Le tre rose di Eva – Quinta puntata del 2/05/2012 – Anticipazioni e foto

Sono rimasti incollati al teleschermo gli oltre 5milioni di spettatori che avevano già assistito al debutto de Le tre rose di Eva e che hanno goduto della grazia delle “tre rose” di Eva Taviani anche alla seconda ed alla terza puntata della serie prodotta da Mediavivere per RTI. Un’audience oramai consolidata che, certamente, quando questa sera si troverà ad affrontare il match di Champions LeagueReal Madrir-Bayern Monaco, trasmessa da Raiuno, non rinuncerà a conoscere gli sviluppi delle intricate vicende che vedono incontrarsi due famiglie rivali, i Taviani e i Monforte. Nella terza puntata: è l’alba su Prima Luce, e le ceneri ancora fumano, le vigne sono state divorate dal fuoco, ma non le speranze delle sorelle Taviani, le quali, sotto la supervisione della nonna, non intendono demordere. In loro aiuto arriva l’aitante agronomo Bruno Attali, inviato in loro soccorso da Ruggero Camerana. In un’omelia, padre Riccardo recrimina alla platea l’omertà di cui i fedeli sono colpevoli, e che ha portato alla carcerazione di un’innocente, Aurora, parole, queste, dettate dalla confessione di Angela, che di nascosto scrive il nome del suo amante dell’epoca su un bigliettino lasciato nelle offerte. Padre Riccardo, leggendolo, raggiunge l’individuo indicato da Angela, che altri non è che il Monsignor Krauss, suo mentore, lo accusa, ma l’uomo nega. La stessa notte Riccardo viene ucciso. Il caso viene archiviato come fosse stato un tragico incidente dovuto alla balaustra pericolante, ma Aurora non crede a questa ipotesi, lo fa presente ad Alessandro, che in un primo momento la attacca, ma poi si, riscoprendo il suo amore, la bacia. Il maresciallo Nicola Corti rapisce la moglie Angela e la segrega in un luogo isolato, il suo collega, però, non crede sia stato un incidente la morte di Riccardo e, parallelamente al suo superiore, indaga. Brun, nella vigna delle Taviani, trova il braccialetto della donna che ama, Elena Monforte, e capisce che è stata lei ad appiccare l’incendio, lei non nega, ma gli chiede di non denunciarla.

Nella quarta puntata, in onda questa sera, dalle 21:15, su Canale 5, Alessandro si mostra persuaso dall’ipotesi che la morte del fratello, Don Riccardo, non sia stata casuale, come, invece, lascia intendere il maresciallo Corti. Un biglietto anonimo spiega che anche la vita di Aurora è a rischio, per delle motivazioni affini a quelle che hanno condotto all’omicidio di Riccardo. Alla vigilia delle nozze con Viola, Alessandro incontra Aurora e non può fare a meno di avvisarla del pericolo che corre. I due sembrano essere sempre più vicini. Aurora fa sapere ad Alessandro che lo attenderà nel luogo in cui usavano darsi appuntamento da ragazzi, ma è il giorno del matrimonio e l’ora fissata è la stessa in cui dovrebbe celebrarsi le nozze. Alessandro si trova davanti ad un bivio.

Infine, nella quinta puntata, in onda mercoledì 2 maggio, Edoardo Manforte, ormai convinto dell’innocenza di Aurora, e sempre più preso da lei, invita la ragazza a partecipare alla festa organizzata per celebrare il fratello Matteo, tornato illeso dall’Afganistan. La presenza di Aurora suscita la reazione stupita degli astanti. Alessandro si trova, addirittura, a dover affrontare il fratello Edoardo, per capire quali siano le sue intenzioni nei confronti della bella Taviani. Alessandro è persuaso che a provocare la morte del fratello non sia stato un incidente e, insieme ad Aurora, indaga su quanto accaduto a Riccardo. Angela Corti rivela in punto di morte particolari importanti sull’omicidio di Luca Monforte.