La prova del cuoco – Puntata del 27/01/2012 – Ricette di Alessandra Spisni e ‘Casa Clerici’, sfide e rubriche.

Con un maglioncino azzurro cielo e jeans, ecco la nostra Antonella raggiungere il maestro di canto Andrea, subito dopo la sigla, saluta il pubblico e saluta Jury Risso, il cuoco ‘puffo‘ di genova che mercoledì è diventato papà per la prima volta. Si inizia subito con ‘Caccia al cuoco, che vede oggi coinvolti in una sfida diretta  Davide Mazzoni di Roma che propone ‘polenta al gorgonzola con tre besciamelle‘ e Giusepppe Aliano, da Marsala che propone ‘tagliolini croccanti con caprino e fonduta‘.

Parte la gara, con Paola Ricas e Nicola Santini seduti di fronte per osservare tutto visto che poi dovranno decretare chi tra i due passerà alla fase successiva Davide è nato a Milano ma da tempo vive ormai a Roma dopo aver girato diverse parti del mondo, ha 35 anni anche se ne dimostra parecchi meno, ha un bambino di venti mesi e ora la sua compagna sta aspettando il secondo.

Giuseppe, invece, Beppe per tutti, è siciliano e parla dei suoi fratelli che gestiscono una pizzeria.  Si arriva così alle votazioni, prima vota il pubblico senza sapere per ora la sua preferenza, poi Santini che dice ha trovato da entrambi il fatto che sanno inventare e muoversi in cucina, però giudicando l’estetica ha preferito Davide perchè ha saputo fare innovazione senza restare sul classico.

Paola Ricas, invece, dice che… il piatto più bello era quello di Giuseppe mentre quello di Davide sembrava disordinato, però l’assaggio è stato veramente molto buono quindi vota anche lei per Davide. Stessa scelta anche per il pubblico, quindi Davide passa il turno a pieni voti.

E ora si balla la mazurka, perchè c’è la maestra ballerina in cucina Alessandra Spisni. Antonella le dici che la vede dimagrita, e le chiede se ha perso qualche etto. ‘Non lo so’, ribatte lei aggiugnendo subito ‘se li ho persi li ritroverò’. E inizia  apreparare la terrina di pollo.

Si  parte con Antonella che taglia i funghi a fettine e poi si mettono a cuocere  in una padella con un goccio di olio e una noce di burro. Alessandra intanto prepara la pasta brisè impastando la farina con il burro e il sale, poi aggiunge l’acqua facendo un impasto morbido e resistente che poi tira con il suo mattarello (qui Anto dice che si può usare sia quella già pronta che farla nel mixer, ma Alessandra non ne vuol sentire parlare).

Si taglia adesso il petto di pollo a pezzettini e si mette sopra il succo di un limone, mentre in una ciotola si mette il macinato di tacchino, aggiungiamo le uova, la panna, sale e pepe e si amalgama bene tutto. Si stende la pasta brisè, si fodera una pirofila, mettiamo sopra uno strato di composto fatto in terrina, sopra i pezzettini di pollo e un po’ di composto di funghi, ancora unos trato di composto, pezzetti di pollo e funghi e infine la aprte rimanente del composto e si inforna a 180° per 35- 40 minuti. E…buon appetito!

Adesso c’è Gianfranco Pascucci che prepara un piatto povero: il baccalà con le patate. Si fa cuocere il baccalà mettendolo nell’olio e infornandolo a 65° per 12 minuti e una volta cotto usiamo l’olio in cui è cotto, mettendolo a bollire e aromatizzandolo con il rosmarino, aglio e poi lo usiamo per condire le patate lessate e schiacciate come per fare il purè. ettiamo quindi in una pirofila il baccalà cotto e lo rivestiamo con le patate condite con quest’olio e inforniamo a 220° per 12 minuti nella posizione del grill. Lo abbiniamo con un contorno di rape bianche, insalata e pomodorini cotti in padella.

Antonella raggiunge il suo spazio di ‘Casa Clerici’ per preparare una ricetta facile e veloce tratta come sempre dal suo ultimo libro. Questa volta ci delizia con i tortellini in salsa di porri.

Per prima cosa si mettono a cuocere i tortellini, quelli industriali e già pronti, in acqua bollente e salata , e nel frattempo si tagliano i porri a pezzetti togliendo la parte verde che si userà poi per fare dei brodi e si mettono a stufare in una padella antiaderente in cui abbiamo sciolto un pochino di burro, li copriamo con l’acqua, copriamo col coperchio e lasciamo cuocere per dieci mnuti.

Intanto la Spisni è inorridita perchè Antonella usa i totellini quelli industriali, per di più per farli asciutti quando dice i tortellini, quelli veri, vanno fatti esclusivamente in brodo. Mettiamo in una ciotola la panna, ci aggiungiamo un cucchiaio di farina, amalgamiamo bene e aggiungiamo il composto nella padella dei borri, si mescola bene ottenendo così una cremina che frulliamo leggermente con il frullatore ad immersione. Scoliamo i tortellini, li condiamo con questo composto, spolveriamo con il formaggio grana e … buon appetito!

Ma si può fare un lavoro così, ma si possono fare lavori così’, si lamenta la Spisni constatando l’utilizzo ‘orrido’ che Anto ha riservato ai tortellini. ‘Ormai questi sono nati morti, è andata come è andata….Proporrò di toglierti il passaporto se vieni a Bologna‘, conlcude. Anto rivendica la bontà del suo piatto, confermata anche dalla Ricas che assaggia. ‘Il passaporto me lo danno perchè io sono simpatica…e mangio‘, ribatte Antonella.

Infine la gara dei cuochi che vede nel pomodoro Marco Bottega e nel peperone Mauro Improta. Con loro i concorrenti Maurizio Valeri e Manola Cancellieri, che sono in perfetta parità e al loro ultimo giorno di gara e che vede quindi l’assegnazione dei 5 mila euro in palio. Parte la gara, Marco inizia a raccontare come sia stato un buon gennaio per il ristorante in cui lavora e racconta qualche curiosità sui suoi clienti.

Manola parla della sua passione anche per il canto, in particolare per Mina e Ornella Vanoni, e dice di aver cantato in un coro. Maurizio racconta delle feste che fa sempre con i suoi amici alle Eolie, ed ecco che al telefono interviene Rosalba, la sua migliore amica, per fargli l’in bocca al lupo. E gli annuncia una sorpresa fatta da lei insieme alla redazione del programma: dietro di lui sul forno c’è infatti un pacco che contiene il grembiulino originale del programma. Lui lo indossa e le dice questa estate la aiuterà nella sua trattoria con questo grembiule. Manola invece ha portato un regalino ad Antonella, che è una bellissima cuffia rosa che ha preparato per la sua Maelle.

Siamo al termine della gara, la Ricas che ha osservato tutto, ora assaggia e assegna 2 punti al pomodoro e 3 al peperone. Essendo stati in perfetta parità, vince i 5 mila euro Manola, che ha cucinato per due volte con Mauro Improta durante la settimana.

A domani con La prova del cuoco.

———————————————————————————————————————–

UnDueTre.com è anche su Facebook e su Twitter!

Se vuoi essere sempre informato sul mondo dello spettacolo clicca Mi piace su questa pagina e seguici su Twitter.

———————————————————————————————————————–