La prova del cuoco – Puntata del 18/02/2012 – Ricette del sabato di Carnevale.

Si inizia in anticipo, alle 11:42, con Marco Di Buono che aiuta Annina a preparare il maiale in agrodolce, su richiesta di una telespettatrice che chiede delucidazioni ad Anna per mail. Serve la polpa del maiale macinato con cui ci formiamo delle polpettine con le mani (senza aggiungere altro), poi servono dei peperoni, l’ananas e dei pomodori.

Per fare la salsa in agrodolce servono poi lo zucchero di canna, aceto, ketchup e un po’ di soia. Anna sgrida Marco, che vede molto lento nel fare le polpette, e una volta che ci è riuscito le friggono. Gli dice che deve imparare a cucinare, e ovviamente gli ha fatto mettere anche il grembiule. Alla fine gli dà la sufficienza sulla preparazione delle polpette. Una volta fritte, tenendole un po’ indietro nella cottura, si asciugano bene. In un’altra padella mettiamo un fgoccio di oio, la cipolla tagliata finemente, aggingiamo i peperoni tagliati a listarelle, i pomodorini tagliuzzati e lasciamo cuocere qualche minuto, aggiungendo poi le fette di ananas tagliate a pezzetti e aggiungendoci poi le polpette.

Si fa ora la salsa in agrodolce mettendo in una padella di ferro due cucchiai di zucchero di canna, un cucchiaio di acqua e facciamo caramellizzare, poi si aggiunge l’aceto e si fa evaporare ( e Anna si lamenta ‘Io qua devo fare dalla A alla Z con questo…non sa fare niente!’). Aggiungiamo poi anche il ketchup e si gira bene, si aggiunge poi un pochino di salsa di soia. Aggiungiamo la salsa al composto delle polpette e …buon appetito!

E dopo la reclame, ecco alle 12 la sigla e l’ingresso di Antonella tra l’atmosfera allegra carnevalesca dei bambini che ne compongono il pubblico. Raggiunge il maestro Andrea e parlano di carnevale e di maschere e decco la battuta del giorno di Andrea: ‘Una noce ad una mandorla…la devi smettere di fidanzarti coni fichi secchi. E perchè? Eh, quando le fai le nozze?‘.  Subito raggiunge Anna Moroni, che introdotta dalla canzoncina ‘domenica è sempre domenica’, oggi prepara il menu di carnevale. Inizia dalle frittelle tricolori. Ecco gli ingredienti.

Si inizia facedno la pasta lievitata impastando la farina con il lievito e l’acqua. Una volta ottenuto l’impasto lo si divide in tre parti e in un aper farlo verde si aggiunge il broccolo siciliano lessato e poi frullato, nell’altro si aggiunge il concentrato di pomodoro e nell’ultimo lo lasciamo bianco. Impastiamo tutte le paste, si balla il ciupy ciu,

Adesso ne ricaviamo con le mani delle frittelle e in quelle con l’impasto verde si mette all’interno ad ognuna un pezzetto di gorgonzola, in quelle dalla pasta rossa dei pezzetti di mozzarella e pomodoro e in quelle dalla pasta bianca dei pezzetti di acciuga e mozzarella. Intanto si ballano tante canzonci legate al carnevale e Anto chiede ad Annina che cosa fa stasera. Lei dice guarderà la finale di Sanremo, ma Anto ci crede poco. Adesso friggiamo le frittelle in abbondante olio di arachidi tenendo il fuoco non alto e quando son cotte…buon appetito!

Adesso Annina vuole fare anche una cosa per accompagnarle alle frittelle e fa un indovinello ad Antonella, che ovviamente non arriva a dire quello che Anna vuole. Prepara quindi le olive ripiene, o finte olive ascolane.  Si usa della carne di vitello, di pollo e di maiale in parti uguali, si tagliano a cubetti e si cuociono in una padella con un po’ di burro.

Una cvolta cotta si trita per bene nel tritatutto, tritiamo anche delle olive verdi in salamoira denociollate (per le dosi si mette doppia dose di olive rispetto a quella dela carne tritata, es ogni 100 gr di carne tritata mettiamo 200 gr di olive), poi al composto di olive e carne tritata aggiungiamo un rosso d’uovo, un pochino di noce moscata, di grana e di limone grattugiato e impastiamo bene il tutto. Con le mani formiamo delle polpettine dalla grandezza di un’oliva e poi si fa la panatura passandole nella farina, nell’uovo sbattuto e poi nel pangrattato. Le friggiamo, impiattiamo accompagnandole alle frittelle tricolori e …buon appetito!

La canzoncina del ciupy ciu come sempre introduce Lorenzo Branchetti, che oggi per Carnevale, propone delle ghitotte frappe, o chiacchiere o bugie al forno. Prendiamo il mixer e mettiamo dentro 150 gr di farina, 1 uovo grande da circa 60 gr, 20 gr di burro a temperatura ambiente, un cucchiaino di succo di spremuta di arancia (se fatto per i bambini), un cucchiaio di grappa (per i più grandi), un cucchiaino di zucchero e un po’ di buccia di limone grattugiata e frulliamo impastando così il tutto, mentre si balla il frullallero.

Una volta ottenuto l’impasto lo lasciamo riposare, poi si stende con la nonna papera in modo da farlo bello sottile, ricaviamo le chiacchiere con la rotellina apposita e le mettiamo su una teglia foderata da carta forno, le copriamo con carta forno e inforniamo a 200° per 12-13 minuti. Si spolverano con lo zucchero a velo o con del cioccolato fuso e…buon carnevale!

E’ il momento adesso della focaccia di Gabriele Bonci, oggi focaccia con radicchio e murlacco. Per l’impasto usiamo 800 gr di farina e 200 gr di grano saraceno, 5 gr di lievito di birra secco e circa 700 gr di acqua. Si ottiene un impasto colloso a cui diamo pieghe di rinforzo e lasciamo lievitare per 5-6 ore. Stendiamo l’impasto, spolveriamo con grano saraceno, mettiamo un filo di olio e inforniamo per circa 25 minuti.  A questo punto mettiamo sopra delle fette di formaggio murlacco e si rimette in forno ad ultimare la cottura. Mettiamo poi sopra del radicchio stufato e buon appetito!

Adesso cucina Antonella, ovviamente nel suo spazio di Casa Clerici dove oggi, tratto dal suo ultimo libro, prepara le crespelle con mozzarella e acciughe. Ecco gli ingredienti.

Si inizia ovviamente facendo le crespelle e mettendo in un aciotola 135 gr di farina, le due uova intere, il burro fuso a magnomaria, il latte, un pizzico di sale e di noce moscata e si amalgama tutto con la frusta in modo che non rimangano grumi. Si prende poi una padella antiaderente, si mette un pochino di olio e poi si toglie pulendo con carta assorbente e una volta bella calda si fanno le crespelle.

A questo punto prendiamo una teglia da forno, la imburriamo e ci mettiamo alla base la passata di pomodoro, ci mettiamo qualche fogliolina di basilico. Adesso fatte le crespelle ci mettiamo dentro qualche pezzo di mozzarella e di acciuga e poi si arrotolano e si mettono nelle pirofila o intere o tagliate e metà.

Spolveriamo bene col grana, mettiamo ancora qualche foglia di basilico e dei pezzettini di burro a inforniamo per 15 minuti a 220° e…buon appetito!

Il momento più atteso: quello del dolce di Sal De Riso, che oggi non può che essere di carnevale. Infatti prepara i cannoli fritti. Servono: 700gr di farina forte, 350gr di latte, 20gr di lievito, 2 uova, 2 tuorli, 70gr di zucchero, 1 arancia, 1 limone, 1 bacca di vaniglia, 40gr di burro, sale qb. Per la crema: 12 tuorli, 800gr di latte, 200gr di panna, 300gr di zucchero, 70gr di amico, 1 bacca di vaniglia.

In una ciotola mettiamo un po’ di latte fresco in cui sciogliamo 20 gr di lievito, aggiungiamo due uova intere e due tuorli, 70 gr di zucchero, mezza bacca di vaniglia e un po’ di arancio e limone grattugiato e amalgamiamo tutto, poi aggiungiamo il resto della dose del latte, i 70 gr di farina e impastiamo tutto bene per una decina di minuti, poi ci aggiungiamo i 40 gr di burro, impastiamo ancora per 4-5 minuti e ottenuto l’impasto lo lasciamo riposare dentro ad un sacchetto di plasatica.

Lo stendiamo poi con il mattarello, facendone delle strisce strette e lunghe circa 25-30 cm, prendiamo delle formine cilindriche e ci arrotoliamo queste strisce di pasta Prepariamo adesso la crema pasticcera mettendo in un pentolino dodici tuorli d’uovo, 800 gr latte fresco , 200 gr di panna, 300 gr di zucchero, l’amido, la vaniglia e la facciamo bollire. Adesso una volta che i cannoli sono bien lievitati li friggiamo in abbondante olio, li facciamo poi intiepidire e li passiamo nello zucchero, e poi li riempiamo con la crema apsticcera che mettiamo nel sacco a poche. Buon appetito!

Infine la gara dei cuochi che vede oggi nel pomodoro Ivano Ricchebono e nel peperone Mauro Improta. Con loro a sfidarsi nella puntata del sabato due persone che sono due cuori e una cucina, ossia  Riccardo Fogli e sua moglie Karin Trentini.

Parte la gara, ovviamente si parla del fatto che Karin aspetta una bambina. Fogli quindi, al’alba della venranda età di 64 anni e quasi mezzo, diventa padre di una bambina che potrebbe poi considerarlo come un nonno. Nulla in contrario, però elogiare la paternità a questa età lascia perplessi. Parlano poi della carriera di lui e di suo figlio grande che ha quasi 19 anni.

E si parla poi della gravidanza di Karin, di come la sta affronando e dei preparativi dell’arrivo della bimba. Arriviamo così al termine della gara, e Anna Moroni, decreta che a vincere oggi è la squadra del peperone.

A lunedì con La prova del cuoco.

———————————————————————————————————————–

UnDueTre.com è anche su Facebook e su Twitter!

Se vuoi essere sempre informato sul mondo dello spettacolo clicca Mi piace su questa pagina e seguici su Twitter.

———————————————————————————————————————–