La prova del cuoco – Puntata del 26/01/2012 – Ricette, rubriche e divertimento assicurato.

_Marco Magnani_

Pubblicità

In ritardo rispetto al consueto, alle 12:18, dopo l’inaugurazione dell’anno giudiziario, ecco la sigla che introduce Antonella che subito va dal maestro di canto Andrea per i saluti e qualche battuta iniziale. Si inizia con Anna Moroni, alle prese con un doppio appuntamento settimanale con la sfida di ‘Anna contro tutti. Anche se sono già iniziate le rivincite, oggi a sfidarla c’è una new entry, che non l’aveva mai sfidata, ossia il cuoco, neopapà GianPiero Fava. L’oggetto del contendere oggi è la pasta all’amatriciana.

Quella di GianPiero è la vera ricetta dove si usa la cipolla che si mette dentro al pomodoro (e Anna inizia ad urlare di no!). GianPiero sottolinea poi come la pasta ideale per questo sugo sian gli spaghetti, e anche qui Anna non corcorda perchè dice sono i rigatoni. GianPiero usa aglio e cipolla tritata  mentre Annina dice assolutamente non li usa, ma lei oltre al guanciale anche una fettina di pancetta affumicata.

GianPiero le dice che la pancetta non c’entra nulla. Fa quindi rosolare il guanciale a pezzetti  in una padella dove ha messo olio, aglio la cipolla tritata e poi sfuma con il vino e aggiunge un pochino di aceto, stessa cosa fa Annina tagliando però a tocchetti il guanciale e non a listarelle piccole come ha fatto GianPiero e in più lei ci aggiunge anche la pancetta. GianPiero ci aggiunge poi un po’ di pomodoro sammarzano, del pecorino di fossa (e qui Anna contesta a tutto spiano), mescola bene e poi ci consice gli spaghetti. Anna invece ha fatto gli gnocchi.

Ed è il momento per Claudio Lippi, il giudice della gara, di assaggiare (e qui lo invidiamo molto) e decretare che… a vincere la sfida è GianPiero che è stato molto bravo e ha apprezzato molto il suo piatto, ma anche Anna è stata brava, non ci sta, perchè dice ha fatto gli gnocchi in diretta che in cinque minuti nessuno ha il coraggio di fare.

Ed ora ecco la maestra in cucina di oggi che è Palma D’Onofrio. Antonella porta anche Lippi visto il felling che c’era stato tra di loro quando Anto non c’era. Prepara oggi il rotolo di riso con funghi e fonduta di grana. Innanzitutto in una padella antiaderente si scalda un goccio di olio e si fa rosolare uno spicchio di aglio e si aggiungono i funghi e si fanno cuocere.

In un’altra padella invece, sempre con un goccio di olio facciamo rosolare lo scalogno tritato, aggiungiamo il riso, sfumiamo con il vino, aggiungiamo il brodo vegetale e lo facciamo cuocere facendolo risultare a fine cottura molto asciutto.

Si fa raffreddare poi mantechiamo aggiungendo burro e parmigiano e quando è bello freddo aggiungiamo un uovo intero, mescoliamo bene e poi lo stendiamo su una teglia foderata con carta forno. Intanto si scherza con Palma con Anto che dice che con lei è tutta seria e precisina mentre con Claudio no, ride sempre ed è molto meno rigida, e si balla il ciupy ciu e altre canzoncine.

Si prepara ora una fonduta mettendo in un padellino il latte, ci aggiungiamo la farina mescolandola con la frusta, mettiamo sul fuoco, aggiungiamo il burro e si amalgama tutto, aggiungiamo poi gformaggio grana, sale e pepe e otteniamo così la fonduta.

In una ciotola mettiamo ora i funghi che abbiamo cotto, ci aggiungiamo la besciamella che è stata fatta nel classico modo, amalgamiamo bene e versiamo il composto sul riso che abbiamo steso sulla carta forno, spolveriamo con il grana, arrotoliamo tutto e inforniamo a 180° per 20 minuti coperto con carta forno. Poi si taglia e si accompagna con la fonduta fatta e …buon appetito!

Augusto Tocci adesso parla dell’osso del prosciutto, la parte che definisce più buona ma che spesse volte viene poi scartata. Spiega come una volta con l’osso del prosciutto ci si faceva la minestra con i  fagioli. Ora lo taglia a pezzettini e lo mette in una padella, ci aggiunge l’olio e un po’ (in abbondanza) di peperoncino rosso, si fa insaporire e poi versiamo in un contenitore a chiusura ermetica, copriamo con l’olio, chiudiamo e conserviamo nella dispensa per avere così un ottimo antipasto magari da consumare con delle bruschette.

Infine la gara dei cuochi che vede oggi nel pomodoro Paolo Zoppolatti e nel peperone Michele Potenza. Con loro ci sono sempre i concorrenti Maurizio Valeri e Manola Cancellieri. Parte la gara, Antonella parla con i cuochi sottolineando come loro siano gli scapoli del programma.

E si ride e si scherza, poi Maurizio torna a parlare del lavoro di casaro che faceva, parla dei suoi amici, delle sue passioni e delle sua abilità culinarie. Manola parla invece del suo lavoro di maestra, parla della sua bambina e del fatto che in caso di vittoria del montepremi di domani le regalerebbe delle lezioni di chitarra oltre che a una bella vacanza al mare per loro due.

Arriviamo così a fine gara con la vittoria, di misura con il 51% del pomodoro. I due concorrenti sono quindi in perfetta parità.

A domani con La prova del cuoco.

———————————————————————————————————————–

UnDueTre.com è anche su Facebook e su Twitter!

Se vuoi essere sempre informato sul mondo dello spettacolo clicca Mi piace su questa pagina e seguici su Twitter.

———————————————————————————————————————–

La prova del cuoco, Televisione and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , .
Pubblicità