La prova del cuoco – Puntata del 19/03/2012 – Ricette per la festa del papà.

Sigla ed ecco Antonella che subito raggiunge Andrea per fare gli auguri a tutti i papà ed a tutti i Giuseppe, essendo oggi la festa del papà ed il giorno consacrato a San Giuseppe. La battuta del giorno: ‘Tra pescioline: conosci un chirurgo plastico? E perchè? Eh, vorrei rifarmi il nasello‘, si parte con Anna Moroni, bella, pimpante e battagliera per un nuovo match diAnna contro tutti.

“L’altra volta ho perso con lui, ma oggi…”, annuncia Annina, mentre Antonella constata che la registrazione della sfida avvenuta la volta scorsa non si trova oramai. Anna ipotizza che ciò sia accaduto perchè le pizzelle dell’avversario non meritano di essere ricordate… Entra, quindi, Mauro Improta, protagonista dello spazio di Anna, l’oggetto del contendere, questa volta, sono le zeppole di San Giuseppe.

Anna, per la pasta (verranno dieci zeppole), usa 190 gr acqua, 50 gr di burro che lascia scaldare, poi aggiunge 125 gr di farina e gira, lascia freddare la palla d’impasto ed aggiunge 3 uova. Mauro, invece, usa (ne verranno molte, circa un quarantina) mezzo litro d’acqua, 200 gr burro, 10 gr di sale e, una volta sciolto, incorpora 300 gr di farina e, una volta intiepidito il tutto, incorpora, una alla volta, ben dieci uova. Mauro spiega che è possibile cuocerle al forno o farle fritte, il segreto però è quello di farle alzare qualche minuto in forno (6 minuti a 170°) e poi friggerle nell’olio di arachidi, Anna, invece, non le mette in forno.

Per la crema pasticcera, Anna usa 500 gr latte intero, 5 tuorli, 80 gr di farina e 160 gr di zucchero e una stecca di vaniglia, mentre Mauro non usa la vaniglia, ma la buccia di limone per profumare. Mette a bollire 1 litro di latte con 500 gr di zucchero e poi incorporiamo  8 rossi d’uovo mescolati con 200 gr di amido. Litigano tra loro, Mauro sostiene che le sue sono le vere zeppole di San Giuseppe, mentre quelle di Anna, al massimo, possono essere quelle di Sant’Ubaldo, patrono di Gubbio.

Farciscono le zeppole con la crema pasticcera, spolverano con zucchero a velo e guarniscono con le amarene. E’ il momento per Claudio Lippi di assaggiare, sa già che, in ogni modo, mentre mangia, farà ‘esplodere‘ la crema, ma riesce a non sporcarsi. Antonella vorrebbe assaggiare, ma si deve trattenere perchè ha mal di stomaco e non si è ancora completamente ripresa. Claudio, apprezzando entrambe le proposte, decide che a vincere sia Anna Moroni.

Antonella invita Claudio a seguirla, mentre si dirige verso Palma D’Onofrio, la maestra in cucina di oggi, introdotta da una scatenata Tarantella. E’ pronta per proporre una ricetta semplice e basilare, ma che va fatta come si deve, spiega la maestra salentina, ossia quella della parmigiana di melanzane.

Claudio che canta, accompagnandosi al pianoforte, con il maestro Andrea, mentre le donne lavorano (come sempre, d’altronde). Si inizia tagliando le melanzane a fette sottili, per il lungo e con la buccia, le infariniamo, le passiamo nell’uovo sbattuto e le friggiamo nell’olio bollente. Si prepara il sugo mettendo in una padella la cipolla tagliata finemente con un goccio di acqua, si lascia stufare cinque minuti e poi si aggiunge la passata di pomodoro, un pizzico di sale e il basilico.

Si taglia la mozzarella a cubetti e siamo pronti per assemblare il piatto, disponendo in una pirofila un pochino di sugo, uno strato di melanzane, uno di sugo e dei pezzetti di mozzarella e così via, fino ad ultimare gli ingredienti a disposizione. Spolveriamo bene col parmigiano e inforniamo a 170° per circa 30 minuti. E buon appetito!

Carlo Cambi, parla ora di uova, delle varie tipologie ed origini, essendo ormai prossima la Pasqua. Narra come si parli che all’inizio ci fosse stato una specie di uovo che poi è scoppiato come un big bang e formando così pian piano l’universo. Parla dei tanti tipi di uova, da quelle classiche di gallina, a quelle di oca, a quelle di quaglia e di tutti i loro usi in cucina. La razione media che si può mangiare è intorno a tre uova a settimana, da diminuire nel caso si fanno torte o tagliatelle e quindi si usano per questi alimenti. A seconda della dimensione delle uova c’è anche differenza di contenuto di proteine.L’uovo è il messaggero della felicità.

‘voliamo’ a ‘Casa Clerici‘, lo spazio che Antonella ha pensato di ritagliarsi all’interno del programma per cimentarsi in prima persona nella preparazione dei piatti tratti dall’omonimo libro.

Quest’oggi la conduttrice propone lo spezzatino di vitello all’ungherese.

Tagliamo le cipolle bianche e le mettiamo in padella con un po’ di olio e di burro, una volta stufate per bene, circa 20 minuti, aggiungiamo gli spezzatini, riducendoli a piccoli pezzetti, giriamo bene, saliamo e pepiamo, aggiungiamo un pochino di acqua calda ogni tanto e facciamo cuocere per due ore. Una volta cotto, aggiungiamo la panna e la paprika dolce (la quantità è a scelta in base al gusto che si vuole dare) e si lascia cuocere ancora un pochino. Si serve poi con il purè di patate. Buon appetito!

Ed ora è il momento di un nuovo gioco, ‘Fidati di me,nel quale Antonella deve mimare delle ricette e i concorrenti di turno al telefono devono cercare di indovinarla. Il primo concorrente è il signor Ivano da Livorno. Antonella estrae una ricetta da mirare tra una serie che ha lì vicino a lei, la mima e il concorrente la deve indovinare entro 100 secondi. Si parte da 750€ e man mano che il tempo scorre i soldi diminuiscono. La ricetta è la tasca di tacchino agli spinaci, Ivano fatica a indovinarla e vince solo 100€.

Infine la gara dei cuochi, che oggi vede protagonisti nel pomodoro Cesare Marretti e nel peperone Gregor Wenter accampagnati, come ogni lunedì, da due nuovi concorrenti, che questa settimana sono Filippo Sarullo e Giusy Lucini.

Parte la gara e i concorrenti si raccontano: Giusy è Brianzola, è nata a Giussano e viene da Bisinto, è sposatissima da 16 anni, suo marito vende auto e lei fa la casalinga. Hanno una figlia, Francesca, di 13 anni che dice essere già altissima. E’ una fan del programma fin dall’inizio.

Filippo invece è di Palermo, ha 21 anni, pratica karatè insieme a sua sorella e fanno anche delle gare regoionali, entrambi adesso stanno studiando per la cintura nera. Da grande sogna di fare il magistrato. E si ride e si scherza con Cesare, che vuole fare il ‘giovane’ della situazione al posto di Filippo. Giusy poi saluta il padre che l’ha accompagnata ed è seduto tra il pubblico e si fa gli autoauguri per l’onomastico. Insomma…se la tira un pochino.

Arriviamo così al termine della gara, che vede vincere la squadra del pomodoro, con il 53% di voti.

A domani con La prova del cuoco.

———————————————————————————————————————–

UnDueTre.com è anche su Facebook e su Twitter!

Se vuoi essere sempre informato sul mondo dello spettacolo clicca Mi piace su questa pagina e seguici su Twitter.

———————————————————————————————————————–