Un Due Tre Stella – Seconda puntata del 21/03/2012 – Video e anticipazioni: Rodotà parla di Democrazia.

Dopo un avvio non proprio scoppiettante, o comunque al di sotto delle aspettative di un pubblico affamato di satira diretta e pungente, Sabina Guzzanti nel suo “un due tre stella” (ore 21.10 su La7) stasera affronterà il difficile tema della democrazia grazie anche all’intervento del giurista e docente di diritto Stefano Rodotà.

Sarà lui ad argomentare sul significato odierno della parola Democrazia in un paese come l’Italia e soprattutto sui suoi sviluppi futuri. Non mancheranno i preziosi monologhi dell’attrice, le sue divertenti imitazioni di Mario Monti, Moana Pozzi, Barbara Palombelli e Lucia Annunziata e le pertinenti incursioni dell’altrettanto brillante Caterina (Guzzanti, ovviamente!).

C’è quindi da chiedersi se sulla base di feedback non proprio lusinghieri da parte di pubblico e critica, la Guzzanti e la sua squadra di autori daranno vita ad un restyling del programma destinando maggiore spazio alle pagine di satira piuttosto che a quelle di approfondimento. e soprattutto se la conduttrice rispolvererà qell’incontenibile verve che negli anni l’ha consacrata un’artista, se non unica, rara nel suo genere.

C’è da augurarsi, inoltre, che lo show nella seconda puntata corra ai ripari per sembrare meno sgangherato, offrendo magari anche una più evidente corrispondenza fra le caratteristiche e la formazione della padrona di casa e la struttura dello spettacolo.

Perchè, in quest’era della speranza di nuove albe televisive, Sabina Guzzanti (cosi come Fabio Volo col nuovo programma che parte stasera su raitre in seconda serata) potrebbe avere l’opportunità di lasciare un segno da pioniera, il compito e il lusso di scrivere la prima pagina di un nuovo capitolo.

Laddove attualmente la politica ci offre tecnicismi e restrizioni, la cultura dovrebbe regalarci creatività e passione, doti che Sabina ha dimostrato sempre di possedere e al contempo di saper elargire. E’ per questo motivo che il suo pubblico, a fine esperienza, auspica di non formulare una riflessione del tipo “si è impegnata… ma avrebbe potuto fare di più“.