Provaci ancora prof – Al via la quarta serie. Presentazione e personaggi.

Veronica Pivetti torna a vestire i panni della professoressa di lettere Camilla Baudino, nella quarta serie di Provaci ancora prof. Solo due anni fa avevamo salutato la famosa prof con la passione per le indagini alle prese con delle beghe sentimentali: Camilla era in partenza per Barcellona, la città il marito Renzo aveva deciso di trasferirsi per motivi di lavoro. Qualcosa è andato storto…

La trama generale – Sono passati due anni dal ritorno di Camilla  a Roma insieme a Livietta, ormai alle soglie dell’adolescenza, e all’inseparabile cane Potti. Tornata da Barcellona, ha ripreso l’insegnamento nel suo vecchio liceo ma, a differenza di quella professionale, la sua vita privata ha subito una brusca inversione di rotta. Renzo ora ha una nuova compagna spagnola, Carmen ed entrambi si sono appena trasferiti a Roma. I rapporti di Renzo e Camilla sono ormai pacifici e affettuosi. Tutti, Livietta compresa, sembrano aver capito e accettato la loro separazione. Tutti, tranne Andreina che di perdonare suo genero non ne vuole proprio sapere.

L’arrivo di Renzo coincide, inoltre, con il ritorno di Camilla ad una sua antica “passione”: risolvere complicati casi gialli in cui si trova casualmente invischiata. Questa volta, però, non trova più al suo fianco il commissario Gaetano Berardi, che è stato nominato questore in un’altra città, si è sposato e si è trasferito. A sostituirlo c’è Paolo De Matteis, un trentacinquenne puntiglioso e caparbio che mal tollera le incursioni della Prof nelle sue indagini. Nonostante questo, Camilla non rinuncia alla sua vena investigativa e, in più di un’occasione, si troverà a scontrarsi con De Matteis e con i suoi modi da “primo della classe”. L’unico rimasto della vecchia squadra di polizia è l’ispettore Torre che condivide con la Prof l’antipatia verso il nuovo commissario.  E nella vita di Camille arriverà anche un cinquantenee che risucirà subito a far breccia nel suo cuore.

Conosciamo, nel dettaglio, i personaggi della serie:

Camilla Baudino – La vita di Camilla ha subito un brusco cambiamento negli ultimi anni. Si è separata dal marito ma, nonostante questo, la Prof. non si perde d’animo e, tantomeno, abbandona le “vecchie abitudini”. Insegnante di lettere, continua a vivere il suo lavoro con passione e stabilisce con i suoi alunni un rapporto di fiducia e lealtà. Resta una donna profondamente curiosa e attenta a tutto ciò che la circonda, affronta e risolve i casi in cui si trova coinvolta unendo la sua arguzia ad una certa dose d’incoscienza. Questa volta però, non avrà più al suo fianco il Commissario Berardi a farle da spalla.

Renzo Ferrero – Architetto e grande intenditore d’arte. Dopo un’esperienza lavorativa in Spagna, che gli ha cambiato la vita, fa ritorno a Roma, ma non è solo. Con lui, infatti, c’è la sua nuova compagna spagnola, Carmen. Nonostante questo, Renzo riesce a mantenere un buon rapporto sia con Camilla che con la figlia Livietta. In più di un’occasione, però, si troverà inaspettatamente a fare i conti con la vecchia gelosia, che tanto lo aveva afflitto in passato, nei confronti di Camilla.

Livietta, figlia di Camille e Renzo – Livietta è ormai alle soglie dell’adolescenza. E’ in una fase molto delicata: da un lato è ancora una bambina ma dall’altro comincia ad avvertire le inquietudine tipiche della sua età. Ha assorbito bene la separazione dei genitori e inizia ad avere i primi innocenti approcci sentimentali.

Andreina, madre di Camilla – Andreina è una signora borghese che si è sempre occupata della casa e della famiglia. Vedova del padre di Camilla, si è risposata con Amedeo e vive nell’appartamento sotto quello della figlia. Non ha mai accettato il “tradimento” del genero Renzo e vorrebbe che la figlia  si vendicasse in tutti i modi. Nonna affettuosa e presente, ha con la nipotina Livietta un rapporto molto vivace e divertente.

Carmen, nuova compagna di Renzo – Trentacinquenne spagnola, carina e dinamica. Fa l’architetto e lavora con Renzo. Nutre nei suoi confronti grande stima e ammirazione. Per stare con lui si è separata dal marito imprenditore. E’ molto seduttiva e, nel lavoro, è ambiziosa e più ‘spregiudicata’ di Renzo. Le piace la mondanità e questo crea a Renzo qualche problema.

Paolo De Matteis, il nuovo commissario – E’ un trentacinquenne ansioso e un po’ tirchio. Veste sempre in giacca e cravatta e, nonostante la sua giovane età e il suo essere un bel ragazzo, dimostra più anni di quelli che ha, con il risultato di apparire decisamente poco affascinante. La sua poca propensione all’umorismo e tanto meno all’ironia, di certo non aiutano. Il suo vero handicap è la timidezza, e Paolo  cerca di nasconderla dietro modi ruvidi e autoritari con il risultato di apparire spesso un arrogante “primo della classe”. Non sopporta l’invadenza della Prof nelle sue indagini.

Torre, ispettore – È l’unico che ritroviamo della vecchia squadra di polizia. Si è fidanzato – o così dice – con una attempata ereditiera italoamericana. Proprio per questo ha iniziato a studiare l’inglese. Detesta il nuovo capo e chiude un occhio sulle “interferenze” di Camilla.

Agente Marchese – E’ un ex allievo della prof, esperto di informatica, ed è la talpa della Prof in commissariato. Il punto debole di Marchese è la sua velleità di scrittore. Scrive racconti, romanzi e poesie, ma con scarsi risultati. Camilla lo aiuta nelle sue ‘opere’ in cambio di informazioni riservate sulle indagini.

Agente Valentina Grassetti – Attraente, scattante, sportiva. Intorno ai venticinque anni. Caratterialmente Valentina è l’opposto di Marchese. Estroversa, si vanta di essere una “sciupamaschi”. Ma tutta la sua baldanza cessa di fronte al commissario De Matteis di cui è segretamente innamorata.

Preside Mazzeo – Preside irreprensibile, severo e autoritario sia con gli alunni che con i professori. Dopo una delusione sentimentale, ha totalmente perso fiducia nel genere umano, e ancor più nelle donne, e s’è rifugiato nel regno vegetale. Le piante sono diventate le sue uniche compagne. Le cura, le accarezza, ci parla. La presidenza s’è trasformata in una sorta di orto botanico e guai a chi tocca le sue piante!

Prof Anna Scarpa- Insegnante di scienze, è la  nuova “amica-confidente-collega” di Camilla. È giovane, timida e pasticciona. È al suo primo incarico ed è impaurita dall’impatto con gli allievi e con il preside Mazzeo. Camilla la prende subito in simpatia e la aiuta stabilendo con lei un rapporto da sorella maggiore. A contrasto con la sua ‘fragilità’, Anna coltiva uno sport che getta una luce diversa sull’immagine fin qui descritta: la boxe. E quando sale sul ring diventa una tigre!

Prof Aldo Sanfilippo – È il modello del prof vecchio stampo ed è prossimo alla pensione. Soprannominato “il Crociato Congiuntivo”, è noto  per la sua mania di interrompere qualunque interlocutore  – anche i colleghi e il preside – quando ritiene che non abbiano usato correttamente il congiuntivo. I colleghi e i ragazzi un po’ lo prendono in giro per questa mania. La sola che lo difende è Camilla.

Roby Marchini, alunno – E’ un bel ragazzo, di corporatura robusta, ma ridotto su una sedia a rotelle in seguito a un incidente automobilistico occorsogli tre anni prima. Dopo un periodo di angoscia e smarrimento, ha elaborato la perdita e ha raggiunto una discreta serenità. E’ ironico e autoironico, anche sulla sua disgrazia, salvo infuriarsi quando trova degli ostacoli architettonici insormontabili per la carrozzella. Ha un buon rapporto con tutta la classe, ma in particolare con Sabrina, sua compagna di banco.

Sabrina Carbone , alunna – Carina ma non vistosa. A scuola arranca in tutte le materie, ma riesce ad arrivare alla sufficienza grazie agli aiuti di Roby. Vive metà del tempo con la madre e il suo nuovo marito, e l’altra metà col padre e la nuova famiglia di lui. È innamorata di Sandro Guarini, il bello della classe.

Sandro Guarini, alunno – È il “bel tenebroso”, di cui molte compagne sono invaghite. Ma, malgrado l’interesse che gli dimostrano le ragazze, Sandro si sente sempre inadeguato e nasconde le sue incertezze dietro pose da giovane viveur che infastidiscono Camilla, fino a quando non capisce che sono goffi atteggiamenti di autodifesa.

Katia Ursino, alunna – È una ragazza ottusa e cattiva. Sogna di fare “la diva” e forse ci riuscirà perché non le mancano né la spregiudicatezza, né il pelo sullo stomaco. Mette zizzania tra i compagni, per il solo gusto di sentirsi protagonista.