La prova del cuoco – Puntata del 03/04/2012 – Idee e ricette pasquali.

Ecco la nostra Antonellina che, terminate le note dell’allegra sigla de la PastaAsciutta, raggiunge subito Andrea al pianoforte pronto con nuove canzoni adattate all’ambito culinario, salutano il pubblico, Antonella racconta che ora sta benone, ma Maelle ha la tosse e la febbre. Andrea è pronto con la sua battuta:  ‘Una massaia va da Evelina Flachi per fare la dieta. E le dice, pensi che sono talmente nervosa per sta dieta che ieri ho dato un morso all’orecchio di mio marito. Non si preoccupi le dice Evelina, sono solo 10 calorie’.

Si inizia con ‘Chi batterà lo chef?’ che oggi vede in palio ben 9mila euro. A cercare di battere lo chef Marco Parizzi ci sono Simona e Fioretta, due amiche di corsia, una medico e l’altra infermiere, sono abruzzesi, di Pescara. Tra gli ingredienti hanno portato: calamari, piselli, prezzemolo, due uova, farina, aglio, pecorino abruzzese. L’ingrediente a sorpresa consegnato da Heinz sono degli asparagi selvatici o luppoli. Con tutti questi ingredienti le sfidanti propongono il timballino di scrippelle con calamari, crema di piselli e pecorino abruzzese, mentre Parizzi propone ravioli di piselli con ragù di calamaretti.

Le due sfidanti si raccontano, parlando della loro vita, della loro amicizia, e del difficile lavoro che svolgono con tanta passione. E arriviamo così al momento dell’ingresso di Heinz Beck, pronto per assaggiare le due proposte, senza sapere da chi sono state preparate, e giudicare, scegliendo il migliore. Il giudice decreta che a vincere sia il piatto n.1, che è ancora quello di Parizzi. Una scelta molto semplice, dice, perchè dice l’altro piatto era fatto molto bene, ma completamente insipido.

‘Il ballo della casalinga’ introduce Anna Moroni, pronta oggi a fare un dolce tipico di Pasqua: la pastiera di Grazia. Si inizia facendo la frolla mettendo nel mixer 150 gr di burro già morbido, 200 gr di zucchero a velo, 3 uova intere e due rossi, un pochino di arancia grattugiata, di limone grattugiato e un po’ di arancia spremuta, frulliamo un pochino, poi aggiungiamo 500 gr di farina e frulliamo bene impastando tutto finchè non cambia rumore il mixer formando la frolla, che poi mettiamo a riposare in frigorifero.

Adesso in un padellino mettiamo a cuocere per 20 minuti il grano (una confezione) con il latte (200 gr), il burro (100 gr), una stecca di vaniglia e un po’ di limone grattugiato. Una volta ben cotto si lascia raffreddare, si mette in una ciotola e si aggiungono 500 gr di ricotta di pecora, 400 gr di zucchero, scorza di limone e arancia grattugiata, 5 rossi d’uovo e 3 albumi montati a neve, gli aromi (fiori di arancio) e si amalgama bene tutto.

Stendiamo adesso la frolla, foderiamo una teglia in alluminio bassa, mettiamo sopra un terzo del composto fatto (con la dose di composto fatto vengono ben 3 pastiere da 22 cm di diametro), decoriamo con delle striscioline di frolla  e inforniamo a 160° per circa un’ora e mezza. L’ideala è farla 3-4 giorni prima, perchè più riposa e più è buona. E buon appetito!

L’appetito vien mangiando‘ introduce ora Sergio Barzetti, il maestro di cucina di oggi che propone un piatto fresco e primaverile: le girelle di zucchina e caprino.Ecco gli ingredienti.

Antonella subito deve lavorare facendo un trito di vari aromi (come fiori di rosmarino,maggiorana), intanto Sergio taglia le zucchine a fettine sottili per il lungo, poi le unge leggermente e le cuoce in una padella ben calda senza ulteriori condimenti, facendolo cuocere tre minuti per lato. Mettiamo il trito di aromi in una ciotola, aggiungiamo il formaggio caprino, amalgamiamo, aggiungiamo qualche fiore di zucchina, un goccio di succo di limone, sale e pepe e mischiamo tutto.

Facciamo il pesto di accompagnamento delle girelle mettendo nel mixer i pinoli, le olive taggiasche, un pochino di limone e un filo di olio e frulliamo tutto. Prendiamo ora le fette di zucchina cotte in padella (devono venire tipo grigliate) e con l’aiuto di un sacco a poche mettiamo su ognuna un po’ di composto di caprino e le arrotoliamo formando le girelle. Impiattiamo accompagnandole con insalta di misticanza e il pesto fatto. E…buon appetito!

Ed ora tutti a mangiare i panini di Christian Milone, come sempre introdotto dalla musichetta del ciupy ciu. Oggi propone il panino all’amatriciana. Si usa la classica salsa di pomodoro, il guanciale arrostito. Tagliamo il pane a metà, ci spalmiamo da una parte il sugo di pomodoro dell’amatriciana, aggiungiamo sopra il guanciale arrostito, un po’ di scaglie di pecorino e chiudiamo. E il panino è pronto, e Antonella assaggia molto volentieri.

Dopo il gioco del ‘Fidati di me’ in cui Isabella vince 100€  indovinando tiramisù al mascarpone, ecco la gara dei cuochi che vede nel pomodoro Ambra Romani e nel peperone Michele Potenza, accompagnati dai concorrenti Paola Bianchi e Samuele Bussoletti.

Samuele, umbro, non cambierebbe per nulla al mondo le sue origini. Parla dei suoi nonni che avevano una fattoria con tanti animali, bei ricordi che gli hanno consentito anche i primi approcci alla cucina e ricorda di come sua nonna facesse ben venti chili di pane alla settimana. Paola sfoggia un altro paio di orecchini fatti con le sue mani, e parla dei suoi bambini di nove e due anni e mezzo e del fatto che suoi piedi ha tatuato il nome dei suoi bambini.

Si arriva al termine della gara, e a vincere è ancora la squadra del pomodoro, con il 55% di voti.

A domani con La prova del cuoco.

———————————————————————————————————————–

UnDueTre.com è anche su Facebook e su Twitter!

Se vuoi essere sempre informato sul mondo dello spettacolo clicca Mi piace su questa pagina e seguici su Twitter.

———————————————————————————————————————–