Magazine – Maria De Filippi e la ‘sindrome del 27’: “non vuole perdere”; Pupo e la ‘bestia nera’ Mazza; Leone ci dà un taglio.

  • La ‘bestia nera’ per Pupo è Mauro Mazza – Spettacolo da Il Foglio

Viva Pupo, che da Enzo Ghinazzi ci dà un romanzo a chiave, “La confessione” (Rizzoli), in cui si toglie sassolini anzi pietre aguzze e mette in scena qualche suo fantasma […] Alla foce del fiume c’è Mazza nel senso di Mauro di cui i bene informati sanno che è la bestia nera di Chico nel senso di Pupo. Il giornalista nominato direttore del Tg2 in quota ex An e passato alla testa della rete ammmiraglia fece fuori Pupo dalla conduzione di “Reazione a catena”, il preserale estivo che aveva lanciato e portato al successo. Mazza scelse un altro conduttore per così dire vicino di scuderia. Avvenimenti normali in un mondo di coltelli e veleni, di cui Enzo Ghinazzi fa ancora parte e dice che forse dimentica ma non perdona. Anche per questo coraggio in vita, que viva Pupo.

  • Indovina chi… – Gossip da Dagospia

Chi sarà la bella e insospettabile ex componente del governo del Banana, con formazione giuridica e spesso in tv, che da quando è tornata semplice parlamentare può dedicare più tempo alla sua attrazione segreta per il sesso femminile? Ah, saperlo…

  • Maria De Filippi e la ‘sindrome del 27’ – Spettacolo da Oggi

“Un po’ sorrido – si sarebbe lasciata scappare – quando vedo Bruno Vespa fare una trasmissione sulla donna in tv e passare il tempo a indicare l’inguine tatuato di Belen con una bacchetta. Poi la cinica sarei io”, avrebbe commentato la conduttrice, mentre un’amica rivela: “Se la nuova formula non incontrasse il favore del pubblico ci rimarrebbe malissimo”. Maria, infatti, soffrirebbe della “sindrome del 27”. “E’ il voto più basso preso all’Università. Glielo diedero in Diritto privato. Lei, che aveva la media del 29,9, non sopportò che il professore non si fosse accorto di quanto aveva studiato. Da allora odia arrivare impreparata, sente in modo abnorme il peso delle scelte che fa e si sente perennemente sotto esame. Quando qualcosa non va ci rimane male e non prova neanche a nasconderlo”.

  • Giancarlo Leone, direzione intrattenimento Rai, ci dà un taglio (?) – Spettacolo da Twitter

“Siamo l’unico sistema tv al mondo i cui programmi di intrattenimento durano anche oltre mezzanotte. Non è un bel sistema. Tra poco si taglia. 10 milioni di spettatori per Italia’s got e per Ballando con le stelle. Molti, troppi, però hanno fatto notte fonda”.