Sanremo 2012 / Le canzoni – “Per sempre” di Nina Zilli

Nina Zilli fin da piccola ha studiato da soprano, ha diviso il tempo fra l’università e piccoli gruppi live, ha fatto la vee jay, è entrata e uscita da una porticina laterale della discografia con un 45 giri che ha rimosso. Dal suo cilindro sempre zeppo, la Zilli ha estratto sei brani e ha aggiunto una cover storica (“You Can’t Hurry Love delle Supremes”, nella versione italiana – “L’amore verrà”). Nina si è divertita un sacco e sente di essersi presentata bene, con quell’aria fresca di canzoni di una volta, con i fiati e un sacco di strumenti veri, in una dimensione “vintage” che illustra come si deve il suo paesaggio immaginario. Poi arrivano “50mila”, il singolo di lancio, con Giuliano Palma, è la canzone più compiuta e un bell’esercizio sul tema di amore/dolore; “Inferno” un rilassato “sha la la” che fa molto estate Sixties; e “Penelope”, con gli Smoke, il brano che più si avvicina all’adorato rock steady. Nel 2010 ha partecipato per la prima volta al Festival di Sanremo nella categoria Giovani con il brano “L’uomo che amava le donne” ricevendo il Premio della Critica ‘Mia Martini’ e il ‘Premio della Sala Stampa Radio e Tv’. Il 5 novembre esce il suo nuovo singolo “Bacio d’a(d)dio” il primo estratto da “Sempre lontano Special Edition”, la nuova release del primo album. Il 18 febbraio 2011 è ospite al 61° Festival di Sanremo per duettare con i La Crus nel brano “Io confesso”.

E quest’anno sarà tra gli artisti del 62° edizione del Festival di Sanremo con il brano Per sempre, mentre nella serata dedicata alla musica italiana nel mondo duetterà con Skye in Never Never Never, versione inglese di “Grande grande grande” di Mina. Di seguito il testo Per sempre.

PER SEMPRE (di R.Casalino – N.Zilli – R.Casalino)
Se un giorno tu
Tornassi da me dicendo che
È stato un errore
Lasciarmi andare lontano lontano da te
Se un giorno tu
Parlassi di me
Dicendo che
Sono il tuo rimpianto e non riesci a dormire
Allora ti direi
Stavolta sarebbe per sempre
Non importerebbe niente se
Le parole tue
Mi hanno fatto male ma tanto vale che
Stavolta sia per sempre
Perché l’orgoglio in amore è un limite
Che sazia solo per un istante e poi
Torna la fame
Se un giorno tu
Sentissi che c’è qualcosa che
Non ti sai spiegare non ti lascia andare
Non chiedere a me
Neghi la verità
Ora che non ti serve piangere
Puoi lasciarti cadere
Dimenticare non basterà
Ma illudimi che sia per sempre
Non importerebbe niente se
Le parole tue
Mi hanno fatto male ma tanto vale che
Stasera non cedo a niente
Perché se perdo in amore perdo te
Che accendi il mondo per un istante e poi
Va via la luce
E so che è stupido pensarti diverso
Da ciò che sei realmente
Di quello che ho dato non ho avuto indietro
Neanche quel minimo
Per cui valga la pena di star male
Mentre affoghi nei tuoi errori
E cerco di capire l’irrefrenabile
Bisogno di cercare amore
In quel terreno che è fertile neanche a morire
E invece di morire ho imparato a respirare
Per sempre uh yeah
Le parole tue
Mi hanno fatto male ma tanto vale che
Stavolta non dirò niente
Perché l’orgoglio in amore è un limite
Che sazia solo per un istante e poi
Torna la fame