La prova del cuoco – Puntata del 05/04/2012 – Sardegna contro Sicilia nel campanile, sorelle Landra, Anna Moroni e Augusto Tocci.

Salutando il pubblico delle Marche, che arriva da Senigallia, Antonella, anche oggi in diretta, invita Andrea a pronunciare la sua battuta: ‘partita di calcio tra posate, l’allenatore dice al coltello: quando tiri smetti di fare il cucchiaio‘.

Si inizia con Franco Martinetti e il campanile italiano, che oggi vede sfidarsi Tempio Pausania (Sardegna, Olbia Tempio) rappresentata da zia e nipote che propongono, tra le altre pietanze, dei gnocchi caciotta e bottarga e degli asparagi speciali, ed i campioni di Corleone (Sicilia, Palermo), fratello e sorella, i quali propongono, tra l’altro, una pasta molto particolare, i busi, ottenuta attraverso l’uso di un ferretto, condita con fave e ricotta.

Antonella parla con i concorrenti che raccontano la loro vita e spiegano i procedimenti dei piatti proposti, mentre Franco parla dei vari prodotti delle zone interessate dal match e delle tradizioni legate ai prodotti, in particolare per la Sardegna si sofferma sulla bottarga, mentre per la Sicilia la grande produzione di pistacchi.

Svelando le proprietà di altri prodotti, arriviamo a scoprire l’esito del televoto, che decreta che a vincere sono ancora i campioni della Sicilia, con il 63% di preferenze.

Ed ora la cucina di base di Anna Moroni che, dopo aver ballato la canzoncina del ‘Buon appetito‘, che abitualmente la introduce, prepara una “goduriosa“, per citare la Spisni, torta al formaggio. Antonella deve scaldare un pochino il latte con tutto il lievito (ben 5 cubetti), mentre Anna in una ciotola mette 4 rossi d’uovo, inizia a sbattere bene con la frusta, poi ci aggiunge 4 uova intere e continua a sbattere con la frusta elettrica, aggiunge un cucchiaino di sale e di zucchero, aggiunge due cucchiai di olio e il burro a pezzettini a temperatura ambiente, continua a frullare e poi incorpora il latte con il lievito, che deve essere tiepido.

In una ciotola molto grande, adesso, mettiamo 750 gr di farina setacciata, 200 gr di grana, 125 gr di pecorino, una bustina di lievito per dolci, amalgamiamo e incorporiamo tutto il composto fatto nell’altra ciotola e infine il groviera a piccoli pezzetti. Amalgamiamo il tutto sulla spianatoia. Con questa dose otteniamo tre torte, se fatte nello stampo per i pluncake. Dividiamo, quindi, il composto in tre parti, mettiamo in stampi da plunkcake oliati e inforniamo per 45 minuti a 40°, poi senza togliere alziamo il forno a 200° e facciamo cuocere per altri 45 minuti. Buon appetito!

Ed ora ecco le mitiche sorelle Cotoletta, le sorelle Landra, già in clima pasquale con dei discreti orecchini ad uovo di Pasqua. Le maestre in cucina quest’oggi preparano lo sformato di tagliatelle con salsa agli asparagi.

Si inizia facendo la besciamella, partendo dal classico roux con burro e farina, per poi incorporare il latte, che loro mettono a temperatura ambiente. Si tagliano ora gli asparagi e si mettono a cuocere in acqua, poca e senza sale, facendo cuocere le punte a parte con un pizzico di sale dentro all’acqua.

Una volta cotti, frulliamo i gambi degli asparagi e con un po’ di acqua di cottura la mettiamo in metà  della besciamella fatta formando così una salsa. Si fanno cuocere le tagliatelle (quelle già pronte oppure fatte nel classico modo), le scoliamo, le condiamo con un goccino di olio, la besciamella normale e un po’ di noce moscata, amalgamiamo e mettiamo tutto in uno stampo. Si schiaccia bene e inforniamo a 180° – 200° per 10-15 minuti. Impiattiamo mettendo lo sformato, decoriamo con gli asparagi e lo accompagniamo con la salsa di besciamella e asparagi. E… buon appetito!

Augusto Tocci oggi ci parla di misticanza, parlando delle varie tipologie: dalle crespignoli, caccialepri, i radicchi, il crescione, la pimpnella, le lingue di passera e qui si ride ed è facile intuire perchè…

L’insalata preparata con queste erbe si condisce con olio extravergine, un goccio di limone spremuto ed un pizzico di sale. Infine, diamo colore con fiori di borragine, uova sode a fettine e qualche acciuga e cappero tritati.

E dopo il gioco del ‘Fidati di me‘ in cui vengono vinti 500 euro indovinando il pollo alla diavola mimato da Antonella, eccoci giunti ala gara dei cuochi con nel pomodoro Renato Salvatori e nel peperone Lorenzo Santi, abbinati ai concorrenti Paola Bianchi e Samuele Bussoletti. Lorenzo parla dell’ennesima volta della lontananza dalla moglie e del fatto che conta le ore per rivederla e passare una settimana con lei e parla dei regali che le dovrà portare. Chissà se lei nel frattempo a New York non si sia già consolata per la mancanza… Paola parla del suo negozio dove fa varie creazioni e della sua passione per la cucina. Samuele invece parla della corsa ad anello, manifestazione di corsa equestre  della sua città che è un vero e proprio evento di Narni, come se fossero unn festival di Sanremo, per importanza dell’evento.

Arriviamo al termine della gara che vede stavolta la vittoria del peperone, con il 53% di voti.

Appuntamento a domani con La prova del cuoco.

———————————————————————————————————————–

UnDueTre.com è anche su Facebook e su Twitter!

Se vuoi essere sempre informato sul mondo dello spettacolo clicca Mi piace su questa pagina e seguici su Twitter.

———————————————————————————————————————–