Verissimo – Puntata del 25/02/2012 – Ospiti: Gerry Scotti, Alessandro Casillo, Dolcenera e…

Verissimo torna anche quest’oggi e gli italiani, dunque, tornano a darsi appuntamento nel pomeriggio di Canale 5, guadagnando l’opportunità di trascorrere ore liete e ‘frizzanti‘. La ‘squadra‘ dell’amato programma Videonews, guidata da Silvia Toffanin, composta dai ‘fidati‘ Alfonso Signorini, Alvin e la new entry Daniele Bossari, nella puntata in onda dalle 15:30 su Canale 5, ospita Gerry Scotti, il quale, in una lunga intervista con la conduttrice, interviene sulle polemiche riguardanti la sua pensione da ex parlamentare:

Non mi piace parlare di un’esperienza a cui ho dato poco e dalla quale ho ricevuto poco, ma dopo la bufala circolata in internet, secondo la quale io percepirei da vent’anni ben 9mila euro al mese come ex parlamentare, voglio fare un po’ di chiarezza.

Scotti spiega: “Avendo versato i contributi, avrò diritto a percepire all’età di 65 anni, ossia tra 10 anni, una pensione come ex parlamentare di 2.300 euro al mese“. Infine, rivela il suo intento:

Siccome ritengo di non aver fatto in quel ruolo tutto il mio dovere, ho deciso unilateralmente di devolvere tra 10 anni, quando ne avrò diritto, quei 2.300 euro al mese alle famiglie dei caduti nell’adempimento del proprio dovere, delle forze dell’ordine, insomma, di tutti quelli che per lo Stato, la Repubblica, hanno immolato la propria vita.

A Silvia Toffanin, che gli chiede un parere a proposito del monologo di Celentano a Sanremo, il conduttore risponde:

A me Celentano piace quando canta. Faccio parte di tutta quella schiera che è cresciuta con la sua musica, che lo ama come cantante e come istrione. I contenuti che ha esposto a Sanremo meritano approfondimenti di tipo diverso. E poi chiedere la censura di altri, sperando di non essere censurati, è perlomeno un atteggiamento curioso, dal quale mi dissocio.

E sempre a proposito di Sanremo, Gerry Scotti lancia la sua idea di conduzione per il prossimo anno:

Tutti gli anni si fa il mio nome come conduttore per poi farlo fare ad un altro. Ma vi dico, e segnatevelo, che l’anno prossimo Sanremo verrà condotto da Fabio Fazio e Geppy Cucciari.

Infine il conduttore pavese manda un messaggio al giovane Alessandro Casillo, che ha dedicato la sua vittoria a Sanremo Social allo ‘zio‘ Gerryi:

Caro Alessandro vincere Sanremo giovani potrebbe essere visto come un punto di arrivo, ma se tu, invece, lo prendi come punto di partenza è meglio, perché da adesso in poi le soddisfazioni tarderanno ad arrivare ancora così grandi e ti sembrerà tutto maledettamente in salita. Non è una predica, ma ti voglio stimolare così a dimostrare a tutto il mondo che avevamo ragione noi e quando vincerai il Sanremo dei grandi io spero di essere lì, un po’ più vecchietto, ad applaudirti in prima fila.

Inoltre, a Verissimo si parla del recente Festival di Sanremo con Alessandro Casillo, vincitore diSanremo GiovaniDolceneraPlatinette e Youma.

Ospite di Silvia Toffanin anche Alessandro Cattelan, vj e conduttore dell’ultima edizione di X Factor. Protagonista dello spazio dedicato alla moda, curato da Jonathan, è Catrinel, l’affascinante fotografa di Chiambretti Sunday show.

In studio, con Don Mazzi e alcuni giornalisti si parla degli attacchi subiti dalla Chiesa nelle ultime settimane. Il prete, in particolare, sarà chiamato ad esprime la sua opinione sul monologo polemico di Celentano a Sanremo nei confronti della Chiesa:

Celentano o lo si prende così com’è o fa inevitabilmente litigare, perché è straordinario, lui ti mette all’angolo e poi vince la partita. Ma se invece cogli di Celentano i suoi messaggi che sono trasversali, anche se non sempre corretti – per esempio io scrivo per Famiglia Cristiana da 15 anni e mai come in questo momento scrivono sul giornale personaggi di grande levatura, come Ravasi, Tettamanzi e il monaco di Bose – allora ha ragione. Perché la Chiesa ha un grosso difetto: è troppo ricca. La Chiesa deve tornare povera, deve tornare alle parole del Vangelo e a quelle di Cristo.

Infine, a Verissimo la straordinaria storia di Francesco Messori, un ragazzino nato senza una gamba che ha la passione per il calcio