La prova del cuoco – Puntata del 30/03/2012 – Caccia al cuoco, la ricetta di Alessandra Spisni e…

Svolazza come una “ballerina classica“, Antonella, anche se, a ben vedere, “gli manca una cosa fondamentale… il peso!“. La conduttrice saluta il pubblico ed una piccola spettatrice che, da grande, sogna di fare la pasticcera. Battutina del venerdì: “dal lattaio: vorrei un cartone di latte; si, ma non ce l’ho intero; vabbè, me lo dia rotto, però mi faccia uno sconto…“.

Seconda fase di Caccia al cuoco, entriamo nel vivo della gara: tornano a confrontarsi due cuochi ‘sopravvissuti’ alla prima fase di selezione. I protagonisti del match di oggi sono Davide Mazzoni, nato a Milano, romano d’adozione, che propone ravioli di asparagi e grana con uovo di quaglia croccante, e Mario Cinque, cuoco partenopeo, prepara scarola legata. Ad affiancare Nicola, quest’oggi, eccezionalmente, la temibile Annina, la quale, ricorda Antonella, è stata firma anche di un’importante rivista di critica gastronomica. Il sogno di Davide è aprire un ristorante dove ci si ciba, oltre che di gustosi manicaretti, anche di cultura, di musica. Mario, invece, sembra già averlo realizzato il suo più grande sogno: sposare la ragazza con la quale ha portato avanti un fidanzamento di oltre dieci anni!

Elaboratissima la ricetta di Davide, ma è sua consuetudine proporre preparazione elaboratissime, più semplice e ‘tradizionale‘ quella di Mario. “Un’opera d’arte“, il piatto del primo, meno curato nella presentazione quello proposto dal rivale. Parola ai giudici: Nicola si dice convinto da entrambi, di Davide apprezza la presenza e l’aura da ‘intellettuale‘, di Mario la genuinità, vota per quest’ultimo; Anna è rimasta delusa dal piatto di Mario, “troppo semplice“, vota per Davide. Il pubblico è determinante: premia il cuoco ‘intellettualeDavide. Quest’ultimo, quindi, passa all’ultima fase, Antonella si dice molto dispiaciuta per Mario e annuncia un possibile ripescaggio.

E’ il momento della “Spisni dance“. La giunonica cuoca balla sulle note del Valzer, per poi lasciare ad Antonella lo spazio che le è necessario ad esternare la propria vicinanza a Maurizio Manzini, responsabile della fotografia: “ti siamo vicini per la perdita del tuo caro papà“. “Benvenuti nella cucina delle meraviglie“, esclama Alessandra Spisni, annunciando una ricetta ‘meravigliosa‘, una torta al pomodoro.

Mettiamo a rosolare uno spicchio d’aglio in padella con dell’olio. Prepariamo l’impasto, è compito di Alessandra, ovviamente: amalgamiamo la farina, con la panna ed il latte, completando con sale e bicarbonato. Antonella si accinge a tagliare i pomodorini, ma prima si scatena sulle note di “Chissà se va“, della “zia Raffa“, Alessandra commenta, parafrasando il brano: “l’importante è fare andare dritta, quella che è storta“. La cuoca spiega che la pasta non viene ‘liscia‘, ma resta ‘ruvidona‘ e dobbiamo per questo farla riposare per qualche minuto in frigorifero.

Antonella mette ad appassire i pomodorini in padella, con olio e foglie di basilico. Alessandra ordina ad Antonella di preparare la besciamella con latte, burro, panna, ovviamente, la farina ed il formaggio grattugiato; “per farla più grassettina“, chiarisce. Antonella torna a lottare con i fuochi ad induzione, dando a questi la colpa del suo fallimento nella preparazione della besciamella. Stendiamo la pasta, che mettiamo in una teglia e copriamo con carta forno e riso, questo serve a ‘schiacciare‘ la pasta. Inforniamo in forno a 180°, a metà cottura la tiriamo fuori, schiacciamo sul fondo i pomodorini e, sopra, mettiamo la besciamella, inforniamo per altri 10-15 minuti. Una ricetta semplice per un risultato straordinario!

Il “pescivendolo dell’anno“, come l’ha ribattezzato Alessandra Spisni, ma in realtà è un cuoco stellato, Gianfranco Pascucci prepara una pasta all’arrabbiata di mare, ovvero le farfalle di mare.

Prendiamo mezzo peperone, mezza cipolla, mezza costa di sedano e centrifughiamo, a parte, prepariamo la passata di pomodoro. Uniamo le due salse in padella ed insaporiamo con del peperoncino. Scottiamo in padella, su un letto di prezzemolo e con uno spicchio d’aglio, dei calamari a fettine e dei gamberetti. Mettiamo a bollire la pasta, aggiungendo in pentola anche le vongole. Le farfalle continuano la cottura nella padella col sugo, dove aggiungiamo anche il pesce spadellato.

Completiamo con del formaggio grattugiato. Antonella annuncia una guerra ai fuochi ad induzione per il prossimo anno: quindi, manterrà saldo il timone del suo programma.

E’ il momento di intrufolarci a Casa Clerici. Antonella si cimenta nella preparazione di un dolce golosissimo, dei muffin di banana e crema di gianduia con nocciole e panna.

Mettiamo a sciogliere un barattolo di crema di gianduia, ovvero la celeberrima Nutella. Buttiamo tutto nel mixer: banane a pezzetti, burro, zucchero, un tuorlo, la farina e mezza bustina di lievito per dolci e… frulla frullallero! Nel caso l’impasto risultasse duro, aggiungiamo anche l’albume. Prepariamo le cocottine usa e getta di stagnola, le oliamo e le riempiamo con l’impasto per 3/4. Inforniamo per 35 minuti a 180°. Una volta pronti, possiamo decidere di gustarli così, oppure, “se si vuole essere golosi come me“, possiamo spalmare sopra la Nutella, spruzzare la panna spray e completare con una nocciolina. Qualcosa di dietetico!

La gara non è al momento disponibile.

———————————————————————————————————————–

UnDueTre.com è anche su Facebook e su Twitter!

Se vuoi essere sempre informato sul mondo dello spettacolo clicca Mi piace su questa pagina e seguici su Twitter.

———————————————————————————————————————–