6 passi nel giallo – Souvenirs questa sera su Canale 5 con Giorgia Surina e Nicolas Vaporidis

Questa sera in prima serata su Canale 5 verrà trasmesso il terzo dei sei film per il ciclo Sei passi nel giallo, Souvenirs. La messa in onda del film di Edoardo Margheriti con Nicolas Vaporidis e Giorgia Surina segue a Presagi, il primo film della serie, seguito da soli 3milioni e 327mila spettatori, share del 12,13%, e a Sotto protezione, secondo film del ciclo, che ha interessato 3milioni e 257mila spettatori, share 11,81%. Il regista spiega il concept:

“I Souvenirs in questione sono una collezione di scalpi di giovani donne torturate e uccise da un serial killer nella provincia siciliana. Un killer che dopo venticinque anni di inattività ricomincia ad uccidere terrorizzando l’intero paese. L’uomo rapisce delle giovani donne, le tiene prigioniere, torturandole per molti giorni fino ad ucciderle per poi asportargli di uno scalpo”

Prosegue spiegando il contenuto emotivo del tv-movie:

Un film molto più duro e violento rispetto a quelli da me precedentemente realizzati, ma che ho diretto senza perdere di vista le relazioni umane, i rapporti sentimentali e quelli di amicizia tra i personaggi; un modo di raccontare a cui sono particolarmente legato. Ho cercato di alleggerire la violenza dell’argomento inserendo nel film alcuni momenti divertenti, con toni quasi da commedia che fanno da contrappunto ai rapimenti, alle torture e agli omicidi. Un esperimento che credo abbia funzionato alla perfezione, ottenendo un prodotto intrigante e godibile per tutti. La tecnica di ripresa che ho scelto di utilizzare è molto diversificata a seconda della situazione che descrive, la fotografia è molto drammatica e contrastata ed il montaggio è veloce e ritmatissimo”

In attesa della messa in onda, Margheriti chiude con un augurio:

“Un film che mi è molto piaciuto realizzare e che mi ha spesso appassionato ed emozionato, cosa che spero succeda anche con il pubblico”

Souvenirs racconta le vicende che vedono coinvolto Sebastian Brody (Demetri Goritsas), un profiler che lavora per l’FBI. Quando sua moglie viene uccisa davanti ai suoi occhi da un serial killer evaso, che tempo prima aveva consegnato alla giustizia, Sebastian si lascia tutto alle spalle per trasferirsi nella Sicilia tanto amata dalla moglie e tentare di cominciare una nuova vita. Girovagando per le campagne sicule, Sebastian trova la casa che fa per lui: una bella villa un po’ vecchiotta, con un grande parco, dove potrà cimentarsi nella scrittura del suo primo romanzo. Fa immediatamente amicizia con Domenico De Chirico (Nicolas Vaporidis), l’agente immobiliare che si occupa della tenuta e che lo aiuta nei lavori di manutenzione. Una notte, a causa di un forte temporale, la corrente elettrica va via. Sebastian si reca nel capanno per cercare di far partire il generatore ma, nel buio, inciampa su un cavo a terra tirando giù uno scaffale di metallo. Scopre così una nicchia nascosta nel muro che contiene una scatola. Dentro ci sono sei scalpi femminili. Gli scalpi appartengono, con tutta probabilità, a un serial killer che operava nella zona venticinque anni prima, soprannominato dalla stampa “l’Acconciatore“. Sarebbero i suoi trofei. L’assassino non è mai stato preso e ora sembra tornato per colpire. L’ispettrice Isabelle Leoni (Giorgia Surina) e il sovrintendente Bruno Anzalone (Riccardo Festa) hanno bisogno dell’aiuto di Sebastian per trovarlo e impedire che uccida ancora…