Una grande famiglia – Terza puntata del 23/04/2012 – Anticipazioni e foto.

Una grande famiglia, la versione nostrana del telefilm statunitense Brothers & sisters, ha debuttato domenica sera trovando nella platea televisiva ampio consenso, essendo stati ben 5,6milioni gli spettatori che hanno deciso di seguire le gesta dei protagonisti della nuova serie di Raiuno, nonché componenti della famiglia Rengoni, composta da padre, madre e cinque figli, con le rispettive famiglie. Vive nel lusso, la famiglia Rengoni, tra intrighi e segreti. Ernesto, il padre di famiglia, ha guidato per anni la prestigiosa fabbrica di mobili di famiglia, fino a quando un ictus l’ha costretto a cedere la gestione al primogenito Edoardo, che vive a Milano con la moglie Chiara e i figli Valentina e Ernestino. Ernesto è orgoglioso del figlio, ma Edoardo sembra volergli mentire sulla situazione economica, non certo rosea, in cui versa l’azienda, nascondendogli gli incontri con un importante istituto di credito. In occasione del suo 65esimo compleanno il capostipite riunisce tutta la famiglia per una grande festa.

Ma la festa viene interrotta da una tragica fatalità: il piccolo idrovolante guidato da Edoardo, su cui l’uomo cercava di raggiungere Inverigo, precipita nel lago di Como. I Rengoni aspettano di avere notizie, finché dal lago non vengono recuperati i resti dell’aereo. Del corpo di Edoardo, però, nessuna traccia. La famiglia si chiude nel dolore, a cui si unisce ben presto la preoccupazione per gli affari dell’azienda. Ernesto mette mano alle carte del figlio e scopre che Edoardo si è esposto con le banche in modo significativo: dal bilancio c’è un ammanco di venti milioni di euro. Rovistando tra le carte Chiara scopre, inoltre, che Edoardo la tradiva. Ma per lei le cattive notizie non sono finite: Ernesto, infatti, la informa dell’ipoteca che pende sull’appartamento di Milano: l’unica soluzione è che Chiara e i bambini si trasferiscano alla villa di Inverigo. Eleonora è preoccupata per la convivenza forzata con la “Trump” , ma cerca di fare buon viso a cattivo gioco. Stefano, il figlio minore, è costretto a fare i conti con il proprio passato: ossessionato da un incidente automobilistico avvenuto anni prima, dal quale uscì vivo per miracolo, scopre dei movimenti bancari anomali di Edoardo verso la famiglia di Gianmarco, il suo migliore amico rimasto ucciso nell’incidente. In Stefano si fa largo il sospetto che al volante ci fosse lui e non l’amico, come tutti gli hanno sempre fatto credere. Ernesto accoglie i nipoti e si confronta con il piccolo Tino che confessa al nonno di ricevere telefonate da suo padre Edoardo. Ernesto, allora, cerca di convincere il piccolo a dargli il suo cellulare nella speranza di intercettare una chiamata del figlio.

Nella terza puntata, in onda lunedì 23 aprile, Tino crede sempre che suo padre sia ancora vivo, e l’unico a dargli credito è suo nonno Ernesto che, dopo aver verificato che il nipote riceve sul cellulare chiamate da un numero anonimo, si convince sempre di più che Edoardo non solo sia ancora vivo, ma che sia anche coinvolto nella sparizione del denaro dai conti dell’azienda di famiglia. Stefano, intanto, scopre la verità sull’incidente del quale viene incolpato Gianmarco. Stefano è sconvolto e deluso perchè si sente tradito, soprattutto dalla sorella Nicoletta.