata del 15 gennaio 2012 e diretta della 18a giornata – Conduce Victoria Cabello – Ospiti: Claudio Lippi, Arrigo Sacchi, Vladimir Luxuria e Benedetta Parodi.

Domenica 15 gennaio alle 13.45 su Rai2 andrà in onda una nuova puntata di Quelli che il calcio, il programma condotto da Victoria Cabello. Come al solito accanto alla conduttrice ci sarà la triade più irriverente della tv, il Trio Medusa e i comici Ubaldo Pantani e Virginia Raffaele con i loro sketch irresistibili.

14:50 – LAZIO – ATALANTA 2-0 (20′ Hernanes – rig., 90’+1 Klose). Amici di UnDueTre.com appassionati di calcio, benvenuti ad una nuova, scoppiettante e alquanto sboccata (quindi noi ci adatteremo a questa linea editoriale) puntata di Quelli che il calcio. Nella prima ora di trasmissione, abbiamo visto i gol dell’alluvionata partita Catania-Roma, con la solita ed insensata polemica sul fatto che sia assurdo dover recuperare una partita sospesa a soli 25 minuti dalla fine. Polemica propugnata da Caputi che imparziale non è, e quindi se la Roma si fosse trovata in vantaggio, non avrebbe detto nulla circa questa regola che è valida a livello internazionale.

Si è parlato anche dell’anticipo dell’ora di pranzo tra Lazio e Atalanta con la presenza, dall’Olimpico, di Francesco Pannofino e Maurizio Battista, giunto per far marketta allo spettacolo in onda domani sera alle 21:05 su Rai2. Intanto, la Cabello accusa un finto malore, sviene e si fa sostituire dal Sostituto Claudio Lippi. La conduttrice londinese viene spostata con degli scopettoni da curling a lato dello studio, coperta dai due cagnoni di porcellana fregati al Comitato dei Fatti Vostri lasciandosi andare ad un “Ma che cosa m’avete messo qui davanti, coglioni?”. Intanto, Lippi intervista un avvocato che ha fatto un Manuale di Doping e Antidoping e, mentre il Trio sposta la mobilia dice: “Ma che cos’è sta stronzata?” e, infine, si rivolga alla cosplayer tifosa del Chievo: “Potrebbe venire con me in camerino, così me lo spiega meglio?“. Insomma, è chiaro che siamo pronti ad un puntatone, da queste premesse. Ci sono state, poi, l’intervista ad Arrigo Sacchi, l’ingresso in studio di Vladimir Luxuria e l’esibizione dei Casinò Royale. Mo’ il pre-intervento si è dilungato troppo, quindi godetevi la puntata.

14:55 – Caputi dice che il Derby Milan-Inter finirà questa sera per 2-2, mentre Sacchi fa una delle sue elucubrazioni occipitali che tanto hanno fatto la fortuna di Teo Teocoli ai tempi di Mai Dire Gol, che vengono sintetizzati dalla Cabello come “Fattore Culo“, lasciandoci capire che lei non è stata una donna cresciuta con la finezza tipica del sesso femminile.

15:00 – Minuto di raccoglimento per le vittime del naufragio della nave Costa Concordia al largo dell’Isola del Giglio (Livorno). Collegamento con Torino per seguirlo da uno delle partite seguite in diretta dalla trasmissione. Ci sono anche immagini dei giocatori, a conferma che adesso alcune immagini si possono utilizzare, tipo i minuti di raccoglimento o le esultanze dopo i gol.

15:05 – Collegamento con Genova: per Genoa-Udinese ci sono Luisa Murdaca, Leo Berogno (capo-tifoso del Grifone) ed Andrea Pellizzari. Dopo aver parlato col capo-tifoso, c’è stato un gol annullato per fuorigioco all’Udinese. La Murdaca informa che, prossimamente, arriverà uno striscione per la Cabello dagli alluvionati di Monterosso.

15:10 – JUVENTUS – CAGLIARI 1-0 (7′ Vucinic). Mentre c’è il collegamento con Firenze, c’è il gol del vantaggio della Juventus e a Torino ci sono Aurelio e Flavio Soriga insieme ad un redivivo Paolo Brosio, che ancora non ci ha ammorbato con le solite disquisizioni sulla religione. In seguito, si scopre che Massimo Caputi sta smanettando su twitter, e quindi noi cominciamo a seguirlo anche da quest’altro canale. A Firenze ci sono Francesco Bonami e Marisa Passera per seguire Fiorentina-Lecce.

15:15 – GENOA – UDINESE 0-1 (14′ Ferronetti). C’è il gol per l’Udinese e Pellizzari e la Murdaca ci regalano un simpatico siparietto che ricordano i grandi Sandra e Raimondo. Intanto, a Firenze compare, dietro alla Passera, la Lady Gaga de’noantri Fiocco di Neve.

15:20 – CESENA – NOVARA 1-0 (19′ Mutu); PARMA – SIENA 1-0 (23′ Biabiany). La Cabello si bulla per aver risposto correttamente ad una domanda calcistica mentre Sacchi le sta facendo una lezione  e, nell’esultanza c’è un gol per il Cesena. Viene interpellato l’onesto Pupatsen dalla tribuna e, successivamente, Claudio Lippi che non ha fatto amicizia con Henning Tatje. Intanto, Vladimir Luxuria afferma che il sostituto conduttore della Prova del Cuoco sia un uomo affascinante.

15:25 – Sacchi si mette a ballare la salsa con la Cabello prima di essere spedito in zona sportiva con Caputi (che mi sa che tra un po’ taggheremo su twitter). Intanto, arriva Roberto d’Agostino per commentare la puntata.

15:30 – C’è la privatizzazione della Rai, quindi il Trio Medusa sta cominciando a lavare lo studio. Intanto, entra in studio Paola Marella di Vendo casa disperatamente con due acquirenti per lo studio. I tre, poi, si dirigono nel teatro di fianco, dove registrava Bollani, mentre intanto si va in pubblicità.

15:35 – CESENA – NOVARA 2-0 (39′ Mutu – rig.). Calcio di rigore per il Cesena. Al ritorno in studio, c’è la marcatura da parte di Mutu di un rigore che non c’era per i cesenati. Intanto, Lippi e la Cabello si lasciano andare ad un succulento siparietto trash.

15:40 – Sacchi afferma che avrebbe voluto che ai suoi tempi ci fossero delle donne all’interno del mondo del calcio, broccolandosi validamente la Maria Vittoria Polloni in tribuna. In studio entra Paula Gilberto do Mar con Botulinho, il suo cagnolino proveniente dal Brasile.

15:45 – CESENA – NOVARA 3-0 (45′ Rinaudo – aut.). Mentre la do Mar dice “che il primo amore non si paga mai“. Intanto, c’è il terzo gol per il Cesena. La poetessa brasiliana afferma che sta sperimentando una nuova forma d’arte, cioè la pittura, in quanto si tratta di qualcosa che riguarda i pennelli. Poi, c’è un gustoso siparietto con Vladimir Luxuria. Le due erano amiche ai tempi dei boy-scout.

15:50 – Alle 15:50 finisce Quelli che aspettano e inizia Quelli che il calcio. E se ne sono convinti loro, convinti tutti. Sacchi si è tolto gli occhiali perché è finito il primo tempo della Juventus. In studio entra Benedetta Parodi, introdotta da Maneater di Nelly Furtado. Ricordiamo che la conduttrice dei Menù di Benedetta è una delle scrittrici che vende di più in Italia.

15:55 – Marketta volante per i libri di Flavio Soriga (Nuraghe Beach) e Paolo Brosio (Viaggio a Medjugorje – che ho pizzicato nella Coop sotto casa mia). Intanto, viene tirato in ballo Pif, che stava guardando le farfalle.

16:00 – La Parodi parla di Sanremo, dicendo che preferirebbe farlo con Fabio Caressa, ovvero suo marito. Immagino un cronista sportivo sul palco dell’Ariston. Intanto, c’è un intervento brulée di Madre e Jean-Claude. Vladimir Luxuria lancia l’idea del Riso all’isolana, ovvero del riso con formiche e pesci tropicali. C’è anche un’incursione di Roberto d’Agostino. Infine, c’è il punto della situazione all’inizio dei secondi tempi, e ciò ci fa pensare che la Cabello sia alquanto lunga, oggi pomeriggio.

16:05 – CHIEVOVERONA – PALERMO 1-0 (50′ Sammarco); JUVENTUS – CAGLIARI 1-1 (47′ Cossu); GENOA – UDINESE 2-1 (49′ Granqvist, 50′ Jankovic). In collegamento telefonico compare Fabio Caressa per aiutare sua moglie Benedetta per delle domande sul calcio. La didascalia usata per il cronista di Sky dice tutto: L’aiutino da casa. Subito dopo una piccola leccata di culo a Sacchi, ci sono ben quattro gol uno dietro l’altro e Caressa si mette a fare una telecronaca free-style di Genoa-Udinese.

16:10 – Il Trio Medusa con la Marella appone il cartello Vendesi. Caressa rimane in collegamento via telefono e la Cabello fa il celo-manca di victorvictoriana memoria alla Parodi e a Luxuria. Difettuccio fisico: P celo, L celo. Sparare un bel cornino: P manca, L manca. Se non lo faccio tutti i giorni vado fuori di testa: P manca, L manca. Mi piacciono brutti: P celo, L celo. Lo shopping mi eccita fisicamente: P manca, L manca. Piangere davanti allo specchio: P manca, L manca. Voglia di lavorare in nero: P manca, L manca. Non riesco a farla con la porta aperta: P manca, L celo. Ho un sacco di segreti: P manca, L manca. Servizio militare: P manca, L manca. Serata rutto libero: P manca, L manca. Auto-erotismo: P manca, L celo. Sono una cretina: P celo, L manca.

16:20 – Rigore sbagliato per il Cesena. Intanto, si scopre che Federico Russo vorrebbe broccolarsi la cosplayer. Infine, Lippi lancia un altro no lapidario, poi la Cabello sbaglia il nome del conduttore della Domenica Sportiva e dice di essersi segata la carriera in Rai, così che il buon Lippi prenderà il suo posto. Momento della satira sul caso Malinconico.

16:25 – PARMA – SIENA 2-0 (66′ Valiani). Terminato il servizio del Trio Medusa, si ritorna in studio col gol del 2-0 per il Parma. Intanto, la Cabello continua a broccolarsi l’onesto Arrigo Sacchi. L’avvocato si ritrova uno schermo nero di fronte a sé e afferma che sta gufando la Juventus dall’alto della sua piccionaia.

16:30 – FIORENTINA – LECCE 0-1 (65′ Di Michele – rig.); GENOA – UDINESE 3-1 (71′ Palacio, 75′ Di Natale – rig.). Mentre Sacchi fa un’altra elucubrazione occipitale delle sue, ci sono due gol. Un rigore per il Lecce e il terzo gol per il Genoa. Nuovo twitt fasullo per Caputi, che afferma che la Parodi gli fa molto sesso, lasciando, però, una pacata reazione del buon Caressa al telefono. Ci si chiede se l’onesto Caputi sia, oppure no, in disaccordo con le decisioni dei due rigori, dato che l’Udinese ha accorciato le distanze.

16:35 – PARMA – SIENA 2-1 (79′ Grossi). Ritorna in studio Paula Gilberto do Mar col solito brano di Toquinho in sottofondo. Ecco il quadro che ci presenta: Spuntino nel bosco di Edoardo Manetto. In realtà l’opera è Colazione sull’erba di Édouard Manet. Viene fatto un ritoquinho per rendere più credibile l’opera grazie all’aiuto di Sami e del suo pennellone.

16:45 – CESENA – NOVARA 3-1 (89′ Caracciolo). Intervista a Vladimir Luxuria per quanto riguarda L’Isola dei Famosi. Per evitare di mettere delle sedie in mezzo alla scenografia, la Cabello si mette sulle ginocchia di Mirco Bergamasco. Tre domande per Luxuria circa l’Honduras: la capitale è Tegucigalpa, la moneta è il lempira e la forma di governo è la repubblica presidenziale. Collegamento dal camerino con Madre e Jean-Claude.

16:50 – PARMA – SIENA 3-1 (90′ Giovinco). Lippi lancia una frecciatina sul fatto che alcuni reality sono morti (Grande Fratello). Prima di fare un giro coi finali delle partite, viene chiesto in tribuna chi vorrebbe fare l’Isola dei Famosi.

16:55 – La puntata di Quelli che il calcio può praticamente considerarsi conclusa, mentre mancano pochi istanti alla fine di Fiorentina-Lecce che ci permettiamo di seguire in diretta fino all’acquisizione del risultato finale. La gara del Franchi si è conclusa.

17:00 – La Marella ha ormai chiuso l’affare per la vendita dello studio di Quelli che il calcio. Noi, invece, vi diamo appuntamento a domenica prossima, sempre alle 14:50 qui su UnDueTre.com.