Crostata di carciofi di Anna Moroni del 25/01/2012.

Si inizia con Anna Moroni che, introdotta dalla canzoncina ‘Com’è bello far la casalinga da Trieste in giù‘, è pronta per realizzare le ricette d’Italia Annina racconta come oggi, a Roma, faccia freddo, per cui si è messa il golfino. A proporre la ricetta di oggi è la signora Rita da Roma, che al telefono segue la preparazione della sua crostata di carciofi. Antonella aiuta Annina a pulire i carciofi, il primo però spetta ad Anna, mentre il secondo tocca ad Antonella.

Una volta puliti e tagliati si mette un po’ di limone e si mettono a cuocere in una padella, con uno spicchio di aglio e un po’ di vino bianco. Lasciamo cuocere per circa 20 minuti e poi li frulliamo nel mixer aggiungendo la mortadella e, una volta frullati, li mettiamo in una ciotola, in cui si aggiungono due uova, il pecorino grattugiato grossolanamente, due cucchiai di zucchero e la ricotta. Si amalgama tutto. Nel frattempo, Anto fa gli auguri per una pronta guarigione ad Alda D’Eusanio, investita ieri da uno scooter.

Si prepara la frolla, impastando 500 gr di farina, 3 uova intere, lo zucchero, due cubetti di lievito di birra sbriciolati. Anna ribatte dicendo di voler usare il lievito liofilizzato e Antonella battibecca con lei dicendo che sono le ricette delle signore da casa, non le sue e, quindi, di fare quello che dicono loro per una volta. E parlano della suocera di Annina, Antonella parla e poi Anna le dice che ‘finalmente ha detto una cosa saggia‘. Si ride e si scherza. Una volta pronta la frolla, non si deve far riposare ma si stende subito foderando sia la base che i lati di una teglia da forno, mettiamo sopra il composto fatto con i carciofi, con gli avanzi della frolla facciamo delle striscioline decorative sopra e inforniamo per 50 minuti. E… buon appetito! Anna è curiosa di assaggiarla perchè, dice, mai aveva sentito usare il lievito di birra per fare la frolla. ‘E’ buonissima‘, conclude.

CLICCA QUI per il post completo della puntata odierna de La prova del cuoco.