Morte Morosini. “Quelli che il calcio” non va in onda.

_Ernest Ev_
Da Facebook

Pubblicità
Col campionato, anche la tv si ferma al cospetto della tragedia consumatasi sui campi di calcio, questo pomeriggio, nel corso del match Pescara – Livorno. Piermario Morosini, giovane centrocampista del Livorno, è deceduto in seguito ad un arresto cardiaco, inutili i tentativi di soccorso praticati sul campo e, successivamente, in ospedale, dove gli era stato anche applicato un pacemaker provvisorio ed era stato posto in coma farmacologico.

La Figc ha deciso di sospendere i campionati, a partire da oggi, la Rai ha deciso di sospendere la messa in onda, prevista per il pomeriggio di domani, di Quelli che il calcio. L’annuncio sulla pagina Facebook del programma condotto da Victoria Cabello. Una scelta di stile (altri contenitori, invece, con la scusante del diritto di cronaca, staranno allestendo macabri teatrini), una decisione condivisa dagli innumerevoli fan del programma, che sul social network esternano la propria costernazione per quanto accaduto in campo, tanto più nell’apprendere che, forse, il decesso del 25enne bergamasco poteva essere evitato. Il Corriere, infatti, riporta le testimonianze dei compagni di squadra, che affermano di aver visto il calciatore ancora cosciente, nei minuti seguenti al malessere, e di aver atteso per interminabili istanti l’arrivo dell’ambulanza. Danilo Iannascoli, ‘ad‘ del Pescara, ai microfoni di Sky ha dichiarato: “L’ambulanza in ritardo? Non so, ma so che l’ingresso in campo era ostruito da una vettura“.

L’auto in questione sarebbe quella dei vigili urbani, la stessa di cui i vigili del fuoco hanno dovuto rompere il deflettore, rimuovere il freno a mano, e che, infine, hanno dovuto spingere lontano per consentire l’accesso all’ambulanza.

Quelli che il calcio, Televisione and tagged , , , , , , , , , , .
Pubblicità