La prova del cuoco – Puntata del 12/04/2012 – Campanile italiano, la cucina di Anna Moroni e…

Non cambiate cucina!“, raccomanda Marco nell’anteprima, “mai!“, ordina l’indomita Annina. Antonella non può che essere d’accordo e, stando ai dati Auditel, anche il pubblico sembra concordare, se non fosse che, a sentire le battutine di Andrea, la tentazione di cambiare canale riaffiora: “tortellini in spiaggia: vado subito a tuffarmi, l’acqua è un brodo!“.

Fa un caldo boione“, ma la conduttrice non rinuncia a scatenarsi sulle note ‘folkloristiche‘ del Campanile Italiano. A sfidarsi il Trentino Alto Adige (Caldes, Trento), rappresentato da Carlo e Nicoletta, fratello e sorella, propongono canederli di ricotta, filetto di maiale con purè di patate e mela star, accompagnato da un’insalatina con germogli e radici, e la Sicilia (Corleone, Palermo), nelle persone di Gianluca e Lucia, fratello e sorella e campioni in carica, propongono, tra l’altro, lasagne alla corleonese con pesce spada.

I concorrenti del Trentino gestiscono un agriturismo, Nicoletta, in particolare, esterna il suo entusiasmo per la vita ‘da contadina‘ che svolge quotidianamente. Le pietanze proposte dai siciliani, invece, offrono al preparatissimo Franco Martinetti l’opportunità di chiarire le origini del celebre pomodorino Pachino ed esaltare le qualità dei vitigni della Trinacria. Piatti pronti e televoto chiuso, è il momento del verdetto finale: con il 56% delle preferenze a trionfare è ancora una volta Corleone, la Sicilia ed i suoi rappresentati, che collezionano la terza vittoria.

Ricetta di famiglia, di stagione, semplice semplice!“, con queste parole Annina racconta le virtù della sua ricetta. All’entusiasmo della cuoca si unisce quello di Antonella, felice di proporre una ricetta ‘primaverile’ e veloce nella preparazione. Si tratta di una minestra di piselli.

Uno va a letto non pesante“, osserva Anna, che sottolinea l’importanza di mangiare un piatto confezionato con le verdure di stagione. Antonella prepara il soffritto, mettendo a rosolare in pentola, con un filo d’olio, la cipolla, unendo, dopo qualche minuto, i piselli. Aggiungiamo il dado, un po’ di sale, il concentrato di pomodoro ed, infine, un l’acqua calda. Il tutto deve cuocere almeno un quarto d’ora. Annina, intanto, stende la pasta per preparare i maltagliati.

La cuoca avrebbe voluto che fosse Antonella a tagliare la pasta, ma la conduttrice declina, preferendo non fare danni! Buttiamo i maltagliati nel brodo e serviamo.

Avendo 4 figli, un cane ed un marito, abbondiamo!“, Natalia Cattelani propone una ricetta il cui esito basterebbe a sfamare una casermone, ovvero quella del polpettone americano.

Svuoterete la dispensa, giacchè la mole di ingredienti necessari è imponente. Uniamo al macinato di manzo il parmigiano, le uova, il pane raffermo, i cetriolino sottaceto e le cipolline tritati, una spruzzata di salsa Worcester, la senape piccante, poco pepe, il peperone a cubetti, sale ed aglio.

Per il ketchup, tagliamo a pezzettoni i pomodori, a cui uniamo mezza mela, per togliere l’acidità e regalare alla salsa la dolcezza che rende delizioso il ketchup, prepariamo il soffritto con sedano, carota e cipolla, che lasciamo rosolare con un filo d’olio, aggiungiamo i pelati, insaporiamo con timo, cannella, chiodi di garofano, senape in polvere, alloro, zucchero di canna ed aceto, quest’ultimi li aggiungiamo solo dopo qualche minuto di cottura. Frulleremo la salsa e la setacceremo con un colino. Copriremo il polpettone, ancora crudo, con un primo strato di salsa, inforniamo per 40 minuti a 180° e, a metà cottura, copriamo con un secondo strato di salsa, lasciando completare la cottura.

Augusto Tocci, lo “gnometto della prova del cuoco“, anche quest’oggi attorniato da straordinarie composizioni floreali, canta le virtù dei fiori di Giuda. Augusto prepara una minestrina dall’aspetto raccapricciante…

se proprio ci tenete, ve ne documento la preparazione: unisce i fiori ai bianchi dell’uovo montati a neve. Uniamo ai rossi il formaggio grattugiato ed i bianchi con i fiori. Prepariamo un brodo vegetale e mettiamo a cuocere la mistura di uova. La minestra è pronta, la faccia di Antonella, che rifiuta persino di assaggiare, è eloquente.

Nonostante Antonella si sia sforzata di mimare il piatto di oggi, indicando i suoi prorompenti addominali (si trattava del petto di pollo), la telespettatrice non si è portata a casa nemmeno un euro del montepremi messo in palio nel gioco Fidati di me. Gara dei cuochi: Gilberto Rossi accompagna Lucia, Martino Scarpa affianca Elisa. La prima è in vantaggio sull’avversaria del pomodoro rosso, 2 a 1. Proprio Lucia, constatando che quest’oggi è il penultimo match della gara, quindi, il penultimo giorno di permanenza al Nomentano, si è commossa, Antonella, come sempre brillante e discreta, non ha indugiato e, permettendole di ‘riprendersi’, ha commentato: “mi fa piacere, pensa se non vedessero l’ora di andarsene, è per questo che io sono qua da 11 anni!“.

La gara giunge al termine, come spesso accade, Antonella, mezza cecata (direbbero a Roma), legge un numero per un altro ed annuncia la vittoria di Lucia con il 90% dei voti, in realtà è il 60%…

A domani con La prova del cuoco.

———————————————————————————————————————–

UnDueTre.com è anche su Facebook e su Twitter!

Se vuoi essere sempre informato sul mondo dello spettacolo clicca Mi piace su questa pagina e seguici su Twitter.

———————————————————————————————————————–