La prova del cuoco – Puntata del 19/04/2012 – Campanile italiano, la ricetta di Anna Moroni e…

In attesa di vederla armeggiare con roba ‘altamente infiammabile‘ (se non lo sono i flirt…), al sabato sera, Antonella torna anche quest’oggi tra mestoli e padelle, portando con sé l’ansia e l’eccitazione del debutto. “Conto alla rovescia, meno 2!“, ricorda Andrea, mentre Antonella assicura: “guardatemi, se non vi piaccio non mi vedrete più!“. La battuta del giorno: “tra baccalà: ma la tua fidanzata? Mi ha ammollato“.

Toscana contro Sicilia, quest’oggi, nell’atteso match del Campanile italiano. “Sabato sera starò a casa per vederti!“, assicura Franco Martinetti, giudice di gara, mentre Antonella osserva preoccupata: “ho visto tuo figlio… diventa sempre più magro…“, “mangia il triplo di me, ma deve avere un segreto…“, ribatte Franco, Antonella, maliziosamente, dice di conoscere il segreto…

A sfidarsi, quest’oggi, Carlo e Riccardo, zio e nipote, vivono ad Artimino, in Toscana, propongono una zuppa di pane e del baccalà al forno con fichi secchi; e Gianluca e Lucia, fratelli e campioni in carica di Corleone, in Sicilia, propongono, tra l’altro, sarde a beccafico, funghi con pecorino e zafferano. La preparazione dei piatti corre liscia, le uniche note di colore, manco a dirlo, sono opera del simpaticissimo Gianluca, il quale, per la gioia di Antonella, ha portato un cannolicchio di un chilo e mezzo, “e se ce la faccio te ne riempio uno ora!“, promette.

Franco racconta di altri tempi, di altra gente: contadini impegnati nella preparazione di pranzi frugali in modestissime occupazioni. E’ il momento del verdetto: a vincere sono nuovamente i concorrenti della Sicilia, d’altronde, come resistere alla tentazione di addentare un cannolo di simili dimensioni…

Una cosa gustosissima, una roba fritta“, anticipa Antonella, “una frivolezza” spiega Annina. E’ il momento delle lezioni di cucina di base firmate Annina Moroni, è giunto il momento di gustare delle sfiziose mezzelune ripiene. “Non sono dolci“, chiarisce Antonella, la quale si appresta a preparare una sorta di besciamella, in realtà di tratta dell’impasto per le nostre mezzelune: mette a sciogliere in una pentola piena d’acqua del burro ed un pizzico di sale, aggiungendo, una volta sciolto il burro, la farina.

La conduttrice si raccomanda anche con Annina di rimanere a casa al sabato sera, al fine di assistere al suo debutto con E’ stato solo un flirt. Ricaviamo delle palline d’impasto e prepariamo il ripieno, che può variare, a secondo di ciò che avanza e che conserviamo in frigorifero. Annina prepara una farcia di ricotta, spinaci e rosso d’uovo, ed una di pomodoro e mozzarella, condiamo entrambi i composti con sale e pepe. Stendiamo le palline d’impasto, farciamo coni due ripieni.

Chiudiamo le mezzelune, le tuffiamo nel bianco d’uovo e nel pangrattato, subito dopo friggiamo i panzerotti in una padella colpa di olio bollente. Il risultato è strepitoso, a detta di Antonella.

Tocca alle sorelle cotoletta, ovvero le scoppiettanti sorelle Landra, che già sventagliano, mostrando delle invidiabili acconciature. Le cuoche, come sempre, propongono un piatto “complesso, ma che renderemo semplice“, un arrotolato di pollo e speck alle melanzane e aglio fresco. Disossiamo le cosce di pollo, le disponiamo su una teglia come a formare un’enorme fetta di carne, utile per confezionare il nostro arrosto. Insaporiamo con del timo, mentre Antonella non fa che parlare del suo debutto al sabato sera… basta! Disponiamo sulla carne delle fette di speck e delle melanzane grigliate.

Per fortuna, lo speck induce Antonella ad assaggiare e, quindi, a non parlare, per qualche minuto, del suo nuovo programma. Arrotoliamo l’arrosto e lo chiudiamo con la carta forno, costringendolo in una teglia da plumcake. Inforniamo a 200° per un’ora e un quarto. Prepariamo, intanto, un sughetto, facendo ridurre in padella del vino con aglio e timo. Uniamo al purè il concentrato di pomodoro, vogliamo ottenere un colore arancione. Uniamo il sugo di cottura dell’arrosto al sughetto di vino. Affettiamo l’arrosto e serviamo con il purè ed il sughetto di vino bianco.

E’ il momento degli appetitosi (?!) pastrocchi dello gnometto Augusto Tocci. Immerso tra le sue erbe e tra i suoi fiori, Augusto ha pensato bene di propinarci una minestrina di ortica: giusto per farsi male…

L’esperto di fiori porta ad Antonella l’invito del suo comune a recarsi nei boschi circostanti per cercare gnomi e nanetti. Chissà che nei boschi di Badia Tedalda non ci siano troppi funghi allucinogeni… Propone innanzitutto degli aperitivi sfiziosi. Mette i boccioli di tarassaco sotto sale e poi li mette nell’aceto aromatizzato con l’alloro, si può scolare e frullare tutto ed ottenere una salsa ideale per degli stuzzichini. Si può fare poi anche una minestra di ortiche, ideale da servire sopra dei crostini cosparsi di parmigiano.

Altra manche esilarante di Fidati di me, prima del penultimo scontro della settimana tra i due concorrenti, Eleonora ed Andrea. Accompagnati, rispettivamente, da Paolo Zoppolatti e Martino Scarpa. Eleonora è in netto svantaggio, non può vantare alcuna vittoria al momento, Andrea, invece, ha già prevalso due volte. Le signore del pubblico, quest’oggi, partecipano attivamente, mostrando di apprezzare le proposte dei cuochi.

Andrea ricorda lo scopo della sua partecipazione: promuovere la sua onlus che intende aiutare i bambini malati di leucemia. La sua iniziativa nasce dalla tragica esperienza di Luca, il suo bambino, scomparso a causa della malattia. “Luca meritava di venire a cucinare qui, non suo papà“, commenta Andrea. Antonella ringrazia mantenendo il suo sorriso, ma accenna a commuoversi quando Andrea le assicura che il cuore di Luca sarà con lei al debutto, sabato sera. Il sito è www.quellicheconluca.org. Si parla poi anche con Eleonora, che racconta del suo fidanzamento che dura da 11 anni e ben tre mesi. Non è stato solo un flirt, quindi, sottilinea Antonella, ed Eleonora conferma dicendo che è una storia ormai ben collaudata e che presto la porterà al matrimonio.

A vincere, anche quest’oggi, è Andrea, con l’87% delle preferenze. Ma Eleonora non intende certo concorrere con il nobile fine dell’uomo, infatti, contribuirà anche lei, curando una rubrica culinaria sul sito dell’associazione. Grandi momenti.

A domani con La prova del cuoco.

———————————————————————————————————————–

UnDueTre.com è anche su Facebook e su Twitter!

Se vuoi essere sempre informato sul mondo dello spettacolo clicca Mi piace su questa pagina e seguici su Twitter.

———————————————————————————————————————–