L’Italia sul 2 – Milo Infante ai ferri corti con la Rai: “gli equilibri politici sono cambiati”

Affiancava Caterina Balivo, lo scorso anno, senza alcun entusiasmo. Per Milo Infante, dunque, era stato motivo di giubilo l’addio della showgirl alla Rai ed il ritorno di colei che ha sempre definito la sua partner ideale, ossia Lorena Bianchetti, ma lo stato di grazie in cui il giornalista ha vissuto all’annuncio del gradito ritorno è durato poco. Stavolta, però, la partner può dirsi innocente, infatti lo fa, dichiarando pubblicamente di non voler entrare nella querelle tra l’azienda ed il collego, infatti, Infante sarebbe in rotta con Viale Mazzini per il trattamento riservatogli all’interno del programma che conduce quotidianamente, ‘L’Italia sul 2‘. Dopo aver annunciato di voler adire le vie legali (ve lo avevamo comunicato qui), ora Infante torna sull’argomento, rilasciando un’intervista a Laura Rio de Il Giornale. Cominica spiegando la situazione in cui si trova:

Fin dai primi giorni, a settembre, c’è stato un capovolgimento dei ruoli: a me venivano affidati argomenti più leggeri (anche le ricette di cucina) e spazi ridotti in coda al programma, mentre a Lorena quelli più importanti di politica e attualità e sempre nella prima parte. Ovviamente io non ho nulla contro la mia collega, però questa suddivisione dei ruoli è alquanto strana dato che io sono giornalista professionista da 18 anni.

Continua, precisando di aver chiesto il motivo della sua esclusione dalla trattazione di argomenti ‘importanti‘:

L’ho chiesto più volte, ma non mi è stata data una spiegazione. Le motivazioni potrebbero essere solo tre: non mi si ritiene in grado di parlare di economia, cronaca e politica (ma allora non si capisce perchè me l’hanno fatto fare per anni); sono improvvisamente diventato antipatico al vice direttore Roberto Milone responsabile del programma; oppure ci sono motivazioni di tipo politico…

Conclude:

Mi rendo conto che non sono né Santoro né Minzolini. Però, nel nostro piccolo, anche noi abbiamo un pubblico importante. E a nessuno sfugge che gli equilibri politici all’interno della Rai sono cambiati […] E’ innegabile che quest’anno un’associazione religiosa (Nuovi Orizzonti) è presente tutti i giorni in trasmissione a dispetto di altre Onlus cattoliche. Io invece non ho più potuto scegliere gli ospiti: soprattutto è stato messo uno stop ai giornalisti del Giornale, di Libero e del Fatto quotidiano. Hanno ripreso a invitarli, e non nei miei spazi, dopo che la questione è diventata pubblica.

Insomma non è un bel periodo per Milo Infante e, forse, rimpiangerà lo scorso anno quando, pur dovendo lavorare con Caterina Balivo che non aveva in simpatia, si occupava, a differenza di adesso, di cronaca e di attualità e gli ascolti del programma erano doppi, rispetto a quelli attuali.