La prova del cuoco – Puntata del 07/03/2012 – Ricette d’Italia,di Sergio Barzetti, rubriche e…

E’ Claudio Lippi ad aprire la puntata odierna de La prova del cuoco. Come già accadde lo scorso gennaio, il conduttore sostituisce l’amica e collega alla guida del programma culinario di Raiuno da oltre un decennio, Antonella Clerici, la quale è costretta a mancare per uno shock anafilattico seguito all’assunzione di un antibiotico. Torna il torneo delle casalinghe, al centro di innumerevoli appuntamenti la scorsa stagione. Quest’anno, però, a scontrarsi non più due donne, ma un uomo ed una donna, una casalinga ed un ‘casalingo‘.

Il mito della televisione, il mito del sorriso” a giudicare, le temibili signorine buonasera, le “giudicesse” (le appella Lippi) della gara: Rosanna Vaudetti, Nicoletta Orsomando, Mariolina Cannuli. “Ci fan sentire più a casa, la televisione che rimpiangiamo un po’ tutti“, commenta Claudio, salutando le giudici.

A confrontarsi Maria Vittoria Gregori di Monterotondo, provincia di Roma, la quale prepara involtini di speck con carote e formaggio filante, e Toni Cuman di Milano, il quale propone bigoli vicentini al Tastasal con spezie veneziane. Maria Vittoria parla molto, Claudio si chiede se a casa si azzitta qualche volta o se parla sempre. La Vaudetti dice a Claudio che ha trovato una che la batte in quanto a parlantina.

Claudio scherza anche con Toni, che dice sembrare un Lord, e scambia qualche battuta con lui. Claudio è proprio negato in cucina in quanto scambia la noce moscata per pasta di salame in polvere. La gara corre via tra il racconto della quotidianità dei due concorrenti e le gag con Claudio, costretto, tra l’altro, a prestarsi alla preparazione dei bigoli, tra le risate generali di tutti.

Le ‘giudiCesse‘ si mostrano severissime nel dare giudizi, Maria Vittoria ottiene una votazione bassissima (la Cannuli esageratamente severa, polemica e anche un po’ gradassa) che permette a Toni di ‘stravincere‘. Lo rivedremo alle fasi finali, dunque.

Come è bello far la cuoca da Trieste in giù‘ introduce Anna Moroni, pronta anche quest’oggi ad interpretare le ricette d’Italia. Annina dedica un pensiero all’amata Antonella, prima di accogliere il signor Giuseppe da Roma, in collegamento telefonico. L’uomo propone la sua ricetta, ovvero gli strozzapreti con radicchio.

Annina ordina a Claudio di lavarsi le mani perchè deve impastare, facendo sulla spianatoia la classica fontana con la farina (e Claudio mostra di non sapere come si faccia, Anna è disperata e gli mostra in che modo farlo, Claudio sottolinea la somiglianza ad un vulcano), si aggiunge l’acqua e si inizia ad impastare tutto. Claudio è proprio negato, anche il signore al telefono dice che è un ‘disastro, mentre Anna prega Antonella di tornare subito. Si arrende, e dice a Claudio di ripulire tutto, perchè non c’è speranza.

Si ballano le varie canzoncine, tra cui il ciupy ciu, poi Annina prende il panetto di pasta che aveva già preparato e lo fa stendere a Claudio ricavandone gli strozzapreti (anche in questo caso con scarso successo). In una padella, adesso, si fa rosolare la cipolla tagliata finemente, si aggiunge a soffriggere il guanciale e una volta croccante si aggiunge il radicchio tagliato a pezzetti e già bollito nell’acqua salata. In un’altra padella antiaderente si fanno tostare i pinoli e, nel frattempo, si mettono a cuocere gli strozzapreti.

Scoliamo, quindi, la pasta, la aggiungiamo nella padella del sugo con il radicchio, versiamo un pochino di acqua di cottura della pasta, il mascarpone e amalgamiamo tutto, mettiamo anche il grana e i pinoli tostati,un po’ di pepe, mantechiamo per bene e… buon appetito!

‘L’appetito vien mangiando‘ introduce Sergio Barzetti, il maestro di cucina di oggi, che propone una deliziosa torta soffice di mele e ricotta.

In una ciotola, mettiamo i rossi delle uova, montiamo a parte i bianchi a neve con un pizzico di sale, l’arduo compito spetta a Claudio… a parte, uniamo il burro, lo zucchero semolato e la scorza di arancia grattugiata, montiamo anche questo composto. Aggiungiamo al composto di burro i rossi dell’uovo, il calvados, la farina setacciata, amido di mais e la farina di mandorle. Infine, incorporiamo delicatamente, dal basso verso l’alto, gli albumi montati a neve.

Versiamo il composto in una tortiera precedentemente imburrata e spolverata con un misto di pangrattato, zucchero e farina, mettiamo sopra in senso orario le mele tagliate a fettine, disponendole a raggera, spolveriamo con lo zucchero semolato e inforniamo a  175° per 40 minuti. La ricotta? Sergio deve averla dimenticata, ipotizziamo si possa incorporare al composto di uova e burro, prima di aggiungere i bianchi montati. Completiamo con zucchero al velo e della marmellata di albicocche. Buon appetito!

E’ il momento ora del macellaio Simone Fracassi che questa volta parla del pollo, che ne esistono di più razze e allevamenti. Prepara un classico,il pollo alla cacciatora.  Scaldiamo in una padella l’olio, mettiamoi sedano, carota e cipolla tagliati a pezzetti e ci aggiungiamo il pollo che prima si taglia a pezzi, si infarinano ed è stato fatto sigillare in un’altra padella con un goccio di olio. Aggiungiamo ora un po’ di brodo fatto con le carcasse del pollo, del pomodoro e concentrato di pomodoro e si fa cuocere per almeno un’ora e mezza.

Infine la gara dei cuochi che vede questa volta Natale Giunta nel pomodoro e Ambra Romani nel peperone, accompagnati dai concorrenti Leone Zanella e Alessandra Cesarini, al loro terzo giorno di gara. Subito Natale chiede a Claudio se lo vuole aiutare, visto che ha notato che tra i fornelli se la cava bene.

Ovviamente è ironico, ma Lippi si rifiuta comunque. E Natale gira il coltello nella piaga, dicendo è stato molto bello vederlo con Anna che lo metteva in riga dopo che lui lo ha fatto perdere con lei in ‘Anna contro tutti’, e ora lui oggi è stato contento di vederlo agli ordini di Anna, un’altra volta non lo faceva perdere. Si parla con Leone della sua grande passione per lo sport, vedendo anche delle foto quando da giovane vinse anche dei premi. Alessandra invece parla dei suoi studi e della laurea da poco conseguita nella triennale di ingegneria e della laurea specialistica che sta facendo.

Si arriva al termine della gara con la vittoria della squadra del pomodoro, con il 63% di voti del pubblico in studio.

A domani con La prova del cuoco.

———————————————————————————————————————–

UnDueTre.com è anche su Facebook e su Twitter!

Se vuoi essere sempre informato sul mondo dello spettacolo clicca Mi piace su questa pagina e seguici su Twitter.

———————————————————————————————————————–