Sanremo 2012 / Le canzoni – “Sei tu” dei Matia Bazar

I Matia Bazar nascono artisticamente a Genova nel 1975: Piero Cassano, Aldo Stellita, Carlo Marrale, Giancarlo Golzi e Antonella Ruggiero danno vita ad uno dei gruppi storici della scena musicale italiana. Dopo aver pubblicato una serie di hit Stasera che sera (1975) Per un’ora d’amore (1978) Solo tu (1978), vincono nel 1978 il Festival di Sanremo con il suggestivo brano …e dirsi ciaoNel 1989 Antonella Ruggiero lascia la band e viene sostituita dalla vocalist Laura Valente con la quale i Matia partecipano a due Festival di Sanremo con Piccoli Giganti Dedicato a Te. Nel 1998 viene a mancare l’amico fraterno Aldo Stellita, bassista e autore storico del gruppo. Giancarlo Golzi ricontatta Piero Cassano, uscito dal gruppo nel 1979, che nel frattempo è divenuto produttore di molti artisti di successo tra cui Eros Ramazzotti. Insieme decidono di occuparsi interamente della nuova formazione del gruppo. Scoprono la voce di Silvia Mezzanotte, alla quale si unisce Fabio Perversi, giovane arrangiatore e polistrumentista monzese diplomato al Conservatorio. Nel 2000 pubblicano il cd Brivido Caldo, il cui singolo omonimo incanta la platea sanremese. Sempre al Festival si ripropongono ancora nel 2001 con il brano Questa nostra grande storia d’amore piazzandosi al terzo posto e nel 2002  con Messaggio d’amore, con la quale vincono il Festival di Sanremo. Seguono due tour in Italia e all’estero, al cui termine Silvia Mezzanotte viene sostituita dalla straordinaria voce di Roberta Faccani. Nel 2005 i Matia Bazar festeggiano il loro trentennale partecipando al 55° Festival Della Canzone Italiana con il brano Grido d’amoreNell’aprile 2010 dopo 5 anni di attività insieme i Matia Bazar decidono di proseguire la propria carriera artistica separatamente da Roberta Faccani. A settembre 2010 l’annuncio del ritorno di Silvia Mezzanotte

I Matia Bazar parteciperanno per la dodicesima volta nella loro carriera alla 62° edizione del Festival di Sanremo con il brano Sei Tu. Nella serata ‘Viva l’Italia’ duetteranno con l’artista internazionale Al Jarreau, interpretando il brano Speak Softly Love, tema del film Il Padrino. Di seguito il testo di Sei tu.

SEI TU (di P.Cassano – F. Perversi – G. Golzi)
Hai cercato
E tutto sommato
sei riuscito
chi dei due ha sbagliato?
e di noi
che cosa resterà?
sei geniale
nel fare del male
programmare
quello che è il dolore
e ti diverte
e spari su di me
caldi brividi, fredde lame oramai
di un inverno che, che non finirà mai
baci come spine, sulla bocca mia
senza respirare, scivolando via
sei tu, sei tu, sei tu
che mi hai rubato il cuore!
guardo nello specchio
senza più un perchè
cado nella notte, che assomiglia a
te
sei tu, sei tu, sei tu che mi
hai rubato il cuore!
ho provato, quanto ci ho provato
cancellare tutto il tuo passato
e adesso so che ha vinto su di me
non raccoglierò, quel che resta di
noi
non mi volterò, per cercarti lo sai
baci come spine, sulla bocca mia
senza respirare, scivolando via
sei tu, sei tu, sei tu, che mi hai
rubato il cuore!
cieli di cristallo senza più poesia
petali di ghiaccio sciolti sulla via
sei tu, sei tu, sei tu che mi hai rubato
il cuore!
sei tu, sei tu, sei tu!
sei tu, sei tu, sei tu!
che mi hai rubato il cuore