London Live 2.0 – Terza puntata del 11/02/2012 con Daniele Battaglia. Novità musicali, interviste ed esibizioni dal vivo.

Terza puntata per London Live 2.0, il nuovo programma musicale di Raidue condotto da Daniele Battaglia che presenta le principali novità musicali della settimana, con esibizioni rigorosamente dal vivo e interviste ai cantanti nostrani e non solo, frequenti, infatti, i collegamenti con il “Koko Club” di Londra per le performance internazionali. Partito in sordina, con ascolti disastrosi, il programma, la scorsa settimana, ha sfiorato il 4% di share, un dato decisamente basso ma confortante in quanto segna un netto miglioramento rispetto alla puntata d’esordio. Un programma che non rappresenta una grande novità, ma che dà la possibilità alla musica di essere la protagonista in un programma della tv generalista. Da apprezzare poi, e lo sottolineiamo ancora, la conduzione di Daniele Battaglia che si sta rilevando bravo, spigliato e decisamente all’altezza della situazione.

Nella puntata di oggi. da cantautore atipico qual è sempre stato, Enrico Ruggeri presenta il recente album “Le canzoni ai testimoni”, dove ripropone alcuni suoi successi insieme ad artisti della scena underground italiana ed eseguirà dal vivo “Permod” con Dente e “Tenax” con i Serpenti. Altro protagonista della puntata è J-Ax, che presenta un estratto dal suo recente album “Meglio prima (?)”. La scena rap italiana è rappresentata anche dalla rivelazione Emis Killa, che eseguirà il singolo “Cashwoman” tratto dal nuovo album “L’erba cattiva”. Nel corso della puntata ci sarà il backstage esclusivo relativo alla realizzazione dell’ultimo album di Paul McCartney dal titolo “Kiss On The Bottom”, mentre l’attore Fabio De Luigi svelerà le sue passioni musicali nella rubrica “I Love Music”. Da Londra arrivano un documentario che racconta tutti i segreti del successo di Adele e le performance dei Coldplay (con “Charlie Brown”) e del Kasabian (con “Rewired”). Nel corso della puntata uno speciale sul tributo a Bob Dylan “Chimes Of Freedom”, realizzato per onorare il 50° anniversario della fondazione di Amnesty International e che vede la partecipazione di artisti come Adele, Jackson Browne, Patti Smith, Pete Townshend e Myley Cyrus.