Emilio Fede lascia il Tg4 a giugno. Chiederà a Berlusconi di entrare in Parlamento.

Fede feat Gregoraci

Solo ieri vi avevamo informati della (sventurata) probabilità che alla direzione del Tg4 possa approdare l’ex direttore del Tg1, ‘berluscones‘ di lungo corso, Augusto Minzolini. Quest’oggi, giunge la conferma di quanto, sinora, era stato solo paventato: Emilio Fede lascerà il tiggì di Rete4 il prossimo giugno. A dichiararlo il diretto interessato in un’intervista alla Zanzara su Radio 24:

Sarà una separazione consensuale, questo è sicuro. Tengo il mio ufficio, questo è già importante perché con l’aria che tira potrei finire in una roulotte.

Tuttavia, se pensavate che Fede fosse intenzionato a ‘riciclarsi‘ in altro ambito, ad esempio dandosi all’organizzazione di eventi (……….), vi sbagliate. Emilio non molla l’ufficio, tanto meno le telecamere:

E l’azienda è d’accordo su un settimanale di approfondimento su Rete4 in seconda serata. Praticamente è già in palinsesto.

La buonuscita?

Ma quali sette milioni? La parola milione non esiste, anzi non se ne parla più e non li ho mai chiesti. Mi vergognerei in questa situazione del Paese a prendere tutti questi soldi. Forse parliamo di un contratto di consulenza, tre anni più altri due. Poi prenderò quello che mi spetta, forse qualcosina in più mi darà l’azienda, sto facendo i conti, ma siamo sotto il milione.

Non solo tv, Emilio potrebbe seguire l’esempio del suo guru:

Spesso Berlusconi mi ha proposto la candidatura in Italia e ho sempre detto di no perché volevo restare al Tg4. Però a giugno quando lascerò la direzione glielo chiederò. Non mi dispiacerebbe andare in Parlamento […]  mi piacerebbe fare un’esperienza in Parlamento, magari insieme a mia moglie che è già senatrice.

Fede deve aver scambiato Palazzo Madama per un ospizio. Infine, dopo aver dato i voti ai colleghi, Fede, da indomabile tombeur de femmes, vedrebbe al suo posto, alla direzione del Tg4, una donna:

Faccio questa proposta all’azienda: potrebbe essere Safiria Leccese, una bravissima giornalista interna oppure Annalisa Spiezie o Benedetta Corbi. Perché non una donna?.