La prova del cuoco – Puntata del 01/03/2012 – Veneto contro Toscana nel ‘campanile italiano’, cucina di base con Anna Moroni e tanto altro.

Come sempre, è l’ormai celebre sigla che inneggia alla ‘Pasta asciutta‘ ad introdurre, in studio, Antonella, che raggiunge Andrea, prontoal suo pianoforte per interpretare la sue canzoncine.

I saluti iniziali, la battuta del giorno, ‘cosa dice un limone a sua moglie? Astringimi‘, ed Antonella raggiunge Franco Martinetti, pronto a raccontare le gesta dei partecipanti alla sfida del ‘Campanile italiano‘.

Dopo i due esercizi di stile, senza gara e televoto delle ultime due settimane, oggi riprende la sfida e vede confrontarsi i campioni del Veneto (Sandrigo, Vicenza) rappresentati da padre e figlio, che propongono bigoli con pissacà conditi con ciccionella e il filettino di trota con radicchio rosso e carotine bianche, contro gli sfidanti della Toscana (Serravezza, Lucca) rappresentata da due amici e colleghi, che propongono millefoglie di melanzane con sparnocchi e i matuffi.

Antonella e Franco si alternano nelle due cucine per descrivere ciò che i concorrenti stanno preparando, mentre Franco racconta aneddoti, proprietà e tradizioni riguardanti le due località.  I concorrenti intanto si raccontano, parlando della loro passione per la cucina e della loro famiglia. Arriviamo al momento dell’esito del televoto: il pubblico decide che a vincere sono ancora i campioni del Veneto, con il 60%.

Ed ora ‘ il ballo della casalinga‘ introduce Anna Moroni alle prese come ogni giovedì con le sue lezioni di cucina di base. Oggi insegna a fare un piatto tipicamente cinese, i ravioli al vapore. Ecco gli ingredienti.

Si inizia tagliando il cipollotto a pezzetti (usando solo la parte verde) e li mettiamo in una terrina, aggiungiamo la carne di maiale macinata, un pochino di aglio, un pochino di Porto, sale e si amalgama tutto. Si prepara quindi la pasta che prima di tirarla va fatta riposare in modo che venga bella elastica, poi si tira molto sottile, si riempie con il composto fatto e poi i formano a scelta o i ravioli o dei fagottini.

Una volta fatti si fanno cuocere a vapore (mettendoci sotto ai ravioli una foglia di lattuga) per 10-15 minuti perchè il maiale deve cuocere bene. Si condiscono poi con salsa di soia o salsa in agrodolce. E buon appetito!

Si lascia ora la linea a un’edizione straordinaria del Tg1, che dà la terribile notizia della morte improvvisa di Lucio Dalla. Ritorniamo con Gilberto Rossi, che prepara  ilmaiale arrotolato con carciofi prosciutto e millefoglie di patate. Ecco gli ingredienti.

Si inizia tagliando e pulendo i carciofi, si tagliano a pezzetti e si mettono a bagno nell’acqua frizzante. In una ciotola mettiamo due uova intere, la panna, un pizzico di pepe e un bel po’ di sale e si amalgama bene tutto con la frusta, si pelano e tagliano le patate con la mandolina molto sottili ( e Gilberto dà un altro segreto: mai metterle in acqua se non le si vogliono secche, perchè altrimenti perdono tutto l’amido).

In una pirofila da forno stratta e alta, mettiamo alla base della carta forno, mettiamo alla base uno strato di composto fatto nella ciotola, mettiamo sopra uno strato di fettine di patate, pressiamo bene tutto e andiamo avanti così a strati fino a riempirla tutta e la inforniamo a 180° per 30 minuti.

A questo punto facciamo cuocere i carciofi in una padella con un goccio di olio. Prendiamo il filetto di maiale, lo apriamo a libro, ci mettiamo un pochino di pepe (non il sale) e ci mettiamo le fette di prosciutto, i carciofi, lo chiudiamo e lo leghiamo con lo spago. Lo mettiamo quindi a rosolare bene in padella, poi lo mettiamo dentro a della carta stagnola e inforniamo a 180° per 30 minuti. Lo serviamo col millefoglie di patate e …buon appetito!

Il contadino di fiducia Augusto Tocci ci parla ora di bietole e barbabietole. Spiega come le barbabietole siano molto ricche di zucchero e quindi sconsigliate a chi non deve mangiare gli zuccheri. Le bietole invece si possono mangiare in tanti modi: o fatti andare con olio e aglio o con la pancetta di maiale. Lui invece consiglia di farle bollire e poi mettere in padella con un goccio di olio e lasciandole cuocere qualche minuto mettendoci sopra delle fette di fontina o groviera  e coprendo col coperchio.

Anche le barbabietole le fa bollire, le taglia a fettine e le mette in una padella con un goccio di olio, un pochino di aceto, un pizzico di farina e un pochino di prezzemolo e le facciamo insaporire. Le condiamo poi con una salsina fatta di olio, farina, un goccio dia cqua e un rosso d’uovo  fatto cuocere  qualche minuto sopra il fuoco.

Infine la gara dei cuochi che vede oggi nel pomodoro Cristian Bertol e nel peperone Natale Giunta. Con loro le due concorrenti Anna Maria Urso e Roberta Villanacci, al loro penultimo giorno di gara. Roberta parla della sua famiglia, e di sua mama materna Slavatrice che, da buona siciliana, le ha insegnato tutti i segreti della cucina per fare il pane e la pizza. Anna Maria parla anche lei della sua famiglia e della sua passione della cucina, raccontando di come abbia rivisitato tante ricette di famiglia e le abbia scritte tenute formando così un manuale che custodisce gelosamente in un cassetto.

Arriviamo così al termine della gara che vede ancora la vittoria del peperone, con il 71% di voti.

A domani con La prova del cuoco.

———————————————————————————————————————–

UnDueTre.com è anche su Facebook e su Twitter!

Se vuoi essere sempre informato sul mondo dello spettacolo clicca Mi piace su questa pagina e seguici su Twitter.

———————————————————————————————————————–