La prova del cuoco – Puntata del 26/03/2012 – Ricette e nuova sfida per Anna Moroni.

Come sempre, dopo la sigla, ecco Antonella al pianoforte da Andrea. Entrambi salutano il pubblico, parlano del weekend appena trascorso, Antonella racconta che ieri era a Verona per una festa del vino, dove ha presentato un libro a tema che ha scritto insieme a Bruno Vespa, salutano il pubblico con l’immancabile battuta del giorno. Antonella raggiunge Anna Moroni pronta a battagliare in ‘Anna contro tutti, sfidando, in una rivincita tosta, GianPiero Fava che lo scorso gennaio l’aveva sonoramente battuta. Il piatto del contendere è un piatto pasquale, ossia l”agnello.

GianPiero lo propone in una versione rivisitata, con una purea di olive taggiasche essiccate, accompagnandolo con le puntarelle e la mozzarella panata. Anna invece prepara l’abbacchio brodettato, una delle poche ricette che le ha lasciato sua mamma, che non amava cucinare. Fa quindi cuocere i pezzi di abbacchio con prosciutto crudo e cipolline, sfumando, a fine cottura, col vino, lo accompagna con i carciofi alla giudia.

Si contestano a vicenda i prodotti utilizzati e le modalità di impiego, Annina svela che questo weekend è già andata ad Alghero, altro che Gubbio. E mentre GianPiero dice ad Anna che, nonostante lei sia rimasta all’antichità, la cucina è andata avanti, facendo progressi, scopriamo che Claudio Lippi, il giurato che dovrà assaggiare e valutare, non ama nè l’agnello nè tantomeno i carciofi.

Una giornataccia’ quindi, gli preannuncia Antonella. E dopo aver assaggiato (oggi ne avrebbe fatto volentieri a meno), subendo i rimproveri di Anna, perchè non ha nemmeno assaggiato i carciofi, Claudio assegna la vittoria ancora a GianPiero. Annina esprime tutto il suo dissenso e dice che non vuole mai più vedere GianPiero. E’ arrabbiata nera.

Ed ora la mazurka introduce la simpaticissima Alessandra Spisni. Dopo che Antonella sponsorizza il libro ‘Vino e cucina’ scritto con Bruno Vespa, Alessandra è pronta per fare le tagliatelle al cartoccio di primavera. Si impasta e si tira la sfoglia nel classico modo, con farina, uova, spinaci lessati e noce moscata, e si parla con Alessandra che racconta che anche sabato sera, nonostante i muratori per casa, è andata a ballare, ma presto rispetto al solito, perchè alle 22 era già là in confronto del classico orario di mezzanotte.

Balla col marito fino alle due di notte, e poi anche la domenica mattina va ancora a ballare. Insomma ha il suo bel da fare. E si parla anche della dieta che le ha prescritto Evelina da fare, personalissima dove può mangiare tutto. Un chilo all’anno vuole perdere al massimo, perchè ha ancora 40 anni da vivere e non 40 kg da perdere. E Antonella racconta come anzichè le circa 1.200 calorie giornaliere che si dovrebbero assumere, la Flachi ha detto che Alessandra ne assume oltre 5 mila giornaliere.

Passiamo alla ricetta mettendo in una padella il burro, la cipolla e poi aggiungiamo la carne e il prosciutto tagliati a pezzi, lasciamo cuocere, sfumiamo con il brandy, saliamo e pepiamo, mettiamo un po’ di origano e poi aggiungiamo anche i carciofi e i pomodorini puliti e tagliati a pezzi. Cuociamo le tagliatelle, le scoliamo e le mettiamo nella padella del sugo a mantecare. Le mettiamo in della carta stagnola, mettiamo sopra il mascarpone e un bel po’ di grana, chiudiamo facendo il cartoccio e inforniamo per circa 10 minuti. E buon appetito!

Carlo Cambi, adesso, parla dei pesci conservati, raccontando come abbiano origini antichissime come ad esempio il baccalà che fu importato da Martin Lutero. Inizia dicendo che non bisogna mai confondere il baccalà con lo stoccafisso, sono molti diversi. Il baccalà è il pesce conservato sotto sale, lo stoccafisso è essiccato all’aria.

Col baccalà si fanno ad esempio dei carpacci, con lo stoccafisso si fanno invece i piatti cremosi, come stoccafisso alla livornese, per esempio. E poi c’è anche lo sgombro, le sardine, le acciughe sotto sale, la bottarga di tonno, la colatura di pesce e tanti altri, tutti prodotti ricchi di omega3 che fanno molto bene. Tutto questo per dire di mangiare più pesce, che non fa per niente male.

Ed ora Antonella ai fornelli, nelle cucine di Casa Clerici. Oggi fa un piatto semplicissimo: l’hamburger al formaggio. Iniziamo ovviamente facendo cuocere gli hamburger, che devono essere sottili, in una padella con un pochino di olio e lasciandoli cuocere circa due minuti per parte.

In una ciotola prepariamo ora la salsina mettendo il formaggio spalmabile, 4 o 5 cucchiai di latte, un cucchiaio di salsa di pomodoro, sale, pepe e amalgamiamo tutto. Una volta cotti gli hamburger ci mettiamo sopra questa salsa e lasciamo cuocere un pochino affinchè la salsa si rapprenda. Infine una spolverata di parmigiano, impiattiamo e…buon appetito!

Dopo il gioco del Fidati di me con Michela da Cesenatico che vince 200€ indovinando i biscotti brutti ma buoni, ricetta mimata da Anto, ecco la gara dei cuochi che vede oggi nel pomodoro Mauro Improta e nel peperone Ambra Romani, accompagnati da due nuovi concorrenti, che questa settimana sono Tiziana Vastarella e Nadia Meneghetti.

Tiziana è di Calvizzano, Napoli, lavora per una società che gestisce tributi, ha fatto per tanti anni l’insegnante di scuola materna. Anche se vive al mare, adora e preferisce la montagna. Proprio sui monti ha incontrato il suo fidanzato con cui sta insieme da quattro anni.

Nadia, invece, è di Torino, di Settimo torinese, è pensionata, è nata l’anno della Repubblica italiana, proprio in quella settimana. E’ sposata da ben 38 anni con Renato e hanno una figlia di 37 anni, Angela, che fa l’erborista e ha un negozio a Torino e che lei aiuta stando nel retro.

Arriviamo così al termine della gara, che vede vincere la squadra del peperone, con il 52% di voti.

A domani con La prova del cuoco.

———————————————————————————————————————–

UnDueTre.com è anche su Facebook e su Twitter!

Se vuoi essere sempre informato sul mondo dello spettacolo clicca Mi piace su questa pagina e seguici su Twitter.

———————————————————————————————————————–